©Ti-Press/Carlo Reguzzi
Svizzera
26.09.2017 - 18:190
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:21

Ginevra, chiesti sei anni per l'ex allenatore pedofilo

La pubblica accusa ha chiesto oggi a Ginevra 6 anni di reclusione nei riguardi di un ex allenatore di calcio 24enne che tra il 2009 e il 2013 ha abusato di 26 adolescenti, costringendoli a fare sesso. La sentenza sarà resa venerdì.

"Sono veramente dispiaciuto", ha dichiarato il giovane al termine del dibattimento odierno, aggiungendo di "augurare ogni bene per il futuro" alle sue vittime. Nella requisitoria, il rappresentante del Ministero pubblico ha sottolineato la durata particolarmente lunga degli abusi e il numero importante di adolescenti vittima dell’allenatore. Questi aveva messo a punto un sistema "sofisticato e machiavellico" per soddisfare le sue pulsioni. Sulle reti sociali, con lo pseudonimo di Lucie, il giovane inviava alle sue vittime foto e video a luci rosse di una donna, facendosi passare per lei. Una volta catturato il loro interesse chiedeva ai ragazzi di inviargli immagini di se stessi, nudi o intenti ad atti di autoerotismo, per poi usare queste istantanee quale mezzo di pressione per costringerli ad atti omosessuali.

L’intera vicenda è stata scoperta grazie alla perspicacia di due mamme: preoccupate per il comportamento dei loro figli, avevano visionato il contenuto dei loro telefonini. I difensori del giovane hanno chiesto al Tribunale correzionale di evitare al loro assistito di tornare in prigione, dove ha già trascorso dieci mesi in detenzione preventiva. Negli ultimi tre anni, inoltre, l’imputato è stato privato di internet e di contatti con adolescenti. (Ats/Red)

Potrebbe interessarti anche
Tags
allenatore
ginevra
giovane
adolescenti
ex allenatore
© Regiopress, All rights reserved