Chiasso
0
Grasshopper
0
1. tempo
(0-0)
SC Kriens
Wil
17:30
 
Ticino Rockets
0
La Chaux de Fonds
8
2. tempo
(0-3 : 0-5)
GCK Lions
0
Turgovia
1
1. tempo
(0-1)
Langenthal
Visp
17:30
 
Olten
Zugo Academy
17:30
 
Sierre
Winterthur
18:00
 
Chiasso
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
1. tempo
0-0
Grasshopper
0-0
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:15
SC Kriens
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
17:30
Wil
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:15
Ticino Rockets
LNB
0 - 8
2. tempo
0-3
0-5
La Chaux de Fonds
0-3
0-5
 
 
5'
0-1 HASANI
 
 
7'
0-2 HOFMANN
 
 
16'
0-3 HOLDENER
 
 
22'
0-4 COFFMAN
 
 
23'
0-5 BOGDANOFF
 
 
24'
0-6 GREZET
 
 
32'
0-7 DUBOIS
 
 
35'
0-8 BOUCHAREB
HASANI 0-1 5'
HOFMANN 0-2 7'
HOLDENER 0-3 16'
COFFMAN 0-4 22'
BOGDANOFF 0-5 23'
GREZET 0-6 24'
DUBOIS 0-7 32'
BOUCHAREB 0-8 35'
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:15
GCK Lions
LNB
0 - 1
1. tempo
0-1
Turgovia
0-1
 
 
2'
0-1 COLLENBERG
COLLENBERG 0-1 2'
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:15
Langenthal
LNB
0 - 0
17:30
Visp
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:15
Olten
LNB
0 - 0
17:30
Zugo Academy
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:15
Sierre
LNB
0 - 0
18:00
Winterthur
Ultimo aggiornamento: 07.12.2019 17:15
Davide Agosta
Svizzera
20.08.2015 - 13:550
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:13

Gli svizzeri stanno bene ma crescono le malattie croniche e l'abuso di medicamenti 

La popolazione in Svizzera gode di buona salute. Tuttavia il sistema sanitario si trova ad affrontare sfide notevoli per rispondere al numero sempre crescente di malattie croniche. È quanto si legge nel Rapporto nazionale sulla salute 2015, pubblicato dall’Osservatorio svizzero della salute (Obsan). Il documento prende in esame vari momenti della vita, dall’infanzia all’età avanzata, traendone alcune conclusioni: per esempio, se si è in sovrappeso già da giovani, il rischio di ammalarsi più tardi è grande. La quota di giovani in sovrappeso tra i 16 e i 24 anni è raddoppiata negli ultimi 20 anni, passando dall’11% al 24% tra gli uomini e dall’8% al 14% tra le donne. La quota di adulti in sovrappeso e obesi è passata dal 30 al 41% tra il 1992 e il 2012, spiega l’Obsan. Tra i giovani colpisce la frequenza dei disturbi psichici: il 15% delle giovani e l’8% dei giovani soffrono di sintomi depressivi da medi a gravi. Mentre questa quota scende nelle fasi della vita adulta, sale il tasso di consumatori di alcool e tabacco. Nella mezza età sono le malattie croniche a diventare predominanti. Attualmente in Svizzera ben 2,2 milioni di persone ne soffrono. Tra gli ultracinquantenni, uno su cinque è affetto persino da più di una patologia cronica. Inoltre il consumo di medicinali che andrebbero somministrati con la massima cautela in età più avanzata è ampiamente diffuso: quasi una persona su otto di più di 74 anni assume ogni giorno sonniferi o tranquillanti. In Svizzera sono particolarmente diffusi il cancro, il diabete, le malattie cardiovascolari e respiratorie, le patologie muscoloscheletriche, la depressione e la demenza. Su tali malattie incide anche il comportamento delle persone: il consumo eccessivo di alcool e tabacco, la pratica insufficiente di attività fisica, un’alimentazione poco sana e il conseguente sovrappeso contribuiscono ad ammalarsi in tutte le fasce di età. Considerato l’invecchiamento della popolazione, nei prossimi decenni il numero di malati cronici e affetti da patologie multiple «continuerà a salire vertiginosamente», sottolinea l’Obsan. Il sistema sanitario svizzero è preparato solo in parte a questo aumento, «poiché sinora era orientato in primis al trattamento delle persone affette da malattie acute». La maggior parte degli attori del sistema sanitario è unanime nel ritenere che la priorità vada indirizzata verso terapie mediche durevoli per le persone affette da malattie croniche singole o multiple. In particolare, sarà necessario promuovere l’autogestione delle malattie croniche, in modo che gli interessati possano essere d’aiuto a loro stessi. Bisognerà poi evitare doppioni nel processo terapeutico e favorire l’attività fisica, anche in età avanzata.

Potrebbe interessarti anche
Tags
malattie croniche
malattie
giovani
obsan
sistema sanitario
quota
sistema
salute
svizzera
età avanzata
© Regiopress, All rights reserved