Svizzera
09.01.2019 - 11:290

Spionaggio economico, chiesti quattro anni per l'ex dipendente Ubs

L'uomo avrebbe ceduto alle autorità tedesche dati bancari di almeno 233 persone per 1,45 milioni di euro. È accusato di riciclaggio di denaro e violazione del segreto commerciale e bancario

Quattro anni di detenzione e una pena pecuniaria di 60 aliquote giornaliere: è quanto richiesto dall'accusa nel processo al Tribunale penale federale (Tpf) a carico di un ex dipendente di Ubs accusato di aver venduto dati di clienti alle autorità tedesche. 

A carico del 45enne vanno inoltre costi di procedura per 68mila franchi, ha precisato oggi il procuratore pubblico nella requisitoria al tribunale con sede a Bellinzona.

Secondo l'atto d'accusa del Ministero pubblico della Confederazione, l'uomo ha ceduto dati bancari di almeno 233 persone al Land tedesco della Renania settentrionale-Vestfalia per 1,45 milioni di euro. L'uomo avrebbe raccolto le informazioni consegnate alla Germania sul suo posto di lavoro, tra il dicembre del 2005 e l'autunno 2012.

Gli sono imputati i reati di spionaggio economico qualificato, violazione del segreto commerciale e bancario nonché riciclaggio di denaro. È inoltre accusato di detenzione illegale di munizioni, trovate durante una perquisizione domiciliare.

Secondo il pubblico ministero l'ex bancario ha mostrato una notevole energia criminale. Ad esempio, Con i soldi ottenuti dal Land tedesco ha acquistato una casa a Maiorca per poi rivenderla un anno dopo al fine di nascondere l'origine del denaro. 

2 sett fa Atteso alla sbarra, ma l'ex dipendente Ubs non si presenta
Tags
spionaggio
ubs
ex dipendente ubs
quattro anni
denaro
dipendente ubs
ex dipendente
dati
spionaggio economico
© Regiopress, All rights reserved