Keystone
Hockey
14.12.2018 - 22:240
Aggiornamento : 15.12.2018 - 03:38

Per 'Fischi' Lucerna è uguale a Krefeld

Come alla Deutschland Cup la Nazionale si arrende alla Russia nella sfida decisiva, ma stavolta la Svizzera perde terreno già nel primo tempo: finisce 5-1

Come a Krefeld, nel mese di novembre. Quando la Nazionale di Fischer s'era dovuta inchinare alla Russia, vincitrice dell'edizione 2018 della Deutschland Cup. A Lucerna finisce esattamente allo stesso modo, con i rossocrociati che si complicano tutto già nel periodo iniziale. Infatti, dopo che Denis Hollenstein all 10'36'' riesce ad annullare il vantaggio ospite (di Denis Alexeyev, già al 4'46''), capitan Diaz e compagni devono fare i conti con quello che sarà già l'allungo decisivo, originato da un passaggio fuori misura di Patrick Geering nell'angolo (1-2 al 14'19''), ma soprattutto dall'uscita di terzo kamikaze da parte di Lukas Frick (1-3 al 16'05''). Indecisione che 'Fisch' al difensore del Losanna non lascerà certo passare, togliendolo di scena alla fine del primo tempo.
Pur se l'ultima parola – in una serata che si apre con l'annuncio del rinnovo dei contratti di Peter Mettler (il preparatore dei portieri della Federhockey) e Benoit Pont (il videocoach), prolungati sino ai Mondiali in Svizzera del 2020 (esattamente come quelli di 'Fischi' e dei suoi assistenti Wohlwend e Albelin – arriverà solo nel tempo conclusivo. Che però è vecchio di appena ventidue secondi, quando il ventisettenne Aleksei Kruchinin mette alle spalle del povero Leonardo Genoni il disco del 4-1. Prima del definitivo 5-1 nell'epilogo firmato da Oleg Li, a porta vuota. E a partita già ampiamente segnata.

Tags
© Regiopress, All rights reserved