(Ti-Press)
Svizzera
12.04.2019 - 08:450
Aggiornamento : 09:31

Votazioni federali: il 'sì' è doppio, ma tirato sul fisco-Avs

Secondo i sondaggi, per l'inasprimento della legge sulle armi sembra fatta. Quanto al progetto di riforma fiscale, una maggioranza pare ancora "risicata e instabile"

Un chiaro sì all'inasprimento della legge sulle armi e un sì più tirato all'accoppiata riforma fiscale-finanziamento dell'AVS: questo il risultato del primo sondaggio SSR in vista della votazione federale del 19 maggio. Il 66% delle persone interrogate a fine marzo dall'istituto gfs.bern si sono dette più o meno favorevoli riguardo al primo oggetto, il 54% riguardo al secondo.

Il progetto di riforma fiscale e finanziamento dell'AVS (RFFA) è pienamente appoggiato dal 26% degli interrogati, mentre un altro 28% è "piuttosto favorevole", per un totale del 54%. Decisamente contrario è invece il 21%, e piuttosto contrario il 16%, per un totale del 37%. Il rimanente 9% non ha dato una risposta. Nonostante i 17 punti di scarto che separano i sì dai no, il risultato non è ancora acquisito, secondo gfs.bern, che parla di una maggioranza per il sì ancora "risicata e instabile".

L'opinione sembra invece fatta sull'inasprimento della legge sulle armi, votato dal parlamento per adeguarsi alle nuove esigenze dell'Unione europea e mantenere la Svizzera nel trattato di Schengen, e contro il quale le associazioni di tiratori hanno lanciato il referendum con il sostegno dell'UDC. Decisamente a favore il 50% degli interpellati, piuttosto a favore il 16%, per un totale del 66%. Sull'altro fronte, solo il 25% è decisamente contrario e l'8% piuttosto contrario, per un totale del 33%, mentre i "non so/non risponde" sono soltanto l'1%.

Un sondaggio Tamedia pubblicato la settimana scorsa indicava a sua volta un doppio sì popolare il 19 maggio, ma di proporzioni differenti: un 62% di sì e un 30% di no per la RFFA, un 53% di sì contro un 46% di no per l'inasprimento del diritto sulle armi.

Il sondaggio di gfs.bern commissionato dalla SSR si è svolto tra il 25 marzo e il 4 aprile interpellando 5925 persone in tutta la Svizzera. Il margine di errore è valutato a +/- 2,9 punti percentuali.

Potrebbe interessarti anche
Tags
totale
contrario
armi
inasprimento
riforma
legge armi
sondaggio
sì no
avs
© Regiopress, All rights reserved