Keystone
Mondiali di hockey
15.05.2019 - 18:340
Aggiornamento : 19:55

Svizzera inarrestabile: Norvegia sconfitta 4-1

I rossocrociati continuano il loro percorso senza sbavature ai Mondiali in Slovacchia: quarta vittoria e quarti di finale ormai in tasca

Missione compiuta. I ragazzi di Fischer al termine di una solida prova sconfiggono senza problemi la Norvegia. Doppietta di Ambühl e reti di Hischier e Hofmann. Manca la matematica, ma ormai la qualificazione ai quarti di finale è raggiunta. Ora due giorni di pausa e poi sotto con la Svezia. 

La Svizzera ripropone Genazzi in difesa al posto dell’infortunato Janis Moser. Genoni difende la gabbia. I rossocrociati colpiscono in sostanza al primo vero affondo. Ambühl si presenta al 5’30’’ solo davanti al portiere Holm e lo fredda con un pregevole backhand. Poco dopo è Haas a sfiorare il raddoppio. La Norvegia prova a reagire, al 9’ Reichenberg impegna Genoni. In seguito la Svizzera resiste senza problemi alla prima inferiorità numerica. I norvegesi provano ad aumentare il ritmo, Roymark al 14’ non sfrutta una chance. Dall’altra parte è invece Praplan a fallire una favorevole opportunità. L’ultima parte di periodo è di prevalenza elvetica. Andrighetto va due volte vicino al secondo punto. Arriva anche il primo powerplay di giornata. Nella circostanza Martschini colpisce il palo. Nel finale superiorità numerica norvegese senza sussulti. Nel complesso primo tempo giocato a ritmi non elevati e con poche emozioni.

La Svizzera inizia la frazione centrale all’attacco, Moser si crea subito una buona opportunità dopo pochi secondi. È il preludio al raddoppio, ottenuto con una mossa molto furba da Hischier dopo 34’’. Al 25’ penalità inflitta a Fora che non porta a conseguenze. Dopo 28’ dura carica ai danni di Kurashev. Il numero 23 fortunatamente non riporta danni. Il susseguente powerplay non dà esito. Al 31’ è Ambühl a finire sulla panchina dei cattivi, la Svizzera si difende con ordine. Fora e soci gestiscono il vantaggio tranquillamente, la Norvegia non sembra avere i numeri per rientrare in partita. Al 36’ nuova impennata rossocrociata, Ambühl da sottomisura impensierisce Holm. È l’ultima emozione del tempo centrale.

L’ultimo periodo vede gli elvetici controllare la contesa. Al 45’ Praplan colpisce la traversa. I nordici non riescono quasi mai a pervenire in maniera minacciosa dalle parti di Genoni. Dopo 49’ ottima chance per Fora, il tiro del ticinese si stampa sul palo. La gioia è solo rimandata di qualche secondo. Un errore in fase d’impostazione da parte norvegese permette a Martschini di partire in avanti e servire Hofmann. L’ormai ex bianconero fa 3-0. È il gol della definitiva sicurezza, anche se la Svizzera mai ha dato l’impressione di poter perdere il controllo della sfida. A 5’ dalla sirena finale superiorità norvegese con Genoni che ci mette una pezza. Ritrovata la completezza numerica ecco al 56’02’’ il 4-0 firmato da Ambühl, abile a deviare un tiro di Genazzi. Nel finale piccola distrazione, la Norvegia ne approfitta e segna il punto della bandiera con Lindstrom. Peccato per Genoni e il suo shutout, ma poco importa. La Svizzera vince e convince, in attesa degli esami più difficili. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
norvegia
svizzera
genoni
finale
ambühl
fora
© Regiopress, All rights reserved