Wil
Losanna
20:00
 
SVITOLINA E. (UKR)
1
BENCIC B. (SUI)
2
fine
(2-6 : 6-3 : 6-7)
Berna
Davos
19:45
 
Bienne
Langnau
19:45
 
Friborgo
Ambrì
19:45
 
Lakers
Ginevra
19:45
 
Losanna
Zugo
19:45
 
Zurigo
Lugano
19:45
 
La Chaux de Fonds
Zugo Academy
19:45
 
Olten
Visp
19:45
 
Langenthal
Kloten
19:45
 
Ajoie
Turgovia
20:00
 
Wil
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
20:00
Losanna
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 19:18
SVITOLINA E. (UKR)
1 - 2
fine
2-6
6-3
6-7
BENCIC B. (SUI)
2-6
6-3
6-7
WTA-S
DUBAI UAE
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 19:18
Berna
LNA
0 - 0
19:45
Davos
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 19:18
Bienne
LNA
0 - 0
19:45
Langnau
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 19:18
Friborgo
LNA
0 - 0
19:45
Ambrì
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 19:18
Lakers
LNA
0 - 0
19:45
Ginevra
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 19:18
Losanna
LNA
0 - 0
19:45
Zugo
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 19:18
Zurigo
LNA
0 - 0
19:45
Lugano
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 19:18
La Chaux de Fonds
LNB
0 - 0
19:45
Zugo Academy
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 19:18
Olten
LNB
0 - 0
19:45
Visp
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 19:18
Langenthal
LNB
0 - 0
19:45
Kloten
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 19:18
Ajoie
LNB
0 - 0
20:00
Turgovia
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 19:18
Ti-Press
Svizzera
06.05.2018 - 13:390

Liste nere: cassa malattia non pagò i costi per il parto

L'assicuratore si era rifiutato di assumersi la spesa, l'Ospedale cantonale di San Gallo ha fatto causa alla cassa malattia

In nove cantoni chi non paga i premi di cassa malattia finisce su una lista nera e ottiene cure mediche solo in casi d’emergenza. La "SonntagsZeitung" critica tale prassi facendo riferimento a una sentenza del Tribunale delle assicurazioni del canton San Gallo del 26 aprile scorso.

Il caso in questione riguarda una donna che ha dovuto recarsi in ospedale per un parto. Perché non aveva pagato i premi ed era oggetto di una richiesta di procedimento esecutivo, l’assicuratore si era rifiutato di assumersi i costi. L’Ospedale cantonale di San Gallo voleva a sua volta che la fattura venisse saldata e ha fatto causa alla cassa malattia. Il Tribunale delle assicurazioni era chiamato a decidere se il parto rappresentasse un trattamento urgente o no.

L’assicuratore sosteneva tra l’altro che la donna aveva avuto quattro mesi di tempo prima del parto per pagare i premi dovuti. In questa situazione – affermava – pare sbagliato attendere il termine e poi sostenere che si sia trattato di un’emergenza. Nella sentenza pubblicata sul suo sito internet la corte giunge alla conclusione che al momento del ricovero in ospedale il parto era necessario e non rinviabile: si è trattato di un trattamento urgente.

Sulle liste nere, ha ricordato, non vengono elencate solo le persone che non vogliono, ma anche quelle che non riescono a pagare i premi. Infatti vengono inserite solo dopo un precetto esecutivo infruttuoso. In linea generale il Tribunale delle assicurazioni sangallese afferma che una definizione troppo restrittiva del termine di "emergenza" minerebbe l’obiettivo dell’assicurazione malattia obbligatoria e quindi la garanzia di un ampio spettro di cure di base per tutti. Nei casi "in cui personale medico sottosta a un obbligo di assistenza" bisogna ritenere che si tratti di un trattamento d’urgenza.

Tags
malattia
parto
cassa
cassa malattia
premi
ospedale
trattamento
gallo
tribunale assicurazioni
assicuratore
© Regiopress, All rights reserved