laRegione
Nuovo abbonamento
recluta-costretta-a-correre-seminuda-avviata-un-inchiesta
(archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Coronavirus, in Svizzera nuovi contagi ancora sopra i 250

Sono 268 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, per 7'331 tamponi effettuati. Nove le ospedalizzazioni e un decesso
Svitto
1 ora

Svitto, iniziano la scuola: 68 persone in quarantena

È successo in un istituto di Schindellegi, frazione del comune svittese di Feusisberg, dopo che un dipendente è risultato positivo al Covid-19
Svizzera
1 ora

Nuovi aerei da combattimento: 'Spreco di soldi'

Lo sostiene il comitato interpartitico contrario all'acquisto dei nuovi caccia per l'aviazione svizzera in votazione a settembre
Svizzera
3 ore

Meno contanti e tanti pagamenti senza contatto nell'era Covid

In Svizzera durante la pandemia il ricorso a banconote e spicci per i pagamenti è scesa, mentre è cresciuto l'uso di carte 'contactless' e smartphone
Svizzera
4 ore

Votazioni, no all'iniziativa Udc, sì di misura ai nuovi caccia

L'abolizione della libera circolazione oggi verrebbe bocciata dal 56% dei votanti. Ok agli aerei da combattimento dal 50%. Sì al congedo paternità
Svizzera
4 ore

Grandi eventi: in Romandia si teme la seconda ondata

Per il presidente della Società medica della Svizzera francese aumentare il limite da ottobre comporta un rischio significativo per il tracciamento dei conagi
Svizzera
16 ore

Zurigo, persona morta bruciata nell'auto

Lo ha reso noto la polizia cantonale, secondo la quale non si tratterebbe di un crimine. Aperta un'inchiesta
Svizzera
16 ore

Moudon, campo nomade sgomberato dalla polizia

Stamane gli agenti sono intervenuti dopo che alcuni degli occupanti del fondo si erano resi autori di gesti incivili e inosservanza delle leggi
Svizzera
19 ore

Un'app per ridurre l'ansia dei bimbi in ospedale

L'ha sviluppata la Clinica universitaria dell'Inselspital di Berna. Protagonista è un pinguino.
Svizzera
22 ore

Turismo estivo, gli svizzeri non compensano gli stranieri

Un primo bilancio intermedio della stagione estiva tracciato da Svizzera Turismo stima a -27% il calo dei pernottamenti
Svizzera
30.01.2018 - 16:310
Aggiornamento : 31.01.2018 - 12:47

'Recluta costretta a correre seminuda', avviata un'inchiesta

La denuncia del Sindacato indipendente studenti e apprendisti: 'Non è il primo caso di nonnismo. La giustizia militare sta raccogliendo informazioni

Un "abuso di potere" nella caserma di Coira, a danno delle reclute della seconda settimana di addestramento, è stato comunicato al Sindacato indipendente studenti e apprendisti (Sisa) nell'ambito del suo normale servizio di consulenza. Intanto mercoledì la Rsi ha reso noto che la giustizia militare sta raccogliendo informazioni.

"Concretamente – ha rilevato martedì il Sisa – oltre ai metodi pseudo-educativi del genere 'domani vi faccio morire' con annessa punizione collettiva per un banale alterco individuale durante una libera uscita, e minacce alle reclute al fine di mettere tutto a tacere e non reclamare presso gli ufficiali per gli atteggiamenti sconvenienti dei sergenti, ci risulta che una recluta sia stata costretta a correre seminuda in caserma davanti a tutti durante la notte fra mercoledì e giovedì della scorsa settimana". Una tale umiliante "sanzione", ha sottolineato il Sisa, "non è prevista da alcun regolamento militare ed è dunque illegale!". Il Sisa ha pertanto fornito tutti i dettagli del caso alle autorità militari "affinché intervengano contro i graduati coinvolti".

Mercoledì il portavoce dell'esercito Daniel Reist ha confermato alla Rsi che la giustizia militare sta indagando "sui presunti abusi". Reist ha poi aggiunto che quando il comando è stato informato del caso, sono subito stati ordinati accertamenti. Il portavoce deplora però – ha indicato la Rsi – il fatto che la recluta non si sia rivolta ai servizi di assitenza dell'esercito, ma abbia deciso di parlarne ai media.

Il Sindacato indipendente studenti e apprendisti ha ricordato che "non è la prima volta che fatti del genere, caratterizzabili come nonnismo, avvengono durante le scuole reclute. In passato sono stati denunciati casi anche più gravi con feriti". Ciò dimostra che "il servizio offerto dal Sisa è necessario e che l’Esercito non sta prestando sufficiente attenzione a questi problemi. Casi simili sono intollerabili e necessitano l’intervento deciso delle autorità preposte, affinché sia aperta un’inchiesta verso i sergenti in questione, evidentemente inadatti al comando, affinché non possano più commettere abusi ai danni dei coscritti e si rompa finalmente il muro di omertà a tutto vantaggio della credibilità delle stesse forze armate e della certezza del diritto".

Gioventù Comunista: 'Umiliante e contro ogni regolamento'

Sulla questione martedì ha prontamente preso posizione Gioventù Comunista, secondo cui situazioni simili "oltre ad essere illegali dimostrano l'inabilità al comando di certi fanatici a cui l'Esercito ha concesso le mostrine. Lo squadrismo con cui taluni graduati agiscono contro i sottoposti quando non vi sono degli ufficiali presenti a controllare è un altro fattore preoccupante per l'incolumità dei coscritti, soprattutto se politicamente critici verso l'Esercito". E ancora: "Far correre in mutande una recluta nei corridoi della caserma davanti a tutti per aver 'offeso' un superiore durante una libera uscita è umiliante e contro ogni regolamento. Anche se sappiamo che purtroppo queste pressioni sono considerate da molti come 'normali' in una scuola reclute, non lo sono affatto: punire, insultare e umiliare non dovrebbero essere pratiche accettabili in nessuna struttura, tantomeno in un esercito di un paese democratico". 
 

© Regiopress, All rights reserved