AUGER-ALIASSIME F. (CAN)
3
KRAJINOVIC F. (SRB)
0
fine
(7-6 : 7-6 : 7-5)
DJOKOVIC N. (SRB)
3
BEDENE A. (SLO)
0
fine
(6-3 : 6-3 : 6-2)
VAN DE ZANDSCHULP B. (NED)
0
NADAL R. (ESP)
2
3 set
(3-6 : 2-6 : 4-5)
ZVEREV A. (GER)
NAKASHIMA B. (USA)
18:00
 
prevenzione-e-sensibilizzazione-con-all-sports-association
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Ciclismo
18 min

Lo zurighese Schmid battuto solo da Bouwman a Castelmonte

L’olandese fa sua la 19esima tappa del Giro d’Italia precedendo il corridore elvetico e altri compagni di fuga. Tutto immutato nella generale
hockey
37 min

L’Ambrì pesca il giovane Marchand dai Gck Lions

L’attaccante 20enne ha sottoscritto con i biancoblù un contratto valido per le due prossime stagioni
Hockey
51 min

L’Hc Lugano tra la gente studiando i prossimi colpi di mercato

Il club bianconero presente a Lugano Marittima. Domenichelli: ‘Sì, l’idea è avere a disposizione un portiere straniero, ma bisogna avere pazienza’
Tennis
2 ore

Belinda Bencic cede a Leylah Fernandez e saluta Parigi

La sangallese si è inchinata in tre set alla talentuosa canadese nel terzo turno del Roland Garros
Calcio
3 ore

Domenica al Lido lo scontro al vertice tra Locarno e Ravecchia

Alle 16.30 il big-match del gruppo 2 di Terza Lega che potrebbe decidere il primo posto del girone e la conseguente promozione in Seconda Lega
Calcio
3 ore

L’Asf vuole una nuova casa e lancia uno studio di fattibilità

Il Comitato centrale ha approvato il budget e affidato l’incarico di preparare il progetto all’ingegnere Silvio Hartmann
Hockey
4 ore

La Svizzera e quelle scelte per il futuro pagate nel presente

Al Mondiale in Finlandia chiusosi in modo deludente, i vertici elvetici hanno preferito elementi come Riat ed Egli agli esperti Brunner e Diaz
Hockey
4 ore

Mondiali, nel 2026 appuntamento in Svizzera

Sfumata, causa Covid, l’edizione 2020, il nostro Paese ospiterà la rassegna iridata tra quattro anni a Zurigo e Friborgo. Nel ’24 ragazze U18 in Ticino?
Atletica
4 ore

Sabato a Lugano si cercano i più veloci del Ticino

A partire dalle 13 la finale ticinese accoglierà un centinaio di giovani che oltre al titolo cantonale cercheranno il pass per le finali nazionali
Calcio
5 ore

Dopo il derby con il Chiasso la festa granata per la promozione

Sabato al termine della sfida con i rossoblù (che inizierà alle 16), l’Acb attende dalle 18 i propri tifosi per festeggiare il ritorno in Challenge League
Hockey
20 ore

Giovedì nero in salsa rossocrociata: si torna a casa

Dopo sette vittorie, al Mondiale in Finlandia la Nazionale di Fischer incassa la sua prima sconfitta. Ma è decisiva: in semifinale vanno gli Stati Uniti
Ciclismo
22 ore

Il belga De Bondt beffa gli sprinter a Treviso

Nell’ultima tappa (la 18ª) piatta del Giro d’Italia 2022 il corridore dell’Apecin ha battuto allo sprint i tre compagni di fuga. Carapaz sempre in rosa
calcio
23 ore

‘È stato un lungo percorso, ora mi godo ogni momento’

Mattia Bottani è arrivato al ritiro della Nazionale, dove ha già ricevuto le lodi di Pier Tami: ‘Ha fatto un grosso passo in avanti di personalità’
Hockey
23 ore

Ai Mondiali sono canadesi e cechi i primi semifinalisti

In Finlandia cadono i primi due verdetti: Svezia e Germania debbono fare le valigie. Mentre alle 19.20 la Nazionale di ‘Fischi’ si gioca tutto con gli Usa
Calcio
1 gior

Valon Behrami ha detto addio al calcio giocato

A svelarlo un post di un suo compagno al Brescia, eliminato domenica dai playoff di Serie B. Il 37enne ha vestito 83 volte la maglia della Svizzera
Formula 1
1 gior

Ecclestone fermato: in volo per la Svizzera con una pistola

Il novantunenne ex patron della Formula 1 arrestato all’aeroporto di San Paolo dopo essere stato trovato in possesso di una LW Seecamp 32
28.12.2019 - 11:20

Prevenzione e sensibilizzazione con All Sports Association

Sono i due principali obiettivi, nonché i due principi sui quali si fonda il progetto che rivolge il proprio impegno ai ragazzi, in ambito educativo e sportivo

a cura de laRegione

Lo scorso 4 novembre, nel corso della serata al Palazzo dei Congressi di Lugano culminata con l’elezione del ‘Miglior sportivo ticinese’, concorso promosso da Aiuto Sport, è stata insignita del Premio etico “per il suo costante impegno verso i ragazzi, che vengono accompagnati nell’esperienza dello sport, ma anche seguiti attraverso un percorso educativo davvero importante”, come recita la motivazione dei responsabili del Panathlon Club Lugano, padrino di un premio che per l’All Sport Association (Asa) ha rappresentato un motivo d’orgoglio, nonché il riconoscimento del valore di un’attività che rivolge il proprio impegno ai ragazzi, in ambito educativo e sportivo, e che negli anni ha conosciuto una crescita sensibile.

«Il progetto Asa – spiega Elena Premoli, segretaria e coordinatrice – è nato a fine 2014 da un incontro tra amici. Attorno a un tavolo, parlando di sport, è nata l’idea di creare un ente, che poi ha preso vita nella forma di un’associazione che potesse proporre sul territorio dei progetti che mettessero in primo piano la bellezza di fare sport, attraverso iniziative concrete. Dei percorsi pensati soprattutto per le giovani generazioni o per chi, a livello sportivo, è chiamato a curarne anche l’educazione, così da diffondere sul territorio una sana cultura sportiva. Lavoriamo in ambito sportivo, con valori e concetti che sono anche quelli fondanti per la vita sociale: il rispetto delle regole, del prossimo, dell’ambiente. La sensibilità di ciascun interlocutore e della famiglia che ha alle spalle ci permette di trasmettere e di lasciare qualcosa che possa poi diventare un seme in grado di germogliare anche in ambiti diversi dallo sport».

Il progetto è cresciuto rapidamente in questi ultimi anni, proprio perché purtroppo non mancano le situazioni di negatività in cui lo sport è vissuto solo in termini competitivi, di arrivismo, di vittoria a tutti i costi, alimentate da contesti anche più ampi, nazionali e mondiali. Situazioni che hanno fatto sì che la nostra idea nata attorno a un tavolo tra amici sia diventata un’associazione di una certa importanza. Segnatamente negli ultimi due anni, quelli del progetto ‘Gioca pulito’, finanziato anche da fondi cantonali. Il progetto è diventato più solido, concreto, coinvolge un numero sempre maggiore di ragazzi e di famiglie, e prevede la collaborazione di altre associazioni o enti “amici”, coinvolti nella realizzazione delle diverse iniziative. Questo alimenta la nostra soddisfazione, e ci sprona a portare avanti il nostro lavoro. Anche perché ci dà la fotografia della situazione sul nostro territorio, spingendoci a fare ancora meglio, trovandoci e confrontandoci. Se c’è una risposta, significa che alla base c’è un’esigenza».

Crescita oltre le attese

La crescita è stata notevole, i riscontri oltre le attese. «Nel primo anno (2017), abbiamo organizzato una sola settimana di ‘camp’, perché non eravamo certi di come sarebbe andata. Sulla carta eravamo pronti, ma non avevamo un’idea precisa di ciò a cui saremmo andati incontro nella pratica. Eravamo un po’ spaventati da potenziali imprevisti. Ci ha meravigliato la trentina di iscrizioni ricevute. Non avevamo un passato, cose o immagini da mostrare relative a precedenti edizioni, uno sponsor, dei soci. La risposta delle famiglie e la fiducia che ci hanno dato sono un motivo d’orgoglio, ci hanno fatto molto piacere. Alcuni ragazzi si sono ripresentati e sono stati con noi anche negli anni successivi. Evidentemente ci siamo inseriti in un contesto in cui si avvertiva il bisogno di un progetto come il nostro».

Il successo crescente di Asa, e la credibilità guadagnata sul campo, non sono passati inosservati nemmeno in sede istituzionale. «Con il Dicastero dello sport di Lugano c’è un rapporto che dura sin dalla prima edizione del ‘camp’. A livello cantonale, il Dss ci ha avvicinato per la proposta di ‘Gioca pulito’, iniziativa grazie alla quale siamo stati inseriti in un gruppo di lavoro del dipartimento. Ci fa molto piacere poter mettere a disposizione e condividere la nostra piccola esperienza».

Contributo più ricco con ‘Gioca pulito’

Il progetto ‘Gioca pulito’ nasce partendo da precisi episodi di cronaca. «Dalla sospensione dei campionati giovanili da parte della federazione ticinese, per episodi violenza – ricorda Elena Premoli –. Ci siamo detti che la soluzione non poteva essere solo il ‘fermi tutti’. Fermi tutti sì, ma interroghiamoci sul perché si arriva a tanto. Con ‘Gioca pulito’ abbiamo arricchito il nostro contribuito. Non ci siamo limitati all’organizzazione di corsi o di campi estivi, bensì siamo entrati in contatto diretto con le società calcistiche. In futuro speriamo di farlo anche con altri sport, perché è da quel contatto che si deve ripartire».

Un ulteriore arricchimento dell’offerta di Asa è rappresentato dalla settimana con pernottamento in Leventina (17-21 agosto). «La richiesta ci è pervenuta da alcune famiglie che ci hanno dato fiducia, negli anni. È un esperimento che ci permette di abbracciare tutto il territorio uscendo dai confini della regione di Lugano, riferimento dei campi estivi. Prevede un programma più intenso, con un micro ‘Gioca pulito’ all’interno della settimana, con appuntamenti nel tardo pomeriggio e la sera, che prevedono momenti di riflessione con i ragazzi, tramite immagini e filmati. Lavoreremo ancora meglio su quanto ci prefiggiamo, prevenzione e sensibilizzazione».

SPORT: Risultati e classifiche

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved