laRegione
Nuovo abbonamento
scusate-il-ritardo-la-f1-riaccende-i-motori
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
ATLETICA
2 ore

Ajla, a Montecarlo per spegnere le stelle

Con il miglior crono sui 100 nel 2020, la ticinese pronta al 'battesimo' in Diamond League. 'Voglio accumulare esperienza, ma pure mostrare il mio livello'
CICLISMO
2 ore

Evenepoel, il debuttante che vuol conquistare la Lombardia

Il ventenne belga è uno dei grandi favoriti sabato per il successo dell'edizione 2020: 'Ma dovrò imparare a gestire le discese. Sette gli svizzeri al via
VELA
3 ore

Il Covid costringe a terra le barche della Coppa Roda

L'edizione numero 40 della classica sul Ceresio rinviata al 2021. In sostituzione, a fine mese il Cvll proporrà una regata sociale senza parte conviviale
Tennis
3 ore

Nole va controcorrente. 'Agli Us Open io vado'

Il numero uno al mondo, contagiatosi all'Adria Tour, annuncia su internet la sua scelta di volare negli States. 'Ma non è stata una decisione semplice'
AUTOMOBILISMO
5 ore

Troppe incertezze, quest'anno niente Rally

Il coronavirus frena anche la ventitreesima edizione della ronde ticinese, già spostata a fine settembre. L'appuntamento è per il 26 e 26 giugno 2021
CALCIO
20 ore

Sberla Psg, l'Atalanta deve fare le valigie

In vantaggio fino al 89', la squadra di Gasperini beffata da due gol francesi nel finale. I parigini sono i primi qualificati alle semifinali di Champions
NUOTO
20 ore

A Roma Lisa Mamié splende di nuovo

Dopo i 100 rana la ventunenne si ripete anche sulla distanza dei cinquanta metri, stabilendo il nuovo primato nazionale in 31''23
Hockey
22 ore

Cade il muro dei mille. 'Ci faremo valere davanti ai medici'

Pubblico negli stadi, a ottobre si cambia passo. Ma ora la palla passa ai Cantoni, e intanto i club si preparano. Mona: 'Potremmo arrivare a 3'700 posti'
BASKET
1 gior

Riva, anche in B avanti con Valter Montini

Dopo aver abbandonato la massima divisione le momò confermano il tecnico per il sesto anno. 'Vogliamo costruire un trampolino su cui spiccare il salto'
CICLISMO
1 gior

Van Aert vince anche al Delfinato

Dopo Strade bianche e Sanremo, il 25.enne belga si impone nella prima frazione della corsa francese, davanti a Impey e Bernal
CICLISMO
1 gior

Annullati i Mondiali di Aigle e Martigny

Si sarebbero dovuti svolgere dal 20 al 27 settembre, prima dell'apertura dei grandi eventi al pubblico annunciata dal Consiglio federale
Automobilismo
03.07.2020 - 18:050

Scusate il ritardo: la F1 riaccende i motori

Solo otto gare certe, in calendario, per una stagione a metà che passerà sicuramente alla storia per la sua unicità

Tra molte incognite e poche certezze il Mondiale 2020 che sta per partire, al cospetto delle montagne austriache sul circuito della Red Bull, sarà per forza un campionato a metà, unico e diverso da tutti gli altri e, comunque vada, passerà di certo alla storia del Circus. E un po' a metà tra il suo presente-futuro Charles Leclerc e il suo quasi passato sarà anche la Ferrari che lancia l'ennesima sfida alla superpotenza Mercedes, mentre dal prossimo anno sostituirà il quattro volte campione del mondo tedesco con il giovane spagnolo Carlos Sainz.

La lunga attesa è terminata: 109 giorni fa, nella notte fra giovedì 12 e venerdì 13 marzo, il Gran Premio d'Australia veniva cancellato e la Formula 1, al pari di tutti gli altri sport, si arrestava di fronte alla ferocia della pandemia. Il mondo è stato costretto a fermarsi, a chiudersi in casa. Gli appassionati hanno scoperto le gare virtuali, mentre anche le attività nelle sedi dei team di Formula 1 si sono dovute interrompere, per poi ripartire lentamente solo a maggio.

Motori e passione si sono accesi

La Formula 1 è la prima serie internazionale, di qualunque genere di sport, che riprende dopo la pandemia di Covid-19, un virus che non è ancora stato sconfitto e che, almeno per il momento, obbligherà a non avere il pubblico ai circuiti, costringerà le squadre a prendere parte alle gare in formazione ridotta e tutti gli addetti ai lavori a seguire severi protocolli per poter operare. Il paddock vivrà una nuova normalità della quale fanno parte parole prima sconosciute, come "bolla", "sottogruppo" o "distanziamento sociale".

I motori si sono finalmente accesi. Con essi, la passione e l'attesa soprattutto dei piloti, quasi unanimi nel dichiarare la loro spasmodica voglia di scendere in pista. «È bellissimo essere qui dopo tutte le cose sconvolgenti che sono successe», ha detto uno dei veterani, il ferrarista Sebastian Vettel.

Hamilton favorito

Un Mondiale che comincia con quattro mesi di ritardo e che per il momento prevede solo otto gare certe, tutte in Europa e tutte senza pubblico, non è per questo meno attraente e i piloti hanno solo voglia di dimenticare la noia del simulatore e tornare a confrontarsi in pista, anche se tutti hanno tenuto un profilo basso. Hamilton, che parte ancora più che favorito, ha sottolineato che sul circuito di casa le Red Bull sono favorite e il doppio appuntamento sul Ring potrebbe dare in effetti un vantaggio a Max Verstappen. Il britannico in gara indosserà col compagno tute nere, a sostegno della causa "Black lives matter" che sta portando avanti anche nel circus. «È stato un peccato che ci sia voluta un'altra morte di un nero negli Stati Uniti per dare il via a questo movimento - le parole di Hamilton - L'uguaglianza e l'inclusione devono essere centrali in F1, il mio appello andava a tutti i team e non tutti hanno risposto».

In casa Ferrari domina la prudenza, specie dopo la brutta sorpresa negli ormai lontanissimi test pre-stagione di Barcellona e anche per la delicata situazione nel team tra Leclerc e Vettel, alla sua ultima stagione in rosso dopo aver tante volte mancato l'obiettivo che tanto desiderava. La Rossa avrà degli aggiornamenti solo per la terza gara, quella di Budapest. Il monegasco, astro nascente, ritiene «non facile» lottare per il Mondiale, ma il tedesco, almeno a parole, ha dichiarato di essere pronto a fare gioco di squadra se sarà necessario. Molti danno come più probabile contendente per il titolo l'olandese Verstappen, ma in questo vuoto pneumatico di dati e riscontri ogni previsione è un po' un azzardo.

Si riparte, ma tutto sarà nuovo, a cominciare dall'aspetto ambientale, con presenze nel paddock ridotte al minimo e spalti drammaticamente vuoti. Motori e alettoni non ne risentono, ma piede e testa dei protagonisti, probabilmente sì.

SPORT: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved