prosegue-il-sogno-dell-ambri
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
nuoto sincronizzato
1 ora

Il nuoto sincronizzato in Svizzera fa i conti con gli abusi

Bufera sul dipartimento gestito da Swiss Aquatics, respingono le accuse ma si dimettono i co-direttori sportivi Markus Thöni e Patricia Fahrni
Tennis
3 ore

Wawrinka cede alla distanza a Jannik Sinner

Il vodese deve salutare Wimbledon al primo turno, sconfitto dal talentuoso italiano 7-5 4-6 6-3 6-2
ciclismo
5 ore

Tour de France, non ci saranno Alaphilippe e Cavendish

I due non sono stati convocati dalla Quick-Step
footbalino
5 ore

Anche tre atleti disabili ai Mondiali di Footbalino

La partecipazione è il frutto della collaborazione tra la federazione svizzera e quella ticinese
Calcio
6 ore

Mercato, Cragno al Monza

Il portiere arriverà in prestito dal Cagliari
ginnastica artistica
6 ore

Ginnastica, oro e argento ai Campionati svizzeri per Lena Bickel

La ticinese è prima alle parallele asimmetriche e seconda nel concorso multiplo. Argento e bronzo (ad anelli e sbarra) anche per Mattia Piffaretti
Calcio
6 ore

Simone Rapp a Karlsruhe

Il ticinese lascia Vaduz per la Germania
Calcio
6 ore

Lucas Leiva torna in Brasile

Il 35enne centrocampista giocherà nel Gremio
Triathlon
7 ore

Sasha Caterina si mette in evidenza ai Mondiali di Montreal

Con il contributo del triatleta ticinese la giovane squadra svizzera conclude sesta e si guadagna il pass per le Olimpiadi di Parigi
Calcio
8 ore

Il Bellinzona sfida in amichevole il Lugano II

A Giubiasco mercoledì sera prima uscita stagionale per entrambe le squadre
hockey inline
8 ore

Il Malcantone finisce in bellezza, il Sayaluca avanza

I primi battono il Bienne Seelanders di misura, i luganesi puniscono Givisiez I e II
TENNIS
9 ore

Wimbledon, eliminata in entrata Ylena In-Albon

La rossocrociata, al debutto in un torneo dello Slam, è stata sconfitta al primo turno da Alison Riske
Calcio
9 ore

Lucien Favre ritorna sulla panchina del Nizza

Il 64enne vodese trova una nuova panchina dopo quella del Borussia Dortmund. Sostituisce Galtier, nuovo tecnico del Psg
HOCKEY
09.03.2022 - 22:05
Aggiornamento: 23:04

Prosegue il sogno dell’Ambrì

I leventinesi espugnano per 5-1 e con pieno merito la Postfinance Arena di Berna. Il traguardo dei pre playoff rimane possibile

di Marco Maffioletti

Il pugile all’angolo non molla. L’Ambrì torna a meno 6 dal Berna dopo la vittoria ottenuta nello scontro diretto. La sfida a distanza si fa sempre più appassionante e incerta. Per i leventinesi è la terza vittoria consecutiva, non capitava da inizio campionato, quando Pestoni e cricca s’imposero pure per tre volte filate.

L’Ambrì si presenta a Berna senza Conacher. Il canadese si è fratturato una mandibola, la sua stagione è terminata. Sempre out D’Agostini. L’Ambrì, con soli 3 stranieri, recupera perlomeno Burren. Il difensore prende il posto di Pezzullo. Il Berna, pure falcidiato dalle assenze, deve fare a meno anche di Dähler. I portieri sono Wüthrich e Juvonen.

L’inizio di partita è molto chiuso, la fase di studio è lunga, nessuno vuole scoprirsi. I portieri non devono praticamente mai superarsi nei primi 10’ di gioco. Ci pensa Bürgler, in powerplay, ad aprire le danze. Nel frangente Wüthrich non è perfetto. Dopo un nuovo powerplay leventinese, stavolta non sfruttato, il Berna si fa minaccioso, Colin Gerber da sotto misura non concretizza. È l’unica vera chance locale nel primo periodo. Nel finale, nuovamente in powerplay, è McMillan ad andare vicino al raddoppio.

La seconda frazione si apre con la rete dell’ex di turno Heim al 25’. Pregevole la deviazione del numero 44 su tiro di Isacco Dotti. Qualche istante dopo, con il Berna frastornato, Pestoni e Fora sfiorano la terza segnatura. Gli ospiti continuano ad attaccare, è il turno di Bianchi, il suo tiro è pericoloso, ma Wüthrich ci mette una pezza. È in sostanza un assedio quello biancoblù, il coach del Berna chiama dunque il timeout al 28’. Il pubblico locale inizia a spazientirsi, piovono i primi fischi. I loro beniamini nei primi 30’ hanno tirato appena 5 volte verso la gabbia difesa da Juvonen. Al 33’ altra bella opportunità per i ticinesi, con Kostner che non riesce a fare centro. Stessa sorte, un minuto dopo, per Zwerger. Dall’altra parte Juvonen si deve limitare all’ordinaria amministrazione, l’unico brivido è provocato da una deviazione del compagno Burren, con il disco che fortunatamente termina a lato. Ben più impegnato Wüthrich, con Kostner di nuovo protagonista sfortunato. Il vantaggio di due reti per i leventinesi dopo due tempi è in fin dei conti troppo stretto.

Poco male, in entrata di frazione Bianchi realizza la rete del 3-0. Il Berna riesce a reagire e accorcia le distanze al 44’ con Fahrni. L’Ambrì ha subito l’occasione per riallungare, ma Kostner perde il duello con Wüthrich. In inferiorità numerica è Pestoni a presentarsi solo davanti al portiere, quest’ultimo ha la meglio. I padroni di casa sprecano ben due powerplay consecutivi. Jeremi Gerber, a porta praticamente incustodita, spara alto. Moser e compagni cercano ora di premere, ma l’Ambrì non trema praticamente mai, anzì è Grassi a portare il pericolo maggiore. A porta vuota, a sigillare il successo, arriva infine il 4-1 di Zwerger. Nel finale c’è gloria anche per Pestoni, sua la quinta rete. Si finisce tra i fischi del pubblico locale, molto deluso e inviperito dalla prestazione dei suoi idoli.

Berna – Ambrì (0-1 0-1 1-3) 1-5

Reti: 10’09’’ Bürgler (Pestoni, Hietanen/ esp. Jeffrey) 0-1. 24’10’’ Heim (Isacco Dotti, Kneubuehler) 0-2. 41’36’’ Bianchi (Trisconi) 0-3. 43’27’’ Fahrni (Bader, Goloubef) 1-3. 56’47’’ Zwerger (Pestoni/ porta vuota) 1-4. 58’56’’ Pestoni (Dal Pian) 1-5

Berna: Wüthrich; Goloubef, Müller; Andersson, Beat Gerber; Thiry, Colin Gerber; Pinana; Daugavins, Jeffrey, Moser; Fahrni, Varone, Bader; Sciaroni, Kast, Rüfenacht; Berger, Fuss, Jeremi Gerber; Jan Neuenschwander

Ambrì: Juvonen; Fora, Isacco Dotti; Hietanen, Fischer; Fohrler, Zaccheo Dotti; Burren; Trisconi, Kostner, Bianchi; Bürgler, Heim, Kneubuehler; Pestoni, McMillan, Zwerger; Grassi, Dal Pian, Incir; Joel Neuenschwander

Arbitri: Tscherrig, Stolc; Schlegel, Stalder

Note: 13’062 spettatori. Penalità: Berna 5 x 2’. Ambrì 4 x 2’’. Tiri: 17-32 (4-8, 5-13, 8-11). Berna senza Henauer, Scherwey, Blum, Untersander, Thomas (infortunati), Dähler, Kahun (malati) e Praplan (motivi personali). Ambrì privo di Conz, Conacher, Hächler, D’Agostini, Regin (infortunati) e Pezzullo (in soprannumero). Al 27’06’’ timeout Berna. Dal 56’39’’ al 56’47’’ Berna senza portiere. Premiati come migliori in pista Fahrni e Heim

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
berna hc ambrì piotta national league
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved