Svizzera
17.02.2019 - 11:390

Abolire la prima classe sui treni? Dibattito più che mai aperto

La proposta, lanciata nel progetto "Cambia la Svizzera" promosso dalla Federazione dei parlamenti dei giovani, sta seducendo alcuni politici a Palazzo federale.

Abolire la prima classe sui treni: la proposta, lanciata nell'ambito del progetto "Cambia la Svizzera" promosso dalla Federazione dei parlamenti dei giovani, sta seducendo alcuni politici a Palazzo federale. "Trovo problematico che un'impresa di servizio pubblico, sovvenzionata dai contribuenti, separi questi ultimi in due classi sulla base del loro portafogli", afferma la consigliera nazionale Irène Kälin (Verdi/AG) in un'intervista pubblicata oggi da Le Matin Dimanche. "Siamo tutti cittadini di prima classe: da parte mia, viaggio solo in seconda", afferma la deputata, che come eletta federale riceve un abbonamento generale di prima classe. "Mi disturba il fatto che vi siano dei viaggiatori che non trovano posto a sedere in seconda mentre ce ne sono in prima". A suo avviso la classe unica sarebbe un modo - certo non l'unico - per risolvere il problema dei sovraffollamento del trasporto pubblico durante gli orari di punta. "Posso certamente immaginare che sosterrò la proposta dei giovani".

Per il consigliere agli stati Olivier Français (PLR/VD) l'idea non risolverebbe il problema di fondo e porterebbe a una perdita di ricavi, quindi a un aumento del prezzo dei biglietti. Sulla stessa lunghezza d'onda è anche il consigliere nazionale Frédéric Berloz (PLR/VD): si assisterebbe a un livellamento verso il basso della qualità del servizio, mentre si dovrebbe pensare a migliorarla, afferma. Anche la Federazione romanda dei consumatori (FRC) non nasconde un certo scetticismo. "Alcuni sono disposti a pagare di più e dobbiamo difendere anche loro", ha indicato al domenicale Robin Eymann, responsabile della politica economica presso la FRC. A suo avviso non si può però negare che esista un problema di ripartizione dei viaggiatori fra le due classi. Le FFS non forniscono statistiche sui tassi di occupazione e per linea: quindi è difficile dire se la prima classe generi davvero maggiori ricavi, come spesso viene detto, fa notare l'esperto.

Potrebbe interessarti anche
Tags
prima classe
classe
proposta
problema
federazione
giovani
treni
© Regiopress, All rights reserved