laRegione
Nuovo abbonamento
Chiasso
1
Sciaffusa
1
fine
(1-0)
Wil
SC Kriens
20:30
 
Basilea
2
Xamax
0
2. tempo
(1-0)
Zurigo
Servette
20:30
 
Trattative in corso (Ti-Press)
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
3 ore
Il Lugano sogna in grande: dopo il Basilea nel mirino l'Yb
Reduce dallo storico successo contro i renani, la squadra di Jacobacci è attesa dalla trasferta in casa dei campioni svizzeri: 'Cerchiamo il colpaccio'.
Hockey
8 ore
Igor Larionov, il Professore ha una nuova cattedra
Il leggendario ex attaccante che passò dal Ticino guiderà l'Under 20 russa. 'Sogno una squadra bella da vedere, che diverta i ragazzi. E che abbia successo'
Football americano
22 ore
Svolta storica nella Nfl: è la fine dei Redskins?
La Nfl scende in campo contro il razzismo, e la squadra di Washington, sotto pressione, medita di cambiare il suo nome
Calcio
1 gior
Team Ticino, Alessandro Colombi al posto di Novoselskiy
Il direttore generale del Corriere del Ticino entra nel comitato dell'Associazione che gestisce il calcio giovanile d'élite cantonale
Automobilismo
1 gior
Scusate il ritardo: la F1 riaccende i motori
Solo otto gare certe, in calendario, per una stagione a metà che passerà sicuramente alla storia per la sua unicità
Hockey
1 gior
Per l'Ambrì Piotta ecco Julius Nättinen
I biancoblù mettono sotto contratto per un anno il finlandese, che alla Valascia si porta in dote il titolo di cannoniere della Liiga
Altri sport
1 gior
La risalita del numero di casi di Covid-19 frena il football
Le nove squadre di football di Melbourne si apprestano a lasciare temporaneamente la città dopo la nuova ondata di coronavirus
Gallery
Calcio
1 gior
Puntelli ticinesi allo zoccolo duro granata
Il presidente Paolo Righetti: ‘In questo momento l’Acb ha bisogno di gente che ama l’Acb e lo mette davanti a tutto’’
Sci
2 gior
I Mondiali di Cortina restano nel 2021
Lo ha deciso la Fis che in caso di cancellazione dell'evento per un ritorno dell'epidemia di Covic rimborserà agli organizzatori fino a 10 milioni di franchi
Calcio
2 gior
Il Basilea potrà contare su Oberlin
L'attaccante 22enne ha ricevuto il via libera dalla Sfl per tornare subito a disposizione di Marcel Koller dopo il rientro dal prestito in Austria
Calcio
2 gior
Tegola per il Lugano: finita la stagione di Mattia Bottani
Il 29enne si è procurato una lesione dei legamenti interni del ginocchio sinistro e la rottura del menisco nello scontro con il difensore del Basilea Riveros
Hockey
31.05.2020 - 15:000

Hockey e Covid: giocatori pronti a diminuirsi lo stipendio, ma...

Chiesa: 'Ognuno deve fare la sua parte, ma le soluzioni generalizzate non vanno bene. Bianchi: 'Prematuro pensare a una misura definitiva'

La questione di come i giocatori di hockey possono contribuire ad aiutare i propri club a trarsi d'impiccio dalla difficile situazione venutasi a creare con la crisi del coronavirus «è troppo complessa per pensare a una soluzione comune per tutti». A dirlo è il capitano del Lugano Alessandro Chiesa dopo la riunione, giovedì, dell'Associazione dei giocatori di hockey, cui la Lega aveva chiesto di pronunciarsi. Orbene: «La nostra è una realtà troppo differente tra una società e l'altra, e, non da ultimo, tra un giocatore e l'altro: sarebbe impensabile trovare una soluzione comune capace di rispondere alle esigenze di tutti rispettando la massima correttezza di tutte le parti in causa – ha commentato Chiesa –. L'idea che ognuno faccia la sua parte per mitigare le gravi ripercussioni finanziarie che la pandemia di coronavirus sta avendo sulle casse dei club è comunque condivisibile e, appunto, condivisa anche da tutti noi giocatori, e questo mi preme sottolinearlo. Ma, come detto, le soluzioni vanno discusse caso per caso, senza fare di ogni erba un fascio. Ecco perché alla fine delle discussioni ci è sembrato più saggio andare in questa direzione». 

Detta in soldoni: sì al taglio degli stipendi per dare una mano, no a una decurtazione generalizzata.

«Ora come ora è ancora la situazione è troppo incerta: in uno scenario così sarebbe prematuro pensare di arrivare a una soluzione definitiva come una riduzione generalizzata degli stipendi, anche perché allo stato attuale non sussistono nemmeno le garanzie con questa ricetta sia ideale per ogni società», gli fa eco il capitano dell'Ambrì Piotta Elias Bianchi -. Fatte queste considerazioni, la cosa più logica da fare è quella di preferire, appunto, soluzioni individuali anziché generalizzate».

'Salary cap', se ne riparlerà

La stretta attualità ha fatto sì che venissero accantonate, almeno temporaneamente, altri temi che stanno facendo parecchio parlare in questi giorni. Come quello dell'eventuale introduzione (comunque non realizzabile a corto-medio termine) di un tetto salariale (il cosiddetto 'Salary cap'). «Ne abbiamo parlato solo a grandi linee, senza comunque entrare nel dettaglio, e in particolare senza discutere come eventualmente si potrebbe realizzare dal profilo strutturale - spiega Elias Bianchi -. È comunque probabile che ne torneremo a parlare in modo più approfondito nel corso dei prossimi incontri: il nostro obiettivo a medio termine è quello di farci trovare pronti con le nostre considerazioni quando tutte le parti in causa discuteranno concretamente la fattibilità del 'Salary cap', in modo che anche la nostra voce possa essere ascoltata».

Al proposito, il capitano biancoblù pensa che «se partiamo dal presupposto prettamente economico, l'introduzione di un tetto salariale sarebbe un vantaggio per tutti, tranne che per i giocatori, ovviamente. Oltre a fornire chiare linee direttive per i budget societari, il Salary cap potrebbe livellare il livello tra una squadra e l'altra. Resta però da vedere se tutte le squadre, specie quelle abituate a occupare i vertici del nostro campionato, saranno disposte a perdere un po' della loro competitività. Ma, cosa ancora più importante, si dovranno verificare e se del caso realizzare le premesse per poterlo introdurre». «Quella del tetto salariale è una delle strategie che la Lega sta studiando per contenere i costi - rileva a sua volta Alessandro Chiesa -. Sul principio che di limitare il monte salari si può anche discutere. Oltrove, come nella Nhl, il tetto salariale è stato introdotto con successo, è vero, ma quella è tutta un'altra realtà: se vogliamo andare in questa direzione anche in Svizzera è necessario verificare che ci siano tutte le premesse, anche solo giuridiche, per poterlo fare».

HOCKEY: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved