Calcio
15.01.2019 - 15:310

È ufficiale, Armando Sadiku torna in bianconero

Il Lugano ha confermato il raggiungimento dell'accordo con il Levante. L'albanese rimarrà a Cornaredo almeno fino al termine della stagione

Armando Sadiku è di nuovo un giocatore del Lugano dopo il raggiungimento di un accordo con il Levante (Liga spagnola). Lo ha comunicato poco fa la società, dopo che ieri il giocatore aveva passato le visite mediche di rito. Questo il comunicato diramato dalla società del presidente Angelo Renzetti:

“L’FC Lugano comunica di aver raggiunto in giornata un accordo con il Levante Union Deportiva per il trasferimento dell’attaccante Armando Sadiku. Il Levante si è riservato il diritto di riacquistare il calciatore al termine della corrente stagione a condizioni sulle quali viene mantenuto il massimo riserbo. 

L’attaccante albanese, nato il 27 maggio 1991, ha già vestito la maglia bianconera in due periodi. Dapprima, proveniente dal Locarno, tra il 2012 ed il 2014. In seguito, sotto la guida di Tramezzani, mise a segno 9 reti in 16 incontri nella famosa conquista del terzo posto finale nella primavera del 2017, contribuendo a far qualificare i bianconeri per la fase a gruppi dell’Europa League. 

In totale Armando ha disputato 95 incontri in Challenge League, dove ha messo a segno 58 reti con FC Locarno, FC Lugano e FC Zurigo. In Super League ha invece disputato 74 partite con 26 reti all’attivo. 

Di tutto rispetto anche la sua carriera internazionale, con 11 reti in 32 apparizioni con la prima squadra dell’Albania, tre presenze ed 1 rete in Europa League, 4 partite di qualificazione all’Europa League e 2 di qualificazione alla Champions League. 

La società bianconera completa così il suo reparto offensivo. Armando, che ieri ha sostenuto le visite mediche a Valencia, è attualmente in viaggio verso il ritiro dell’FC Lugano nella regione di Murcia dove in serata s’intratterrà con lo staff tecnico bianconero”.

Tags
league
armando
lugano
fc
armando sadiku
levante
reti
sadiku
accordo levante
accordo
© Regiopress, All rights reserved