Keystone
Mondiali di hockey 2019
26.04.2019 - 22:360
Aggiornamento : 07.05.2019 - 14:26

Così è tutta un'altra cosa

La Svizzera detta legge nel primo dei due test con la Francia. Hischier subito in gol tre volte, ma segnano pure Hofmann, Ambühl e Kurashev

La Nazionale di Fischer rialza la testa, dopo le due sconfitte in Russia che avevano dato il via alla preparazione ai Mondiali in Slovacchia. E a farne le spese è la Francia di Philippe Bozon, in una partita in cui Fleury e compagni devono rincorrere dischi praticamente sin dall'avvio. Tanto che nei primi 20' il bilancio dei tiri è addirittura di 15 a 3 in favore degli elvetici. I quali vanno alla pausa sullo 0-0, ben sapendo però che, avanti di quel passo, prima o poi il disco sarebbe finito per entrare. Ed è ciò che infatti succede al 21'13'', quando un puck filtrante del diciannovenne debuttante Philipp Kurashev, fresco di firma di un contratto entry-level con i Chicago Blackhawks, finisce sul bastone di Grégory Hofmann, e l'ormai ex attaccante bianconero non lascia scampo al portiere franco finlandese dell'Anglet, Sebastian Ylönen.
Sull'onda dell'entusiasmo, i rossocrociati continuano a premere: dapprima Rod si vede negare il raddoppio per ostruzione sul portiere, poi Hollenstein trova la parte inferiore della traversa con un tocco a botta sicura. Finché, al 27'32'', un'ottima combinazione in powerplay, conclusa da Ambühl, regala agli uomini di 'Fischi' il punto del 2-0. Mentre il pubblico della Graben, visibilmente appagato, si mette addirittura a fare la 'olà', ancor prima che finisca il secondo tempo.
Poi, infine, arriva anche il momento di Nico Hischier. Il cui primo gol in Nazionale, al 38esimo secondo del terzo tempo, fa balzare in piedi di scatto i 4'500 mila spettatori di uno stadio pieno all'inverosimile. E non è tutto: la stella dei New Jersey Devils troverà infatti il modo di segnare altre due volte: al 53'52'' e al 57’03’’ (su assist di Michael Fora), prima del definitivo 6-0 di Kurashev (al 57’27’’), che mette fine a una bella serata di hockey, in attesa della rivincita contro lo stesso avversario domani alle 18, alle Vernets di Ginevra. A due settimane esatte dal debutto a Bratislava contro la neopromossa Italia.

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
kurashev
© Regiopress, All rights reserved