laRegione
Nuovo abbonamento
Il pilota di Formula 1
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
FORMULA 1
8 ore
Lewis Hamilton, senza storia e con poche emozioni
Il britannico parte in testa e domina il Gp di Stiria, seconda prova del Mondiale. Harakiri Ferrari: al primo giro Leclerc tocca Vettel, fuori entrambi
CALCIO
9 ore
Partita rinviata per Covid-19 nel torneo della Mls
Negli Stati Uniti un test positivo e un secondo caso sospetto fermano la sfida tra Dc United e Toronto
Gallery
Calcio
9 ore
Questo Lugano fa e disfa, alla fine è 'solo' pareggio
Bianconeri in doppio vantaggio alla pausa, sul 3-0 al 47', ma beffati dalla rimonta del Lucerna (3-3) trascinato da Schürpf. Palo di Lavanchy al 93'
CICLISMO
10 ore
Stefan Küng firma il poker ai 'nazionali' a cronometro
A Belp ha preceduto Dillier e Bissegger. Tra le ragazze juniores, terzo posto per la ticinese Linda Zanetti
FORMULA 1
10 ore
Hamilton domina il Gran premio di Stiria
Il britannico vince davanti al compagno di squadra Bottas. Al primo giro Leclerc tocca Vettel e le Ferrari sono costrette al ritio
Gallery
Calcio
12 ore
Renzetti: 'Faranno di tutto per farci proseguire'
A meno di due ore dal calcio d'inizio di Lucerna-Lugano, ci si interroga sul prosieguo di una stagione macchiata dal caso Kryeziu
CALCIO
13 ore
Il futuro del Manchester City nelle mani del Tas
Attesa per domani mattina la sentenza del Tribunale dello sport sul ricorso del club inglese, il quale rischia due anni di sospensione dalle Coppe europee
ATLETICA
18 ore
Ajla Del Ponte brilla anche a Bulle
Al meeting della Gruyère la ticinese ha corso i 100 metri in 11''08 miglior prestazione europea della stagione
Formula 1
09.09.2019 - 22:570

A Parigi per le staminali: Schumacher trasferito

È arrivato oggi pomeriggio nell'Ospedale europeo Georges Pompidou. L'ex pilota di Formula 1 è seguito dal professor Manasché

Ore 15.40 del 9 settembre, la data fissata. Il professor Manasché è appena rientrato dalle ferie. Michael Schumacher, su una barella avvolta da un telo di materiale supertecnologico di colore blu, sbarca al primo piano dell'Ospedale europeo Georges Pompidou, nel XV arrondissement di Parigi.

Dell'ex pilota non è visibile nulla, né il corpo, né il viso. Attorno alla lettiga, almeno 10 persone, molte in diretta con auricolari e microfoni, coadiuvati dal servizio di sicurezza dell'ospedale. In testa alla processione, il professor Philippe Menasché, un luminare delle staminali, che accompagna premuroso il suo famoso paziente – 50 anni, sei volte campione del mondo di Formula 1, dal 2013 paraplegico grave per un incidente sugli sci – nel suo reparto.

In strada, l'ambulanza con targa svizzera che ha trasportato Schumi, se ne torna a Ginevra. C'è il mistero più fitto, ormai da anni, attorno al pilota idolo della Ferrari dopo l'incidente del 29 dicembre 2013 a Meribel, in Savoia.

Da oggi si trova nel servizio di cardiochirurgia del Pompidou, nelle mani di Menasché, il numero 1 della terapia cellulare applicata all'insufficienza cardiaca. Ma anche un pezzo grosso dell'Istituto del cervello e del midollo spinale, ed è certamente per questa seconda specialità che Schumi è finito nelle sue mani.

Nei corridoi del Pitié-Salpetriere, dove è nell'equipe dirigente, Menasché collabora con Gerard Saillant, un ortopedico di riferimento per gli sportivi, l'uomo che ricostruì più volte, come un puzzle, i legamenti martoriati di Ronaldo, il "Fenomeno". Menasché ha brevettato il sistema di infusione per via endovenosa di un composto di sostanze terapeutiche preparate in laboratorio sulla base di cellule staminali.

'Le Parisien' ritiene che l'ex pilota sia a Parigi proprio per questo: Menasché è convinto che una diffusione di questo suo composto nell'organismo – si tratta di cellule ancora in fase di crescita – può produrre un effetto anti-infiammatorio generale.

Da domani mattina, il via alla sperimentazione. Se tutto va bene, Schumi tornerà a casa mercoledì. Per custodire il "segreto medico", Menasché e la direzione del Pompidou non hanno confermato queste notizie, senza peraltro smentire. Per Schumacher, si tratterebbe addirittura del terzo viaggio a Parigi. L'ultimo la primavera scorsa, per esami medici al Salpetriàre, probabilmente in vista della futura terapia. Che sarebbe dovuta iniziare a luglio, quando un malanno imprevisto impedì il trasporto del paziente. Tutto rinviato a fine ferie, inizio settembre.

Adesso, fra mille cautele, la terapia è cominciata, nel massimo segreto. Secondo i più informati, uno dei pochi a seguire di persona a Parigi le vicende di Schumi, insieme con l'inseparabile moglie Corinna, è l'amico di sempre alla Ferrari, Jean Todt, oggi presidente della Fia, la Federazione dell'automobile.

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved