raineri-difende-tutti-e-tutto-ma-adesso-servono-i-punti
Di Markos Sifneos il gol rossoblù
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
6 ore

Mark Streit ha fatto la sua scelta: addio alla Federazione

In futuro l'ex stella rossocrociata della Nhl si concentrerà sul suo mandato in seno al Berna
Hockey
6 ore

Lo Zugo pesca in Khl: ecco Anton Lander

Gli svizzerocentrali, freschi di titolo svizzero, mettono sotto contratto un attaccante svedese: un anno (con opzione)
Nuoto
8 ore

A Budapest, Ponti inizia da un sesto posto nella staffetta

La 4x100 maschile ritocca il record svizzero e chiude a un secondo e mezzo dal podio europeo. Oro per la Russia
Gallery
Calcio
8 ore

Con l'Under 21 di Lustrinelli anche Lungoyi

Il bianconero tra i 24 convocati dall'allenatore ticinese per l'amichevole contro l'Irlanda di domenica 30 maggio
Hockey
9 ore

Un triennale dai New Jersey Devils per Akira Schmid

Il 21enne portierino elvetico, 136esima scelta del deafr di tre anni fa ritroverà i connazionali Nico Hischier e Jonas Siegenthaler
CICLISMO
9 ore

Peter Sagan il più veloce a Foligno, Bernal rimane in rosa

La decima tappa del Giro d'Italia è andata allo slovacco, davanti al colombiano Gaviria e all'italiano Cimolai. Domani primo giorno di riposo
Atletica
10 ore

Ricky Petrucciani lancia al meglio la stagione

Nel lungo weekend dell'Ascensione l'onsernonese si mette in mostra dettando il tempo nei 300 m del meeting di Basilea
Ginnastica acrobatica
10 ore

Grandi prestazioni per la Acrogym Ticino

Ai Campionati svizzeri andati in scena al Palapenz. Otto le medaglie per i rossoblù (fra cui tre d'oro)
Basket
10 ore

Tigers, alla base dei buoni risultati c'è il gruppo

Il bilancio sulla stagione del Lugano con coach Cabibbo e il presidente Cedraschi: ‘Vorremmo allestire una squadra che possa competere con quasi tutte’
Hockey
10 ore

Dopo Stransky, per il Davos c'è Mathias Bromé

Arriva dalla Svezia il terzo straniero annunciato dai grigionesi per la prossima stagione. Contratto biennale per lui
CALCIO
04.10.2020 - 14:180

Raineri difende tutti e tutto, ma adesso servono i punti

Chiasso sconfitto ad Aarau nonostante una buona prestazione. Il tecnico: 'Il progetto sta funzionando, dobbiamo continuare a lavorare'

Il Chiasso resta a zero, nonostante una buona prova. Condannato, ancora una volta, e non è un modo di dire, dagli episodi. I rossoblù seguono i dettami di Baldo Raineri, che non è preoccupato e si dice convinto che il progetto tecnico sia importante e stia funzionando, però ancora una volta non raccolgono e perdono per la terza volta in tre partite, restando malinconicamente soli all’ultimo posto. Non perde la fiducia, il tecnico: «Dobbiamo continuare a lavorare forte come stiamo facendo. Mi auguro che le altre squadre abbiano capito che non siamo quello che credono, ovvero la compagine materasso. Vogliamo prenderci quel che gli altri vorrebbero toglierci per darlo ai nostri tifosi, alla società, a chi crede in noi. La nostra filosofia è di giocare sempre nella metà campo avversaria e ci riusciamo, qualche volta ci portano indietro, ma direi in un 10-15% dei casi, anche quando difendiamo lo facciamo in avanti», così descrive il gioco dei suoi. E non gli si può assolutamente dar torto.

Cosa manca? Cinismo in attacco, precisione in difesa? Analizziamo la sfida di Aarau, altra squadra che era a zero e ha colto la prima vittoria. A partire a razzo sono stati gli ospiti: pronti via e punizione di Bahloul, pochi secondi e Andrist ha calciato una palla volante in area, poi ci ha provato Marzouk e ancora Bahloul defilato ha colpito il palo. Tutto in 7’ di azioni ficcanti e pressing alto. Ma poi su un corner a favore dell’Aarau, Jäckle ha raccolto palla fuori area e battuto con una bomba Bellante. «Una rete così, con una palla ribattuta, può succedere a tutti – commenta Raineri, a cui non è andata giù però la seconda rete subita –. Dovrò parlare coi ragazzi, avevamo una strategia in quei casi invece abbiamo voluto semplificare la giocata e ci siamo complicati la vita, subendo gol. E la partita si è chiusa lì». Quello dell’Aarau potrebbe essere definito il contropiede perfetto, tre contro tre, rapido, a smarcare Gashi che ha infilato Bellante.

Il momento peggiore per subire gol, pochi secondi prima della pausa. Anche se il Chiasso ha continuato a spingere, ha trovato solo una traversa di Tonelli e il gol con Sifneos ormai a fine gara.

Raineri ha puntato dall’inizio su Bellante, lasciando in panchina Jacot che non aveva convinto, idem per Affolter. Ma il mister precisa che non sono bocciature, «quando si ha un gruppo in cui si crede ciascuno deve sapere che può toccare a lui. Voglio lodare Affolter, che ha grandi qualità tecniche e umane e ha sposato a pieno la nostra causa, aiutando i compagni. La poltrona non è assicurata per nessuno». Insomma, il tecnico difende singoli, gruppo e progetto tecnico. Adesso servono i punti.

Aarau-Chiasso (2-0) 2-1

Reti: 16’ Jacke 1-0. 45’ Gashi 2-0. 82’ Sifneos 2-1.

Aarau: Enzler; Giger, Thiesson, Bergsma, Qollaku; Zverotic, Jäckle, Rrudhani; Balaj (74’ Misic), Gashi (87’ Hammerich), Spadanuda (65’ Aratore).

Chiasso: Bellante; Dixon, Magnin, Hajrizi, Conus; Pasquarelli, Strechie, Malula (67’ Stevic);  Bahloul (81’ Sifneos), Marzouk, Andrist (74’ Tonelli).

Arbitro: Wolfensberger

Note: 1'000 spettatori. Aarau senza Thaler, Hajdari, Verboom, Peralta (infortunati), Schindelholz (ammalato), Strojikovic (non qualificato). Chiasso senza Almeida, Berzati, Zunic, Amendola, Silva, Keller, Morganella (infortunati). Al 92' espulso Dixon (2. ammonimento). Ammoniti: 17' Dixon. 35’ Strechie. 39’ Spadanuda. 75’ Pasquarelli. 87’ Giger. 

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved