Hockey
21.09.2018 - 06:200

Dominik Kubalik è pronto a stupire

Parte il campionato di National League. L'attaccante ceco dell'Ambrì vuole prendere per mano il gruppo biancoblù

Ambrì – L’America, intesa come Nhl, per Dominik Kubalik può ancora attendere. Almeno un altro anno. E intanto, della scelta maturata dalla 23enne ala ceca si compiace lo staff dell’Ambrì Piotta, che punta sul suo numero 81 per prendere per mano il gruppo.

Che sia lui uno dei potenziali trascinatori di questa squadra lo dicono anche, ma non solo, le cifre con cui aveva portato a termine lo scorso campionato, iniziato con la maglia del Pilzen e finito appunto con quella dei leventinesi. Trentacinque partite in biancoblù chiuse con un bottino personale di 34 punti (11 reti e 23 assist). E lo ha ribadito martedì a Weinfelden, dove ha realizzato una doppietta nel 5-0 rifilato al Turgovia in Coppa Svizzera. «Col Turgovia abbiamo giocato una buona partita – ribadisce Kubalik –. Al di là del successo, che rappresentava il nostro obiettivo minimo, abbiamo anche mostrato cose interessanti». Un buon modo per scaldare il motore in attesa del debutto in campionato insomma... «Esattamente. La preparazione è stata intensa, ma anche proficua. Adesso siamo pronti per il grande ballo. L’anno scorso sono arrivato alla Valascia a campionato in corso; quest’anno, invece, avrò il piacere di provare sulla mia pelle l’emozione del primo match stagionale, per giunta davanti al pubblico amico: questo, per me, sarà sicuramente un ulteriore stimolo».

Quanto cambia il fatto di iniziare assieme a tutto il gruppo rispetto a unirsi allo stesso qualche mese dopo? «Quando sono arrivato qui a metà novembre dello scorso anno, per me era tutto nuovo. Il campionato, il club, i compagni... Mi sono ritrovato catapultato in una realtà completamente nuova: non è stato evidente. Anche perché il campionato svizzero è uno dei più quotati al mondo, soprattutto sul piano della velocità. È questo, del resto, il motivo principale che mi aveva indotto a lasciare la Repubblica Ceca e trasferirmi qui. Quest’anno tutto questo non c’è più, così ho potuto allenarmi con maggiore serenità, concentrandomi esclusivamente sul mio gioco e nel cercare di costruire qualcosa assieme ai compagni, anziché cercare di inserirmi in un meccanismo già impostato». Dunque c’è da attendersi un Kubalik ancora più performante? «Lo spero proprio. Ma ne riparleremo comunque tra un paio di partite. Di certo c’è che cercherò di dare il massimo ogni giorno, con l’intenzione di migliorare costantemente. Ma di obiettivi personali, al di là di questi, preferisco non fissarne, almeno per ora». Parliamo allora di favoriti: quali sono le squadre predestinate alle posizioni di testa? «Noi (ride). Considerando i movimenti di mercato, direi Berna e Zurigo siano le squadre messe meglio di tutte». E come sarà allora la stagione dell’Ambrì Piotta? «Ho molta fiducia nelle nostre possibilità. Abbiamo lavorato duro quest’estate, e cercato pure di fare tesoro degli errori commessi durante lo scorso campionato. Siamo pronti a buttarci nella mischia».

Potrebbe interessarti anche
Tags
campionato
kubalik
ambrì
dominik
dominik kubalik
© Regiopress, All rights reserved