ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
8 ore

‘La penuria di farmaci è un problema internazionale’

Secondo Yvonne Gilli, presidente della Federazione dei medici svizzeri, urge una ‘soluzione globale ai massimi livelli’
Svizzera
8 ore

Maggioranza favorevole a riesportazione armi in Ucraina

Secondo un sondaggio il 55% della popolazione ritiene che Paesi terzi dovrebbero essere in grado di fornire all’Ucraina armi di produzione elvetica
Svizzera
9 ore

Tamedia fa ammenda su accuse di mobbing e sessismo

Un’ex redattrice del settimanale ‘Das Magazin’ accusa l’ex responsabile della pubblicazione rimproverando al gruppo un atteggiamento attendista
Svizzera
12 ore

Il Vallese sui casinò si ritiene svantaggiato rispetto al Ticino

Il Consiglio federale intende accordare la concessione per una sola casa da gioco: protesta il consigliere di Stato Darbellay
Svizzera
14 ore

Raccolte le firme per l’iniziativa sul mantenimento del contante

Già certificate oltre 111‘000 firme a favore del ‘Sì a una valuta svizzera libera e indipendente sotto forma di monete o banconote’
Svizzera
1 gior

Due morti a Disentis per una valanga

La slavina ha travolto un gruppo di tre sciatori fuori pista, una sola delle quali è rimasta illesa
Svizzera
1 gior

La meteo fa i capricci: in Ticino quasi 20°C, neve in montagna

Il favonio da nord ha alzato eccezionalmente la colonnina di mercurio nel sud della Svizzera: 19,5°C a Locarno. Rischio valanghe nei Grigi
Svizzera
1 gior

La Brévine festeggia il freddo, pronta una brioche da record

Nella ‘Siberia della Svizzera’ inizia il festival locale: fornai pronti a sfornare una brioche da 4,18 metri, in onore dei -41,8°C toccati nel 1987
Svizzera
1 gior

Il parto anonimo è sempre più possibile in Svizzera

Sempre più ospedali danno alle donne la possibilità di partorire in modo confidenziale, come alternativa alle “baby finestre”
Svizzera
1 gior

Secondo il Ceo, i prezzi dei prodotti Nestlé saliranno ancora

Secondo Mark Schneider, però, la multinazionale non è responsabile del rincaro essendo essa stessa vittima dell’aumento dei prezzi
04.10.2017 - 08:51
Aggiornamento: 15.12.2017 - 17:12

Il carattere degli elettori

di Fabio Barenco
il-carattere-degli-elettori
Campagne elettorali, basate su internet?

Quale effetto ha il carattere di una persona sulle sue decisioni politiche? Un interrogativo a cui ha risposto uno studio di Markus Freitag ricercatore e professore all'Università di Berna. Una sua recente ricerca rivela che gli elettori dell'Udc e del Plr sono piuttosto coscienziosi ed estroversi; quelli del Ps e dei Verdi aperti e amichevoli; mentre le personalità più nevrotiche tendono ad essere di centro sinistra. Se ne sono occupati ieri il 'Tages-Anzeiger' e 'Le Temps'.

Fino a oggi l'attitudine politica degli elettori era soprattutto valutata con i criteri classici quali il sesso, l'età o il grado di formazione. L'analisi di Freitag introduce invece un nuovo parametro: la personalità. Secondo il ricercatore, anche analizzando il carattere si può capire quali sono i nostri interessi, come ci informiamo e per quale partito votiamo. Già oggi, spesso, la psicologia della personalità viene descritta dal modello 'Big Five', ovvero cinque dimensioni del carattere che raggruppano tutti gli individui. «Se conosco le caratteristiche 'Big Five' di una persona, posso anche determinarne la sua preferenza politica», ha affermato Freitag ieri sul 'Tages-Anzeiger'.

Coscienziosi (Ps, Verdi)

Secondo il ricercatore il 50% degli elettori svizzeri si definisce 'coscienzioso'. Queste persone preferiscono il controllo e lo status quo; hanno dei valori materialisti e non usano i social network; non apprezzano la diversità culturale e difendono l'economia di mercato; si oppongono all'alzamento della spesa per le assicurazioni sociali e all'adesione all'Ue, identificandosi soprattutto con l'Udc e il Plr. Gli 'aperti' sarebbero un quarto della popolazione svizzera e sono curiosi, apprezzano le nuove esperienze, i cambiamenti e criticano spesso le norme esistenti. Per informarsi usano i social e le testate di qualità. Sono postmaterialisti e interessati alla politica. Si tratta soprattutto di elettori del Ps o dei Verdi.

Estroversi (Udc, Plr)

Gli 'estroversi', circa il 15-20% degli svizzeri, sono socievoli, comunicativi, calorosi, energici e hanno un carattere dominante. Si informano su giornali locali o di ‘boulevard’ e su internet, dove sono anche molto attivi. Si tratta di persone piuttosto di destra e molto informate politicamente. Anch’essi si identificano più spesso con le idee dell’Udc o del Plr, difendendo l’economia di mercato ed essendo contrari all’adesione all’Ue.

Amichevoli (Ps, Verdi, Ppd)

Gli ‘amichevoli’ sono persone simpatiche, altruiste, franche e un po’ naïf. Cercano il compromesso e sono per il gioco di squadra. Non amano le brutte notizie e non leggono giornali di qualità. Non si oppongono all’adesione all’Ue e sono favorevoli ad un forte impegno sociale e ambientale. Il 40% degli svizzeri si classifica in questo modo ed è più
probabile che votino Ps, Verdi o Ppd.

Nevrotici (centro-sinistra)

Per finire i ‘nevrotici’ sono individui stressati, inquieti, scontenti dell’attuale forma di democrazia. Sostengono coloro che sono pronti al compromesso, si oppongono a un’immigrazione senza limiti, accettando però l’adesione all’Ue. Sono il 4% della popolazione e piuttosto di sinistra.

Pubblicità mirata, anche nelle campagne elettorali?

Lo studio, che ha analizzato circa 14mila interviste effettuate tra il 2012 e il 2016, potrebbe aprire le porte al cosiddetto ‘targeted advertising’ anche in politica. Già oggi infatti internet sa quali sono i nostri interessi e le pubblicità che vediamo in rete rispecchiano questi ultimi. Grazie a queste tracce che noi seminiamo online un bravo analista potrebbe capire quale personalità abbiamo e quindi quale orientamento politico seguiamo. Secondo il professore – intervistato lo scorso mese sulla ‘Berner Zeitung’ – il ‘targeting’ politico potrebbe già giocare un ruolo nelle elezioni del 2019.

© Regiopress, All rights reserved