laRegione
Nuovo abbonamento
non-fu-goliardata-uno-fece-la-richiesta-l-altro-non-denuncio
Ti-Press
Calcio regionale
04.07.2019 - 16:130

'Non fu goliardata. Uno fece la richiesta, l'altro non denunciò'

Tentata combine Castello-Ascona in Seconda Lega, Valsangiacomo (presidente Commissione disciplinare Ftc) spiega il perché delle sanzioni

No, non era affatto una goliardata. Così ha stabilito la Commissione disciplinare della Federazione ticinese di calcio (Ftc) in relazione al caso della tentata combine Castello-Ascona nel campionato di Seconda Lega. «Stando all’inchiesta condotta dall’avvocato Andrea Rotanzi – spiega alla Regione il presidente della Commissione disciplinare Riccardo Valsangiacomo – il giocatore dell’Ascona Luca Giaccari la richiesta di 'aggiustare' il risultato l’ha fatta. Per questo è stato sanzionato (sospeso fino al 3 gennaio 2021, ndr)». Sanzioni date anche al giocatore del Castello Renato Santillo (sospeso fino al 3 aprile 2020), «sostanzialmente per due motivi: uno, è che dopo aver ricevuto la chiamata da Giaccari, suo ex compagno di squadra, avrebbe dovuto immediatamente chiamare la Ftc e segnalare la richiesta; l’altro, è che con il video fatto girare ai compagni del Castello, Santillo ha veicolato il messaggio. Questo può anche essere interpretato come un'accettazione da parte sua della proposta del giocatore dell'Ascona e quindi costituisce un'aggravante».

I due giocatori possono inoltrare ricorso entro sette giorni, al Tribunale dello sport; nel caso contrario il caso si chiude e le sanzioni diventano definitive.

SPORT: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved