Keystone
Mondiali di hockey
04.05.2019 - 21:020
Aggiornamento : 07.05.2019 - 14:23

La Svizzera batte la Lettonia. E da adesso in poi si fa sul serio

I rossocrociati non steccano la prova generale dei Mondiali, dove Fischer ha deciso di portare anche Bertaggia, Fora e Hofmann, ma non Müller.

Si conclude con un successo la fase di preparazione ai Mondiali che si aprono fra una settimana a Bratislava e Kosice. Per una Svizzera che comincia senz'altro meglio della sera prima, al cospetto di una Lettonia aggressiva ma il più delle volte costretta a rincorrere il disco, e che finisce quindi col caricarsi di penalità. Ed esattamente come nella sfida di Herisau, anche stavolta gli elvetici possono disporre di una doppia superiorità numerica (di una cinquantina di secondi), per le espulsioni di Kulda e Gigeris tra il 13'06'' e il 14'12. A differenza di quanto era capitato nell'Appenzello esterno, tuttavia, gli elvetici l'occasione non la sprecano, aprendo le marcature al 14'51'' sull'asse vallesano Hischier-Praplan.

Rientrati dalla prima pausa sull'1-0, i rossocrociati cercano di ripartire da dove hanno lasciato, e a tratti le loro iniziative sono da applausi. E mentre il pubblico di Weinfelden si diverte, gli uomini di Fischer fanno girare abilmente i dischi e si creano pure alcune buone opportunità. Tuttavia il raddoppio non arriva, e negli ultimi minuti del tempo - per la prima volta dall'inizio del confronto - i padroni di casa devono anche subire le iniziative degli ospiti.

Sin dall'avvio del terzo periodo Diaz e compagni cercano quindi di correggere il tiro. E la rete tanto attesa per spegnere le speranze lettoni arriva al 49'25'', quando Moser è il più lesto di tutti nel controllare una respinta del portiere su tiro di Praplan, per il 2-0 che chiude in anticipo la partita. La Svizzera di gol ne avrebbe pure confezionato un terzo, al 56'14'', ma il tocco col pattino di Hollenstein viene ritenuto volontario dagli arbitri.

Patrick Fischer ha comunicato subito dopo la fine dell'ultima amichevole le sue ultime decisioni a livello di squadra: il selezionatore ha tagliato i difensori Samuel Kreis (Bienne), Andrea Glauser (Langnau) e gli attaccanti Denis Hollenstein (Zurigo) e Marco Müller (Ambrì), confermando quindi il posto ad Alessio Bertaggia, Michael Fora, Gregory Hofmann e Romain Loeffel.

I rossocrociati hanno ora un volto praticamente definitivo (in attesa, naturalmente, di conoscere il destino di Sven Andrighetto e Dean Kukan nei quarti dei playoff oltre oceano) e sabato prossimo alle 12.15, sul ghiaccio di Bratislava, cominceranno infine la loro avventura ai campionati del mondo, contro la neopromossa Italia.

La selezioni per i Mondiali

Portieri: Reto Berra (Friborgo), Leonardo Genoni (Berna), Robert Mayer (Ginevra).

Difensori: Raphael Diaz (Zugo), Michael Fora (Ambrì), Lukas Frick (Losanna), Joël Genazzi (Losanna), Roman Josi (Nashville Predators/NHL), Romain Loeffel (Lugano), Janis Moser (Bienne), Yannick Weber (Nashville Predators/NHL).

Attaccanti: Andres Ambühl (Davos), Alessio Bertaggia (Lugano), Christoph Bertschy (Losanna), Kevin Fiala (Minnesota), Gaëtan Haas (Berna), Nico Hischier (New Jersey Devils/NHL), Grégory Hofmann (Lugano), Philipp Kurashev (Rockford IceHogs/AHL), Lino Martschini (Zugo), Simon Moser (Berna), Vincent Praplan (Springfield Thunderbirds/AHL), Damien Riat (Bienne), Noah Rod (Ginevra), Tristan Scherwey (Berna).

Potrebbe interessarti anche
Tags
svizzera
berna
lugano
fischer
losanna
mondiali
bienne
bertaggia
fora
moser
© Regiopress, All rights reserved