a-lugano-non-e-serata-e-lo-zugo-ringrazia
Altri tre punti per la capolista (Keystone)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 FANTASY HOCKEY
1
OjeOje
20180
2
Minoly
18353
3
HC Petronilla
15580
4
Fazz17
14994
5
HCLM
14766
6
Highliner Giazz
14670
7
Capseicina Peppers
14375
8
O la va O la spacca
14327
9
Luganesina
14201
10
Wee
12493
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
7 ore

‘Più disciplina, soprattutto nel finale delle partite’

Lo chiede l'assistente di Cereda René Matte dopo le due partite perse anche a causa delle parecchie inferiorità numeriche concesse
Sci
10 ore

Wendy Holdener chiude terza a Jasna

La rossocrociata è arrivata alle spalle dell'americana Mikaela Shiffrin e della slovacca Petra Vlhova
Sci
10 ore

Secondo posto per Feuz a Saalbach

Il bernese è arrivato al traguardo con 0''17 di ritardo nei confronti dell'austriaco Kriechmayr
Sci freestyle
12 ore

Marco e Nicole e quei conti con il destino da chiudere

I due ticinesi Tadé e Gasparini arrivano ai Mondiali al via lunedì ad Almaty (Kazakistan) da percorsi diversi, ma entrambi con voglia di rivincita
Calcio
1 gior

Si sblocca Marzouk, e pure il Chiasso

I rossoblù battono (più che meritatamente) l'Aarau e si rifanno sotto allo Xamax. Raineri: ‘Lo meritavamo’
Hockey
1 gior

Colpaccio Rockets: i pre-playoff sono una realtà

I rivieraschi battono lo Chaux-de-Fonds e si assicurano la decima posizione. Decidono Kasslatter e Lauper
Hockey
1 gior

Il Lugano scorda il Bienne e si rifà sul Berna

Alla Cornèr Arena torna il sorriso assieme ai tre punti: Lajunen, Fazzini, Boedker e Walker s'inventano i quattro gol che affossano gli Orsi
Atletica
1 gior

Pertucciani ‘vola’, ma non basta per un posto in finale

Agli Europei di Torun l'onsernonese fa segnare il suo personale e il nuovo primato nazionale U23. Ma si ferma alle semifinali
BASKET
1 gior

Gianluca Barilari non è più il coach della Nazionale svizzera

Ha raggiunto un'intesa con Swiss Basketball per la cessazione della collaborazione. Con lui, la Svizzera ha sfiorato la qualifica a Euro 2022
Hockey
15.01.2021 - 22:010
Aggiornamento : 23:15

A Lugano non è serata. E lo Zugo ringrazia

Quattro gol nel solo primo tempo segnano le sorti del venerdì sera, in una partita già ampiamente decisa dopo mezz'ora. Di Fazzini il gol della bandiera

Pronti, via ed è subito salita. Con lo Zugo che segna non solo al primo cambio, ma pure al primo tiro, con Antonietti (soprattutto) e Loeffel che si fanno subito prendere di sorpresa e intanto Diaz festeggia lo 0-1, dopo appena sedici secondi. E quello è solo l'inizio di un primo tempo davvero difficile per una formazione bianconera già diminuita da assenze pesanti in retrovia come quelle di Heed, Riva e Wolf, e che è sostanzialmente costretta a guardare giocare uno Zugo che con il disco fa praticamente ciò che vuole. Tanto che dopo venti minuti gli ospiti vanno alla pausa addirittura con quattro gol di vantaggio (Diaz, appunto, poi Thorell, Hofmann e Stadler) e un bilancio di tiri di 17 contro 7.

Di ritorno dagli spogliatoi, dopo 18 minuti di riflessione, il Lugano prova subito a reagire. E dopo appena quattordici secondi crede di aver a sua volta trovato un gol: quando, però, Morini riesce a mettere il disco in porta, gli arbitri avevano già interrotto il gioco per una evidente ostruzione di Bertaggia su Genoni. Genoni che poi, esattamente a metà tempo, deve ringraziare qualche santo in paradiso per quel tiro di Boedker che gli sfugge tra i gambali, ma che riesce comunque a deviare sul palo richiudendoli. È anche da cose del genere che si capisce che non è serata. Infatti, dopo il primo gol buono, frutto di un gran tiro di Fazzini in powerplay al 30'54'' (quando fuori c'è Langenegger, per un inutilissimo crosscheck ad Arcobello), non passano che quaranta secondi ed è già 5-1, di nuovo per colpa di Diaz, che festeggia la doppietta personale con un appoggio sulla porta apparentemente senza troppe pretese. E a quel punto è finita sul serio. Con mezz'ora d'anticipo.  

Lugano - Zugo (0-4 1-1 0-0) 1-5
Reti: 0'19'' Diaz (Zehnder) 0-1. 7'20'' Thorell (Geisser, Leuenberger) 0-2. 10'38'' Hofmann (Kovar, Schlumpf) 0-3. 17'47'' Stadler (Albrecht) 0-4. 30'54'' Fazzini (esp. Langenegger) 1-4. 31'33'' Diaz 1-5.
Lugano: Schlegel (dal 40' Fatton); Loeffel, Antonietti; Nodari, Ugazzi; Chiesa, Wellinger; Villa; Fazzini, Herburger, Bertaggia; Walker, Lajunen, Suri; Boedker, Arcobello, Bürgler; Lammer, Sannitz, Morini; Romanenghi.
Zugo: Genoni; Diaz, Geisser; Cadonau, Alatalo; Schlumpf, Stadler; Gross; Klingberg, Albrecht, Zehnder; Simion, Kovar, Hofmann; Leuenberger, Senteler, Thorell; Martschini, Shore, Bachofner; Langenegger.
Arbitri: Wiegand, Salonen (Fin); Burgy, Steenstra (Can).
Note: partita a porte chiuse. Penalità: 6 x 2' contro il Lugano; 3 x 2' contro lo Zugo. Tiri: 32-52 (7-17, 16-17, 9-18). Lugano privo di Wolf, Riva, Heed (tutti infortunati), Zurkirchen e Traber (in soprannumero); Zugo senza Wühtrich, Thürkauf. Al 9'49'' palo colpito da nFazzini. Premiati a fine partita, quali migliori in pista, Thibault Fattom e Raphael Diaz.

HOCKEY: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved