laRegione
non-sono-aziende-per-donne-svizzera-in-ritardo
Svizzera
11.12.2018 - 11:120

Non sono aziende per donne, Svizzera in ritardo

La presenza femminile nei consigli di amministrazione svizzeri cresce meno e più lentamente che nel resto d'Europa: 13% contro 21%

La quota di donne nei consigli di amministrazione (cda) in Svizzera cresce più lentamente rispetto ai Paesi vicini. Nell'Europa occidentale la percentuale femminile fra il 2004 e il 2018 è cresciuta del 21%, nella Confederazione del 13,3%.

Nelle aziende elvetiche scarseggiano anche le responsabili di azienda o finanziarie. Le donne Ceo arrivano solamente al 2,7% del totale, si legge in uno studio della società di consulenza Egon Zehnder pubblicato oggi. Nei Paesi vicini si raggiunge il 4,2%.

A livello di responsabili finanziari, in Svizzera la quota femminile è del 5,7%, contro l'11,2% degli Stati vicini. Nella Confederazione il 37,8% delle aziende interrogate ha comunicato di avere almeno tre donne nel cda, un dato che corrisponde ad un aumento del 10,6% rispetto al 2016. La quota a livello globale arriva però al 41,5% (36,2% nel 2016).

Esistono comunque anche dati che fanno ben sperare, viene evidenziato nello studio: la quota di donne che nel 2018 ha occupato un nuovo mandato in un cda ha raggiunto il 36,8%, nettamente sopra la media internazionale del 22,5%.

Nonostante questo, per raggiungere l'obiettivo di avere almeno tre donne in ogni cda e rappresentanze femminili in tutte le posizioni gerarchiche "c'è ancora molta strada da fare", ha sottolineato in una nota la consulente di Egon Zehnder Simone Stebler.

© Regiopress, All rights reserved