laRegione
lugano-battuto-a-friborgo-troppa-leggerezza-nel-decidere
(Keystone)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 FANTASY HOCKEY
1
Luganesina
3141
2
OjeOje
3095
3
HCLM
3032
4
Fazz17
2973
5
Wee
2498
6
Minoly
2318
7
Capseicina Peppers
2200
8
Highliner Giazz
2175
9
O la va O la spacca
2141
10
clotkamikazzze
1944
ULTIME NOTIZIE Sport
Orientamento
1 ora

Alice Maddalena e Manuele Ren campioni dello sprint

I due orientisti hanno trionfato nella gara valida quale campionato ticinese organizzata dall’O-92 Piano di Magadino a Gordola
Atletica
2 ore

Il Galà dei Castelli è il nono meeting al mondo

Dopo un’ottima decima edizione potremo ammirare l'atletica mondiale a Bellinzona il 1. luglio 2021
l'intervista
2 ore

Il mondo effervescente di Chiara Ammirati, nata per il volley

Determinazione, simpatia ed esuberanza: incontro con la diciottenne che ha ‘una punta di piede in nazionale’, al suo esordio in Lna con il Lugano
Automobilismo
17 ore

Hamilton fa 92 sul divertente circuito di Portimão

Il britannico è il primo pilota della storia a salire tanto in alto. E quota 100 gli sembra destinata
Calcio
19 ore

Coronavirus, in quarantena anche il Vaduz

La compagine del Principato è la terza del massimo campionato costretta allo stop forzato. Rinviata la partita col Losanna
Hockey
19 ore

Ambrì, stavolta l’appendice supplementare è amica 

I biancoblù centrano la qualificazione ai quarti di Coppa grazie a un gol di Grassi. 'Una bella prova di carattere'.  Lugano sul velluto con l'Oberthurgau
Basket
19 ore

Per la vetta bisogna fare i conti anche con questa Sam

La squadra di Gubitosa, dominante in ogni settore, ha messo sotto il forte Neuchâtel. Il coach: ‘Prestazione superlativa per 32 minuti’
Tennis
21 ore

Un successo tira l'altro per Marc-Andrea Hüsler

Dopo il successo sulla terra battuta rumena, lo zirighese fa suo anche il Challenger di Ismaning: 16 vittorie nelle ultime 18 partite per lui
Ciclismo
21 ore

Tao Geoghegan Hart fa suo il Giro d'Italia 2020

Nella cronometro decisiva il britannico vince il duello con laustraliano Hindley. Di Ganna l'ultimo successo di giornata
Formula 1
22 ore

Hamilton fa novantadue: è lui il più vincente in assoluto

Il britannico doma anche il circuito di Portimão. Con lui sul podio salgono Bottas e Verstappen. Alfa Romeo a bocca asciutta
Roller hockey
22 ore

Il coronavirus ferma anche il roller

Tutti i campionati sospesi fino al 30 novembre. Il Biasca aveva anticipato i tempi sospendendo gli allenamenti del settore giovanile già giovedì
Motociclismo
22 ore

Il Gp di Teruel non porta fortuna a Lüthi, subito fuori

Un contatto alla prima virata costringe il bernese ad alzare bandiera bianca. Nella MotoGp vince Lowes, che balza pure al comando della generale
Hockey
10.10.2020 - 22:090
Aggiornamento : 11.10.2020 - 16:31

Lugano battuto a Friborgo. 'Troppa leggerezza nel decidere'

Weekend senza punti per i bianconeri di Pelletier, già sconfitti la sera prima dallo Zugo. 'Abbiamo commesso troppi errori', dice il centro Giovanni Morini

Weekend in bianco per il Lugano che pure stavolta tira tanto, ma non dà mai l’impressione di poter mettere sotto il Friborgo. Pelletier conferma la formazione di ieri, con l’eccezione di Zurkirchen, al debutto stagionale in porta. La prima occasione dell’incontro capita ai bianconeri, grazie a uno strano rimbalzo della balaustra che sorprende Berra, ma non abbastanza da lasciarsi superare dal tiro (debole di Morini). Poi Traber viene penalizzato e dopo solo cinque secondi Mottet segna con un potente slap incrociato. Da lì in avanti è il Friborgo a farsi preferire, con Zurkirchen bravo a farsi trovare sempre pronto. Dall’altro lato il wrap-around di Suri viene bloccato da Berra, che deve invece ringraziare il palo che lo salva sull’incursione solitaria di Lammer, alla scadenza di una penalità di Arcobello. Per meritarsi il pareggio i bianconeri tuttavia sbagliano troppi passaggi e a tratti sembrano dover rincorrere gli avversari in zona difensiva. L'1-1 però alla fine arriva, grazie a un polsino dalla blu di Wolf, forse deviato, che al 36' sorprende Berra. La rete dà la scossa ai bianconeri che nei minuti restanti trovano finalmente un momento prolungato di pressione sulla porta friborghese, ma senza trovare altri gol.

Entrambe le formazioni iniziano logicamente in maniera guardinga il terzo conclusivo. Il primo acuto avviene dopo 5’ con Walser che si presenta solo davanti al portiere ospite, che gli nega la gioia del gol con il deviatore. A 30 secondi dalla metà del tempo tuttavia lo svittese concede un rebound evitabile su tiro di Sutter e DiDomenico è lesto ad approfittarne e a riportare in vantaggio i suoi. Il Lugano subisce il colpo e un altro gol in inferiorità numerica (questa volta sfruttata in 8 secondi) per colpa di Stalberg autore della deviazione decisiva sull’assist di Mottet. E nel giro di mezzo minuto gli uomini di Pelletier compromettono la loro serata.

A quel punto i bianconeri si gettano in avanti, sebbene fatichino a creare occasioni per ricucire lo strappo nonostante due minuti trascorsi con Stalberg penalizzato. Ma con sei giocatori di movimento arriva il gol di Fazzini, nuovamente favorito da un rimbalzo strano. Tuttavia il Lugano non fa nemmeno in tempo a imbastire l’attacco alla ricerca del pareggio che Marchon gonfia la rete sguarnita.

La delusione di Morini: 'Quando si inizia così è difficile raddrizzare'

Nonostante la buona prova individuale l’attaccante Giovanni Morini non può essere soddisfatto di come sono andate le cose a Friborgo: «Abbiamo commesso troppi errori - dice il centro del quarto blocco -. Siamo stati un po’ leggeri al momento di prendere alcune decisioni, mentre loro erano più cattivi e determinati, quando poi le partita iniziano così diventa difficile raddrizzarle».

Friborgo - Lugano (1-0 0-1 3-1) 4-2 

Reti: 5’16” Mottet (Bykov, Stalberg/5 contro 4) 1-0, 35’20” Wolf 1-1, 49’27” DiDomenico (Sutter, Berra) 2-1, 49’57” Stalberg (Mottet, Gunderson/esp. Herburger) 3-1, 58’23” Fazzini (Arcobello, Loeffel/a 6 contro 5), 58’51” Marchon (Stalberg/a porta vuota) 4-2.

Friborgo: Berra; Sutter, Furrer; Gunderson, Chavaillaz; Kamerzin, Jecker; Aebischer; Brodin, Marchon, Stalberg; DiDomenico, Walser, Schmid; Sprunger, Bykov, Mottet; Bougro, Hasler.

Lugano: Zurkirchen; Heed, Riva; Loeffel, Chiesa; Nodari, Bernd Wolf; Antoniett; Boedker, Arcobello, Fazzini; Carr, Kurashev, Bertaggia; Bürgler, Herburger, Suri; Traber, Morini, Lammer; Romanenghi.

Arbitri: Tscherrig, Fluri; Thomas Wolf, Betschart.

Note: 5160 spettatori. Penalità 1 x 2’ contro il Friborgo, 4 x 2’ contro il Lugano. Tiri in porta: 30-39 (15-11, 9-15, 6-13). Friborgo senza Abplanalp, Desharnais, Jobin (infortunati), Rossi (quarantena), Herren (squalificato). Lugano senza Lajunen, Sannitz e Wellinger (infortunati) e Walker (ammalato). Pali: 16’19” Lammer. Timeout: 53’05” Friborgo, 58’01” Lugano. Lugano senza portiere dal 58’01” e dal 59’05” al 59’25”. Premiati quali migliori in pista Mottet e Boedker.

 

 

HOCKEY: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved