MUSETTI L. (ITA)
0
TSITSIPAS S. (GRE)
0
1 set
(2-4)
PAQUET C. (FRA)
1
SABALENKA A. (BLR)
0
2 set
(6-2 : 2-0)
Canada
6
Francia
1
3. tempo
(2-0 : 2-0 : 2-1)
Finlandia
3
Repubblica Ceca
0
2. tempo
(2-0 : 1-0)
feuz-veloce-in-prova-nonostante-la-mano-fratturata
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
27 min

Scherwey lascia la Nazionale. ‘Lo devo al mio corpo’

Il club gli avrebbe concesso di restare, ma l’attaccante del Berna decide di tornare a casa per operarsi. ‘A un certo punto non sentivo più il piede’
Calcio
2 ore

L’apostrofo rosa tra il Botta e la Nazionale

Nel giorno del suo 31esimo compleanno Mattia Bottani festeggia la convocazione di Yakin: ‘Non ci credevo più, proverò a dimostrare che non si sbaglia’
CALCIO
2 ore

Al Grasshopper non meno di nove partenze

Le cavallette cambiano pelle in vista della prossima stagione. Al momento, cinque mancati rinnovi e quattro rientri dal prestito
tiro
2 ore

Vittoria di Oxana Baetscher ai Campionati cantonali juniores

All’84esima edizione della Giornata cantonale del giovane tiratore a 300 m, successo della pregassonese davanti a Luca Veglio e Alex Patocchi
scherma
3 ore

Ancora un titolo svizzero a squadre del Club Lugano Scherma

Ai Nazionali di spada di Neuchâtel, festeggiano le ragazze U20, battendo in finale il Ginevra di un solo punto. Quarto posto per le U17
PODISMO
3 ore

Oehen e Stampanoni trionfano al Tamaro Trail

Elhousine Elazzaoui ha invece migliorato il trentennale record della Giubiasco-Carena. Domenica in programma la Staffetta Vigor
Hockey
3 ore

Smacco Danimarca: la Slovacchia le soffia il posto all’ultimo

Tatar e compagni infliggono una severa lezione agli scandinavi. Mentre nell’altro girone anche gli Stati Uniti chiudono la prima fase con un successo
Altri sport
3 ore

‘Dopo Merckx e Cancellara, riecco il ciclismo nel Mendrisiotto’

Presentata la 5ª tappa del Tour de Suisse in agenda il 16 giugno sulle strade che hanno già vissuto epiche battaglie. ‘Favorito Marc Hirschi’
CICLISMO
3 ore

Tappa a Hirt, Hindley rosicchia 4” alla maglia rosa Carapaz

Nella giornata del Mortirolo, al Giro d’Italia si impone il ceco, davanti al giovane olandese Arensman. Domani altra frazione di montagna
26.12.2019 - 14:16

Feuz veloce in prova, nonostante la mano fratturata

Settimo tempo nell'unico allenamento per la discesa di Bormio. E intanto gli atleti si sollevano contro la Fis per una preparazione delle piste ritenuta lacunosa

a cura de laRegione

Beat Feuz ha ribadito di essere in forma, nonostante l'infortunio alla mano subito nel superG della Val Gardena e costatogli la frattura di un osso dell mano. Il bernese ha ottenuto il settimo crono nell'unica sessione di prove in vista della discesa libera di domani a Bormio. Ha chiuso a mezzo secondo dal più veloce, il francese Brice Roger, il quale ha preceduto gli italiani Paris e Casse. Ricordiamo che la pista Stelvio sarà protagonista nel weekend di due discese e una combinata. Domani la prima libera, che sostituirà quella annullata in Val Gardena, si disputerà su un tracciato ridotto.

C'è maretta tra gli atleti

Nel frattempo, però, è maretta in seno agli sciatori, i quali hanno voluto far sentire la loro voce in merito alle ultime prove disputate, quelle in Alta Badia. In molti, infatti, hanno ritenuto la pista di gara indegna di una Coppa del mondo... «Ci sono stati diversi infortuni perché la pista non era preparata in modo adeguato. C'è molto dilettantismo e un'organizzazione non sufficientemente all'altezza», si è lamentato il francese Alexis Pinturault, infortunatosi alla coscia (lesione muscolare) e in forse per la combinata di domenica. Tra coloro che hanno riportato spiacevoli conseguenze dal doppio impegno di Alta Badia, anche l'elvetico Marco Odermatt, operato al menisco del ginocchio destro e che potrebbe rientrare, nella miglior delle ipotesi, poco prima della fine della stagione.

«Per una prova di Cdm una pista così è davvero al limite – ha dichiarato il norvegese Henrik Kristoffersen, vincitore del gigante – Non incolpo gli organizzatori, in quanto questi attuano le disposizioni fornite loro dalla Federazione internazionale». Ed è in effetti la Fis ad essere presa di mira delle critiche degli atleti, come quelle del francese Victor Muffat-Jeandet... «Complimenti alla Fis per una nuova magnifica preparazione di corsa e un super spettacolo – ha scritto, con chiara ironia, sui social media –. Non ho mai visto una cosa simile dal mio ingresso in Coppa del mondo nel 2009. Penso che la Fis abbia i mezzi sufficienti per mettere una squadra a disposizione della preparazione delle piste e che possa farlo con largo anticipo, non solo negli ultimi giorni. È una questione di sicurezza nei confronti degli atleti e permetterebbe al nostro sport di rappresentare uno spettacolo per tutti gli appassionati», ha concluso Muffat-Jeandet che come molti altri sciatori critica la federazione internazionale, colpevole di non ascoltare a sufficienza la voce degli atleti.

Ad onor del vero, per ogni prova di Coppa del mondo gli sciatori e le sciatrici hanno diritto a un rappresentante che possa dialogare con la Fis e gli organizzatori: un figura che gode, però, di un margine di manovra troppo ristretto e, di conseguenza, di un peso decisionale molto limitato. Anche se a volte i protagonisti dello spettacolo del Circo bianco provano a a condizionare le decisioni di chi sta sopra di loro. Come successo a Val d'Isère due settimane fa: numerosi atleti si erano riuniti prima dello slalom per esprimere la loro volontà di non prendere il via in condizioni meteo considerate troppo sfavorevoli. E la corsa era stata annullata...

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved