Svizzera
01.03.2017 - 17:100
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:18

Blocher s'è rotto il naso

L'ex consigliere federale e nazionale dell'UDC Christoph Blocher è scivolato ieri sera all'interno di Palazzo federale su una chiazza d'acqua ed è caduto rovinosamente, riportando fratture multiple al naso.

Blocher è stato operato nella notte all'ospedale ed è già stato dimesso, ha detto all'ats il suo portavoce Martin Baltisser, confermando una notizia pubblicata oggi da "20 Minuten" online. "Sta bene, ma deve ancora rimanere tranquillo alcuni giorni", ha aggiunto l'ex segretario generale dell'UDC svizzera.

In una videointervista pubblicata in serata da "20 Minuten" online l'ex presidente dell'UDC svizzera Toni Brunner, presente al momento dell'incidente, spiega che la direzione del partito aveva convocato una riunione nella sala 310, all'ultimo piano di Palazzo federale. Blocher è scivolato sul pavimento di marmo a causa di una pozza d'acqua - non l'unica - causata da una perdita dal tetto di vetro, investito dalla tempesta Volkmar. Secondo l'attuale presidente dell'UDC Albert Rösti l'anziano leader carismatico del partito reggeva dei classificatori con entrambe le mani e non ha così potuto proteggersi il viso.

"Ha perso molto sangue", afferma Brunner, che accusa la Confederazione per l'incidente. Una causa milionaria come negli USA non è possibile in Svizzera, afferma, ma non si possono lasciare simili falle a Palazzo federale, aggiunge.

"20 Minuten" rammenta che questo non è il primo infortunio del genere per il 76enne Christoph Blocher: nel 2005 il leader carismatico dell'Unione democratica di centro era inciampato ed era caduto da un palco davanti alle telecamere mentre partecipava alla festa delle corporazioni "Sechseläuten" a Zurigo. Nel marzo 2012 era inciampato su un marciapiede ferroviario a Erlenbach (ZH) e si era ferito leggermente al labbro superiore e al naso. Nel dicembre 2015 era di nuovo caduto a Zurigo, mentre con la moglie Silvia era diretto dalla Sechseläutenplatz alla vicina stazione di Stadelhofen. In questa occasione si era ferito alla spalla sinistra e aveva dovuto essere ricoverato d'urgenza all'ospedale.

Blocher, classe 1940, industriale, era entrato per la prima volta nel Consiglio nazionale nel 1979. Nel dicembre 2003 era stato eletto nel Consiglio federale, dal quale è stato escluso quattro anni più tardi per essere sostituito da Eveline Widmer-Schlumpf. Nella Camera del popolo era tornato nel 2011, ma si era dimesso a fine maggio del 2014. "Spreco troppo tempo in parlamento", aveva dichiarato allora. Di Palazzo federale era tuttavia rimasto "ospite fisso", rileva il "Blick" riferendo a sua volta dei suoi diversi infortuni. (ats)

© Regiopress, All rights reserved