Faccia a faccia (Keystone)
+7
Hockey
21.02.2020 - 21:580

Marco Pedretti beffa l’Ambrì Piotta

Una rete dell’ex al 56’ decide la sfida in favore dello Zurigo. Leventinesi sconfitti 3-1 all'Hallenstadion

La truppa di Cereda ha potuto accarezzare a lungo l’idea di portare a casa dei punti dall’Hallenstadion, ma alla fine è stata punita da un cambio volante avventato.

All'Hallenstadion, l’Ambrì Piotta può contare sui ritorni di Fora e Dal Pian, schierato all’ala. Sabolic è lo straniero in soprannumero. Il portiere di riserva, dietro a Conz, è il 17enne Krystian Jaks, il figlio di Pauli. Lo Zurigo schiera Flüeler in porta, tra gli assenti spiccano Wick e Prassl.

Bianchi apre le danze

La prima occasionissima è per gli ospiti, dopo 2’ in boxplay Flynn si presenta solo davanti a Flüeler senza però riuscire a concretizzare.  Sono perlopiù i locali a manovrare il disco, ma l’Ambrì con le sue ripartenze è sempre minaccioso e all’8’ Elias Bianchi con una di questa apre le marcature. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere, poco dopo Diem colpisce il palo. Al 10’ è invece Hollenstein ad andare vicino al pareggio. Dopo una lunga fase di pressione zurighese, al 14’ Mazzolini torna a impensierire Flüeler. In mischia al 18’ lo Zsc va vicinissimo al pareggio, idem nel finale di periodo, con Simic a fallire da posizione ghiotta.

I biancoblù sfiorano il raddoppio, ma poi i Lions reagiscono

La frazione centrale si apre all’insegna di un buon ritmo, ma le opportunità da gol si fanno attendere. La migliore è biancoblù, con Dal Pian che al 26’ mette alla prova Flüeler dalla corta distanza. Dopo un powerplay sprecato da parte ticinese, è Simic ad andare vicino al pareggio.  Dall’altra parte con una nuova ripartenza è invece Müller a sfiorare il raddoppio. Al giro di boa di metà gara Matt D’Agostini al termine di una bella combinazione fallisce il bersaglio. La gara resta vivace e piacevole. A 5’ dalla seconda sirena nuova offensiva ospite, ma in qualche modo Flüeler ne esce indenne. Stessa sorte per Conz, quando poco più tardi è Bodenmann a portare una seria minaccia. A 1’ dalla pausa in powerplay arriva il pareggio siglato da Pettersson con un tiro al volo. Sullo slancio lo Zurigo sfiora pure il secondo gettone, ma Conz compie un miracolo e ferma il tentativo di Krüger.

Un cambio volante avventato all'origine della beffa

Il primo pericolo del terzo tempo è per la gabbia ospite, Geering colpisce la traversa. Al 45’ un disco recuperato da Dal Pian permette a Müller di impegnare Flüeler. Le emozioni continuano, un azione rocambolesca con Conz lontano dalla gabbia non viene finalizzata da Pettersson. Sul finire di un powerplay al 50’ è Trisconi a non capitalizzare una buona chance. Al 55’ un’incursione di Geering e una deviazione di Hollenstein mettono in pericolo la parità. La gioia locale è però solo rinviata, al 56’ Pedretti sfrutta un cambio volante avventato sopracenerino e insacca il 2-1. Luca Cereda al 57’45’’ chaima il timeout e toglie Conz, a porta incustodita arriva così il definitivo 3-1 di Noreau.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 11 immagini
© Regiopress, All rights reserved