Ashleigh Barty (Keystone)
Tennis
07.06.2019 - 15:260

Finale Barty-Vondrousova, Wta furibonda per la programmazione

Roland Garros: semifinali femminili giocate al mattino e non sul centrale. La Federazione internazionale contro gli organizzatori: "Ingiusto e inappropriato”.

La finale femminile del Roland Garros vedrà affrontarsi Ashleigh Barty (Wta 8) e Marketa Vondrousova (Wta 38). L'australiana ha superato 6-7 6-3 6-3 la giovane statunitense Amanda Anisimova (51), mentre la ceca ha battuto 7-5 7-6 la britannica Johanna Konta (26).

Tradizionalmente in programma il giovedì pomeriggio sul Philippe Chatrier, le semifinali donne sono state spostate al venerdì, giorno dedicato di solito alle semifinali uomini. Un'eccezione data dalla pioggia, che mercoledì ha provocato l'annullamento degli ultimi quarti femminili.
Le partite si sono giocate in contemporanea a partire dalle 11, una sul Suzanne Lenglen e l'altra sul nuovo campo Simonne Mathieu, immerso nei giardini delle serre d'Auteuil. Una decisione che ieri la Wta (federazione internazionale femminile) aveva qualificato come “ingiusta e inappropriata”.

Vondrousova, 19 anni, diventa la più giovane giocatrice a qualificarsi per la finale di uno Slam, dopo Caroline Wozniacki (Us Open 2009). In sei partite, la mancina non ha perso nemmeno un set. Un percorso, quello sulla terra di Parigi, che da lunedì prossimo le permetterà di entrare per la prima volta nella top 20; mentre Barty farà parte delle migliori 5 giocatrici al mondo. Prima australiana in finale al Roland Garros dopo Samantha Stosur nel 2010, Barty potrebbe succedere a Margaret Court, vincitrice 46 anni or sono.

© Regiopress, All rights reserved