Ti-Press/D.Agosta
Hockey
15.02.2020 - 21:580

Per il Lugano il sabato è a secco

Dopo aver strappato due punti al Losanna, la squadra di Pelletier è costretta alla resa in casa, sconfitta di misura dal Ginevra. Decide un gol di Rod

Stavolta niente punti. Per un Lugano che scende in pista con la stessa formazione che aveva sconfitto la sera prima il Losanna ai rigori – con la sola eccezione del ritorno di Zurkirchen tra i pali al posto di Schlegel – quindi senza il trentatreenne neoacquisto svedese Johan Ryno, il cui debutto in bianconero dovrà quindi attendere. E che contro il Ginevra dal forechecking asfissiante è costretto ad andare alla prima pausa sotto di una rete, a causa di un passaggio totalmente sbagliato di Bertaggia che regala allo statunitense Tommy Wingels il comodissimo disco per l'1-0, al 18'49''.

Comincia lì la lunga rincorsa del Lugano. Che nel periodo centrale all'inizio faticano, e parecchio, nel riuscire a creare pericoli dalle parti di Descloux, ma poi la partita si fa se non proprio più bella almeno più equilibrata. Pur se sul fronte bianconero le imprecisioni non mancano, soprattutto nel settore offensivo, e così il Ginevra riesce ad arrivare al quarantesimo minuto sempre sul risultato di 1-0.

L'1-1 sull'asse McIntyre-Klasen

Il pareggio, però, alla fine arriva, al 44'37'', quando Jacquemet si trova in panchina per una trattenuta. Ed è un classico del powerplay bianconero: Klasen alza la testa e pesca McIntyre nel mezzo, il quale da due passi non lascia scampo a Descloux. E poi un paio di minuti dopo lo stesso McIntyre arriva a un niente dalla seconda rete, ma il suo tiro a botta sicura colpisce sui pattini il difensore Karrer, quando la porta ginevrina è praticamente sguarnita. E poi, dopo un'altra occasione grossa per Fazzini, un tiro di Chorney al 50'58'' finisce sulla traversa. Il nuovo vantaggio, però, è del Servette: lo firma capitan Noah Rod al 52'17'', il quale – indisturbato – penetra nel terzo difensivo bianconero e con un tiro di quelli non proprio inarrestabili sorprende Zurkirchen, che si lascia sfuggire il disco alle spalle.

Pur se colpiti nel vivo, i ticinesi cercano di buttare sul ghiaccio le energie residue alla ricerca del pareggio. Beneficiando nel finale anche di una penalità inflitta a Rod per ritardo di gioco. Senza alcun risultato concreto, però.

 

HOCKEY: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved