laRegione
Nuovo abbonamento
hc-lugano-molina-cote-e-rogger-nella-hall-of-fame
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Formula 1
11 min

La Formula Uno, ovvero il Circo della finzione

Con il bis a Silverstone si festeggiano i 70 anni del Mondiale automobilistico, ma la vicenda Racing Point (e altri problemi) ne mettono a nudo i limiti attuali
Calcio
12 ore

Ronaldo non basta alla Juve, ai quarti ci va il Lione

Negli ottavi di Champions i bianconeri superano 2-1 i francesi grazie al portoghese ma l'1-0 dell'andata premia gli uomini di Garcia. Il City elimina il Real.
Calcio
15 ore

Il Vaduz supera il Thun e vede la Super League

Rapp, Tosetti e compagni sconfitti 2-0 dalla squadra del Principato (seconda in Challenge) al Rheinpark nell'andata dello spareggio. Lunedì la sfida decisiva.
Ciclsimo
17 ore

Jakobsen esce dal coma ed è in buone condizioni

L'olandese caduto rovinosamente nella prima tappa del Giro di Polonia è stato risvegliato. Groenewegen squalificato, aperta un'inchiesta.
Calcio
17 ore

'Prestiti simili metterebbero a rischio lo sport svizzero'

Il direttore generale dell'Fc Lugano Michele Campana spiega la decisione della Sfl di non firmare l'accordo di prestito con l'Ufficio federale dello sport
Calcio regionale
19 ore

Seconda Lega, statistiche e curiosità della passata stagione

In attesa della ripresa dei campionati, ecco alcuni dati per cominciare a riaccendere i motori del calcio regionale
Calcio
1 gior

Francoforte nuovamente battuto: il Basilea vola ai quarti

Europa League, già forti del 3-0 dell'andata, i renani non fanno sconti ai tedeschi, stavolta superati con il minimo degli scarti
atletica
1 gior

Ricky Petrucciani è una scheggia sui 200 metri

Il ticinese dell'Lc Zürich fa segnare il nuovo record cantonale sulla distanza e si avvicina alla soglia dei 21"
Gallery
Hockey
1 gior

Sul ghiaccio di Biasca, l'Ambrì Piotta fa sul serio

Coach Luca Cereda: 'Il campionato? Non vedo perché non debba cominciare il 18 settembre'
Hockey
11.12.2019 - 12:380
Aggiornamento : 17:07

Hc Lugano, Molina, Côté e Rogger nella Hall of Fame

Il club celebrerà le tre leggende bianconere venerdì 20 dicembre in occasione della partita della Cornèr Arena contro il Bienne

In occasione della partita di campionato in programma alla Cornèr Arena venerdì 20 dicembre contro il Bienne l’Hockey Club Lugano celebrerà Alfio Molina, Bernard Côté e Bruno Rogger, i primi tre giocatori che entrano a far parte della Hall of Fame del club. Come nella migliore tradizione dell’hockey su ghiaccio, la Hall of Fame è destinata ad accogliere nel tempo giocatori, allenatori, dirigenti e persone che hanno lasciato un segno indelebile nella storia dell’Hcl.

Le prime tre leggende che l’Hcl ha deciso di onorare con questo prestigioso riconoscimento sono tre giocatori che nel corso degli Anni Sessanta, Settanta e Ottanta hanno contribuito a scrivere pagine memorabili, hanno regalato emozioni straordinarie e sono stati tra gli artefici di promozioni e titoli nazionali che hanno entusiasmato i tifosi.

Oltre a numeri strabilianti per numero di presenze, allori conquistati e prestazioni sul ghiaccio, Alfio Molina, Bernard Côté e Bruno Rogger hanno un altro denominatore comune. Quello di essere restati per sempre fedeli alla famiglia bianconera. Tanto che, ancora oggi e ad ogni partita li si possono incontrare nei corridoi della pista.

Alfio Molina (portiere, nato il 20.04.1948, maglia n°1)

Ragazzino, a 16 anni è tra gli artefici della promozione in serie B. Devia e agguanta dischi come un funambolo al circo. La sua spaccata è un’icona e incanta il pubblico e gli avversari. Baluardo bianconero per 24 campionati consecutivi, trascina il Lugano in serie A nel 1971 e nel 1982 ed è ancora sul ghiaccio per il primo titolo svizzero nel 1986.

24 stagioni nell’HCL (record assoluto)
3 promozioni (1964 LNB, 1971 LNA, 1982 LNA)
2 titoli svizzeri (1986, 1987)
514 partite di campionato (media 3,62 reti subìte a partita)
9° giocatore con il maggior numero di presenze, 1° portiere
2 Olimpiadi (1972, 1976), 1 Mondiale gruppo A (1972)

Bernard Côté (attaccante, nato il 05.08.1946, maglia N°16)

Juniores dei Montreal Canadiens, approda a Lugano dal Sudafrica dove giocava negli Swiss Bears. All’esordio è il mattatore della prima vittoriosa scalata alla serie A nel campionato 1970/71. Le discese a rete sono state il suo marchio di fabbrica per dieci anni. Preziosissimo allenatore della prima squadra e del settore giovanile.

10 stagioni nell’HCL
1 promozione (1971 LNA, 21 partite, 39 punti)
262 partite di campionato (231 reti, 116 assist)
2° straniero con il maggior numero di presenze
4 stagioni head coach della prima squadra

Bruno Rogger (difensore/attaccante, nato il 19.01.1959, maglia n°20)

Il primo svizzero-canadese approdato a Lugano, città che elegge suo domicilio per un’intera vita. Nato attaccante con il fiuto del gol, si trasforma in un difensore di gran classe, solido e prolifico. Con la maglia numero 20 vince quattro titoli con il Grande Lugano degli Anni Ottanta, pilastro alla corte di Slettvoll e punto di riferimento per più di una generazione di giocatori bianconeri.

11 stagioni nell’HCL
1 promozione (1982 LNA)
4 titoli svizzeri (1986, 1987, 1988, 1990)
420 partite di campionato con l’HCL (116 reti, 137 assist)
1 Olimpiade (1988), 1 Mondiali gruppo A (1987)

HOCKEY: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved