laRegione
Nuovo abbonamento
a-cornaredo-il-lugano-ferma-il-treno-di-celestini
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
FOOTBALL
14 ore

Myles, l'uomo da 125 milioni di dollari

Otto mesi dopo l'aggressione a Rudolph (e successiva squalifica) il ventiquattrenne di Cleveland adesso è uno dei giocatori meglio pagati dell'intera Nfl
CALCIO
16 ore

Guidotti all'88' riagguanta il Thun

I bianconeri pareggiano in extremis una partita complicata e poco spettacolare
LOTTA
20 ore

Nikolay Shterev ucciso dal Covid a trentatré anni

Figlio d'arte, il lottatore bulgaro era stato trovato positivo al Virus ma non è riuscito a sopravvivere, dopo essere arrivato in condizioni serie all'ospedale
MOTOCICLISMO
20 ore

Quartararo ricorre per i venti minuti in meno

Il francese della Yamaha penalizzato nelle libere in Spagna per aver girato a Le Castellet con una moto che montava pezzi non regolamentari
Hockey
21 ore

Lorenzo, Brian, Stefano e il sogno al di là dell'oceano

Futuro canadese per tre talenti di Lugano, due dei quali protagonisti al Draft della Chl. Il gm dei Cataractes: 'Canonica per noi era piazzato molto in alto'
CALCIO
22 ore

Qatar 2022, fase a gironi con quattro partite al giorno

La Fifa ha reso noto date e orari delle sfide dei Mondiali. Partita inaugurale il 21 novembre alle 11.00 (ora svizzera), finalissima il 18 dicembre alle 16.00
GINNASTICA ARTISTICA
22 ore

Un novembre senza Memorial Gander

Gli organizzatori della manifestazione biennale di Chiasso costretti a rinunciare a causa della pandemia e dell'annullamento della Swiss Cup
CALCIO
22 ore

Il San Gallo blinda Zeidler e Sutter

L'attuale leader di Super League mette sotto contratto allenatore e direttore sportivo per i prossimi cinque anni
Hockey
23 ore

L'Inghilterra ha deciso: niente hockey fino a Natale

A causa della pandemia i dieci club della Eihl hanno deciso di rinviare il debutto della stagione: invece del 5 settembre il campionato scatterà a dicembre
CALCIO
1 gior

Posticipata di 24 ore la sfida tra Xamax e Sion

La decisione dopo la scoperta di un caso di Covid-19 tra i neocastellani. Il rinvio dovrebbe comportare lo slittamento di Sion-Lugano e Lugano-Zurigo
Calcio
24.06.2020 - 22:260
Aggiornamento : 25.06.2020 - 00:04

A Cornaredo il Lugano ferma il treno di Celestini

I bianconeri superano 2-0 (in gol Kecskes e Lovric) la formazione allenata dal loro ex allenatore, che non aveva mai perso dal suo arrivo a Lucerna (6 partite)

I circa 800 tifosi bianconeri che hanno avuto il privilegio di poter assistere a Lugano-Lucerna sono stati doppiamente fortunati, in quanto hanno potuto festeggiare uno splendido successo 2-0 (in gol Kecskes e Lovric) della loro squadra contro una delle formazioni più in forma del campionato, quel Lucerna allenato dall’ex Fabio Celestini che non perdeva da sette partite.

Primo tempo

Per la seconda partita post-lockdown Jacobacci ha operato due modifiche rispetto all’undici titolare schierato tre giorni prima a Ginevra (1-1 con il Servette): quella forzata di Lovric al posto dello squalificato Sabbatini e quella tattica con Kecskes preferito a Bottani, con conseguente cambio di modulo dal 4-3-3 al 3-5-2 (Lavanchy e Yao sugli esterni, Gerndt e Janga davanti).

Sin dai primi minuti gli ospiti, apparsi più in palla anche fisicamente dei padroni di casa, hanno chiaramente preso in mano le redini del gioco, senza tuttavia riuscire a creare pericoli per l’estremo difensore bianconero Baumann, ben protetto dalla linea difensiva. Nettamente sovrastati sul piano del possesso palla, gli uomini di Jacobacci si sono avvicinati per la prima volta alla porta avversaria al 28’, quando dopo una bella manovra sull’asse Gerndt-Lavanchy Janga è stato anticipato all’ultimo da Lucas. Per la prima vera emozione è stato necessario attendere fino al 36’, quando Baumann con un bel riflesso ha negato la gioia del gol a Schulz, prima di ripetersi poco dopo su un tiro da fuori dello stesso giocatore.

Secondo tempo

Il Lugano è rientrato in campo dopo la pausa con un piglio più intraprendente e al 54’ ha sfiorato il vantaggio con una conclusione di Lovric tolta dall’angolino basso dalla mano di Muller, mentre sul prosieguo dell’azione è stato Gerndt a non centrare la porta con il suo sinistro a giro. Gli uomini di Celestini sono tornati a farsi vedere dalle parti di Baumann con un tiro alto di Margiotta a metà della seconda frazione, momento in cui i vodesi hanno ripreso a controllare il gioco, senza tuttavia anche in questo caso impensierire più di tanto Maric e compagni. Anzi al 75’ è stato un perfido tiro-cross del neoentrato Bottani a spaventare il portiere avversario, costretto a smanacciare la sfera che lo stava per superare beffardamente. Un episodio che ha fatto da preludio al vantaggio bianconero, firmato di testa da un Kecskes dimenticato dalla retroguardia ospite e pescato a meraviglia in mezzo all’area da Lovric su calcio d’angolo. Lo stesso centrocampista austriaco all’88’ è stato all’origine del 2-0 che ha chiuso la partita, con una sua punizione calciata di potenza dai 20 metri che grazie alla deviazione fortuita della barriera ha ingannato Muller, certificando il successo luganese.

Tabellino

Lugano - Lucerna (0-0) 2-0

Reti: 80’ Kecskes 1-0. 88’ Lovric 2-0

Lugano: Baumann; Daprelà, Maric, Kecskes; Yao, Lovric (90’ Guidotti), Covilo (52’ Selasi), Custodio, Lavanchy; Gerndt (74’ Bottani), Janga

Lucerna: Muller; Knezevic, Lucas, Burch; Schulz, Voca, Emini, Schürpf (46’ Sidler, 86’ Marleku); Ndiaye (65’ Males), Margiotta (74’ Grether), Matos

Arbitro: Schärer

Note: 1000 spettatori. A inizio partita è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Luigi Jori, ex preparatore dei portiere anche del club bianconero. Lugano senza Sabbatini (squalificato), Rodriguez, Sulmoni e Obexer (infortunati); Lucerna privo di Balaruban, Ndenge, Schwegler (infortunati). Ammoniti: 48’ Sidler. 58’ Burch. 84’ Bottani. 87’ Schulz. 90’ Knezevic

CALCIO: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved