Svizzera
08.02.2019 - 07:460
Aggiornamento : 08:05

Più disoccupati in gennaio (ma meno del 2017)

La Segreteria di Stato dell'economia segnala un aumento fra i giovani e gli over 50. Salgono le persone in cerca di un impiego: sono oltre 200mila

Tracciato in questo inizio d'anno il quadro della disoccupazione in Svizzera. Che sale rispetto a dicembre, ma cala se riferita ai dati del 2017.

Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (Seco), infatti, alla fine di gennaio 2019 erano iscritti 123’962 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (Urc), ossia 4’301 in più rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è lievitato dal 2,7% nel mese di dicembre 2018 al 2,8% odierno. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è però diminuito di 25’199 unità (-16,9%).

Anche il numero di giovani disoccupati (15-24 anni) è aumentato di 291 unità (+2,2%), arrivando al totale di 13’463, ciò che corrisponde a 3’082 persone in meno (-18,6%) rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Sul fronte delle persone over 50, il numero dei senza lavoro è pure cresciuto di 1’135 persone (+3,4%), attestandosi a 34’303. Anche qui nel confronto con il 2017 si registra una diminuzione di 5’674 persone (-14,2%).

Spostandosi sul versante delle persone in cerca d’impiego se ne contano 200’125, ovvero 2’175 in più rispetto al mese precedente e 13’000 (-6,1%) in meno rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.

Il 1° luglio 2018 è stato poi introdotto in tutta la Svizzera l’obbligo di annunciare i posti vacanti per i generi di professioni con un tasso di disoccupazione pari almeno all’8%. Il numero dei posti annunciati all’Urc è aumentato in gennaio di 4’688, raggiungendo le 31’592 unità. Dei 31’592 posti, 19’162 sottostavano all’obbligo di annuncio.

Nel mese di novembre 2018 sono state colpite dal lavoro ridotto 906 persone, 13 in meno (-1,4%) rispetto al mese precedente. Il numero delle aziende colpite è per contro diminuito di 10 unità (-14,1%), portandosi a 61. Il numero delle ore di lavoro perse è pure sceso di 1’706 unità (-3,1%), arrivando a 52’991 ore. Nel corrispondente periodo dell'anno precedente (novembre 2017) erano state registrate 103’185 ore perse, ripartite su 1’483 persone in 162 aziende.

Infine, secondo i dati provvisori forniti dalle casse di disoccupazione, nel corso del mese di novembre 2018, 2’671 persone hanno esaurito il loro diritto alle prestazioni dell’assicurazione contro la disoccupazione.

Potrebbe interessarti anche
Tags
gennaio
mese
unità
anno precedente
novembre
disoccupazione
mese novembre
posti
mese anno
stesso mese anno
© Regiopress, All rights reserved