Calcio
25.05.2019 - 22:070

Celestini è il nuovo tassello per l'Europa

Il tecnico vodese ha rinnovato per i prossimi due anni. Mentre per il passaggio di proprietà Novoselsky non ha ancora fatto valere l'opzione

Il futuro del Lugano è in Europa. E il futuro del Lugano è con Fabio Celestini. Il tecnico artefice della conquista di un posto in Europa League ha infatti rinnovato per due anni il contratto che lo lega al club del presidente Angelo Renzetti… «Ho firmato due ore prima dell'inizio della partita», conferma il mister vodese. Il primo tassello per la nuova stagione è dunque stato messo al suo posto. Adesso, si attendono notizie in merito alla paventata cessione del pacchetto azionario al russo Leonid Novoselsky… «Per il momento – precisa Angelo Renzetti – Leo non ha ancora fatto valere l'opzione. Il suo è un progetto che porta non soltanto su una stagione, ma su più anni e, fatti un paio di conti, ha capito che avrebbe avuto bisogno di partner affidabili per portarlo avanti». Partner che, evidentemente, sta ancora cercando. Ma, per quanto non si siano ancora spenta l'eco dei festeggiamenti per il terzo posto appena conquistato, la stagione 2019-2020 incombe e dunque la decisione non può essere procrastinata all'infinito… «Il termine è rappresentato dal 31 maggio – conferma Renzetti –. È quella la data limite. Comunque, l'accesso ai gironi di Europa League porta nelle casse della società un tesoretto che mi permetterebbe di gestire senza troppi patemi d'animo la stagione a venire».
Il numero uno bianconero ha sempre creduto nelle qualità di questo gruppo, ritenendolo in grado di raggiungere l'Europa. Va da sé che durante le settimane estive alcune pedine sono destinate a lasciare Cornaredo… «È giusto che sia così, questo è il destino di una società come il Lugano – afferma Fabio Celestini –. Forse cambierà parecchio, ma ciò non significa che non sarà competitiva. È capitato lo stesso anche negli anni scorsi, eppure la società si è qualificata per due volte in tre anni alla fase a gironi della seconda competizione continentale. Significa che sia il direttore sportivo Manna, sia il presidente Renzetti stanno lavorando alla grande. Ho cieca fiducia nel loro operato».
Chi dovrebbe ancora essere a Cornaredo anche nella prossima stagione è capitan Jonathan Sabbatini… «Sono qui da sette anni e per quanto mi concerne ho tutta l'intenzione di rimanerci ancora. Non è un caso che stiamo trattando il rinnovo del contratto». Dopo il rinnovo di Celestini, la continuità di Sabbatini rappresenterebbe una pietra d'angolo sulla quale costruire questo nuovo Lugano europeo.

Potrebbe interessarti anche
Tags
anni
europa
stagione
renzetti
lugano
posto
società
tassello
© Regiopress, All rights reserved