laRegione
Nuovo abbonamento
Atalanta
Paris Saint Germain
21:00
 
imola-alex-fontana-costretto-al-ritiro-da-un-contatto
Automobilismo
27.07.2020 - 15:350

Imola, Alex Fontana costretto al ritiro da un contatto

Un incidente pone fine alla rimonta del ticinese che aveva recuperato sino ai piedi del podio della Silver Cup

Un risultato che non rispecchia il potenziale dimostrato. Si può riassumere serenamente così il fine settimana scorso che ha segnato il ritorno in azione di Alex Fontana nel GT World Challenge Europe Endurance Cup. Il ticinese, che si è ricalato nell’abitacolo dopo uno stop di oltre sette mesi a causa delle problematiche globali imposte dalle norme di contenimento per fronteggiare la pandemia del Covid-19, è dovuto rientrare ai box anticipatamente rispetto al previsto dopo essere stato coinvolto in un incidente verso il termine della prima ora di gara. Durante la ripartenza da una safety-car chiamata dalla direzione gara per un contatto, Fontana che in quel momento occupava la quarta posizione della Silver Cup riservata ai giovani promettenti della serie organizzata da SRO, è rimasto coinvolto in un tamponamento, riportando ingenti danni alla vettura. Il ventisettenne
ticinese è così dovuto tornare in pit-lane, dove i meccanici hanno operosamente ricoverato e sistemato la vettura, permettendone il rientro in pista nel finale, pur ormai distaccati dalle posizioni di vertice.

‘Non è quello che mi aspettavo’

«La conclusione del fine settimana di Imola - ha commentato il ticinese - non è certamente quello che mi aspettavo per il rientro in pista, ma rappresenta uno degli scenari possibili di gara e quindi in un certo senso ci riporta alla normalità. Durante le prove di qualifica ho ottenuto il secondo tempo della mia categoria (il 12° assoluto su 45 vetture) a dimostrazione dell’ottimo potenziale con la Mercedes Amg preparata dal team Akka Asp. In gara stavo recuperando posizioni, ho deciso di fare il primo stint e la partenza che sono i più insidiosi per sfruttare al meglio la mia esperienza in campionato rispetto ai miei compagni Lucas Legeret e Benjamin Hites, ma proprio in una concitata ripartenza sono rimasto coinvolto in un incidente, senza aver possibilità di replica. La prossima tappa sarà al Nurburgring, il 6 settembre quando ci troveremo ad affrontare addirittura sei ore dii gara».

SPORT: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved