mostra-di-cadaveri-plastinati-arriva-il-divieto
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
10 ore

Novartis taglia 1’400 posti di lavoro in Svizzera

La riduzione degli impieghi riguarda il 10% dei posti occupati nella Confederazione
Svizzera
11 ore

In Svizzera +34% di contagi da coronavirus in sette giorni

Nell’ultima settimana sono stati registrati 33’108 casi. In terapia intensiva il 6% dei letti è occupato da pazienti Covid
Svizzera
12 ore

Giochi d’azzardo all’estero, appropriato il blocco alle reti

Lo ha stabilito il Tribunale federale, confermando il provvedimento imposto a tre fornitori esteri di simili servizi
Svizzera
12 ore

Assistenza ventricolare, 3 ospedali impianteranno i dispositivi

Mandato di prestazione per l’Inselspital e i nosocomi universitari di Losanna e Zurigo. A sollecitarlo erano state sette strutture
Svizzera
12 ore

Sottratti 3,2 milioni alle Ffs, condannati in quattro

Tre ex dipendenti giudicati colpevoli di truffa per mestiere, falsità in documenti e infedeltà nella gestione pubblica. Punito anche il complice
Svizzera
12 ore

L’iniziativa sull’allevamento intensivo è ‘inutile e costosa’

Secondo le stime della Confederazione, se accettata, provocherebbe spese aggiuntive tra 0,4 e 1,1 miliardi di franchi
Svizzera
13 ore

L’inflazione incombe sulla ristorazione svizzera

In Svizzera il fenomeno è ancora limitato rispetto all’area Euro. Ma c’è già chi, come la catena Starbucks, ha alzato leggermente i prezzi
Svizzera
14 ore

Aumentano gli incidenti gravi sulle strade svizzere

Nel 2021 sono stati 3’933, e in duecento casi con esito letale. In Ticino la proporzione più elevata
Svizzera
17 ore

Sempre più privati richiedono l’accesso a documenti ufficiali

L’anno scorso le domande di visionare questi atti sono state 1’385, il 16% in più rispetto al 2020. Accesso completo concesso solo in 694 casi
Svizzera
17 ore

Il Covid ha pesato sul turismo anche nel 2021: -43,9% di entrate

Rispetto al 2019 la bilancia segna un -605 milioni di franchi
19.10.2018 - 12:39
a cura de laRegione

Mostra di cadaveri plastinati, arriva il divieto

Il Tribunale cantonale vodese vieta l'allestimento della controversa esposizione al Palais de Beaulieu. Anche il Municipio di Losanna si era opposto

La controversa mostra di cadaveri "plastinati" "Real Human Bodies" che doveva svolgersi da oggi a domenica al Palais de Beaulieu di Losanna, è stata definitivamente annullata: il Tribunale cantonale vodese ha confermato il divieto imposto dal Municipio, respingendo il ricorso dell'organizzatore. In una nota diramata oggi, il tribunale afferma che l'esecutivo cittadino poteva vietare la mostra "tenuto conto dell'assenza di informazioni da parte dell'organizzatore sull'origine dei corpi presentati" al pubblico. Sempre secondo la Corte di diritto amministrativo e pubblico del Tribunale cantonale, il Municipio, "tenuto conto dell'ampio potere di apprezzamento" che gli è riconosciuto, aveva la competenza di chiedere all'organizzatore informazioni complementari. L'esecutivo cittadino aveva comunicato lo scorso 16 ottobre di aver rifiutato l'autorizzazione alla mostra di cadaveri "plastinati", trattati cioè con un metodo di conservazione che consiste nel sostituire l'acqua e i grassi con una materia sintetica plastificante. Il Municipio aveva fatto sapere di aver chiesto chiarimenti all'organizzatore a seguito di una denuncia presentata dall'organizzazione cristiana contro la tortura e la pena di morte Action des chrétiens pour l'abolition de la torture (ACAT). I chiarimenti non sono arrivati e la manifestazione è quindi stata vietata.

Cadaveri di dissidenti cinesi?

Secondo ACAT, i corpi utilizzati nell'esposizione sono con molta probabilità di prigionieri cinesi deceduti o uccisi e di membri del Falun Gong, movimento vietato in Cina i cui adepti vengono perseguitati. L'autorità losannese aveva chiesto delle garanzie riguardanti la provenienza dei corpi esposti e delle attestazioni di consenso firmate dai defunti per l'utilizzo dei loro cadaveri, ma gli organizzatori non hanno presentato prove concrete che attestino la possibilità di servirsi dei corpi nell'ambito dell'esposizione. La stessa esposizione, intitolata "Bodies Exibition", aveva suscitato polemiche a Berna, dove però non era stata interrotta e ha chiuso normalmente i battenti domenica scorsa (era stata inaugurata il 4 ottobre), nonostante una denuncia per perturbamento della pace dei morti presentata dalla stessa ACAT. Rispondendo al giornale locale "Der Bund", l'organizzatore olandese Jan van Bergen aveva smentito una provenienza cinese dei cadaveri e aveva assicurato che sono stati messi a disposizione da donatori volontari negli Stati Uniti. Non ha però fornito documenti probatori, aveva riferito il quotidiano.

Prima esposizione a Basilea

Una prima grande esposizione di corpi plastinati, intitolata "Körperwelten" o "I mondi del corpo umano", era stata inaugurata nel settembre 1999 a Basilea e durante 17 settimane l'avevano visitata oltre 600'000 persone, dopo i quattro milioni che l'avevano già vista in città estere. Ai visitatori erano stati presentati 200 "preparati anatomici", allestiti dal discusso artista e anatomopatologo tedesco Gunther von Hagens, inventore del nuovo metodo di conservazione negli anni Settanta. Si trattava per lo più di singoli organi - ad esempio un polmone sano di fianco a quello di un fumatore - ma non mancavano una ventina di corpi interi "plastinati", in diverse pose. Secondo un sondaggio allora effettuato presso il pubblico, i visitatori avevano ben accolto il progetto, nonostante le critiche avanzate soprattutto dagli specialisti. Una nuova esposizione era stata organizzata nella città renana nel 2011 da von Hagens. Un'altra mostra del genere intitolata "Body Worlds" si è tenuta tra il settembre 2017 e l'inizio dello scorso gennaio a Ginevra, dove ha a sua volta suscitato aspre critiche. La società organizzatrice Opus One non ha tuttavia ottenuto lo sperato successo di pubblico, avendo accolto solo 75'000 visitatori invece dei previsti 100-150'000.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved