Vaduz
0
Winterthur
0
1. tempo
(0-0)
Young Boys
0
Basilea
0
1. tempo
(0-0)
S.Gallo
0
Lugano
0
1. tempo
(0-0)
Zurigo
0
Lucerna
0
1. tempo
(0-0)
Vaduz
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
1. tempo
0-0
Winterthur
0-0
Ultimo aggiornamento: 23.09.2018 16:12
Young Boys
SUPER LEAGUE
0 - 0
1. tempo
0-0
Basilea
0-0
Ultimo aggiornamento: 23.09.2018 16:12
S.Gallo
SUPER LEAGUE
0 - 0
1. tempo
0-0
Lugano
0-0
Ultimo aggiornamento: 23.09.2018 16:12
Zurigo
SUPER LEAGUE
0 - 0
1. tempo
0-0
Lucerna
0-0
Ultimo aggiornamento: 23.09.2018 16:12
Vaduz
0
Winterthur
0
1. tempo
(0-0)
Young Boys
0
Basilea
0
1. tempo
(0-0)
S.Gallo
0
Lugano
0
1. tempo
(0-0)
Zurigo
0
Lucerna
0
1. tempo
(0-0)
Vaduz
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
1. tempo
0-0
Winterthur
0-0
Ultimo aggiornamento: 23.09.2018 16:12
Young Boys
SUPER LEAGUE
0 - 0
1. tempo
0-0
Basilea
0-0
Ultimo aggiornamento: 23.09.2018 16:12
S.Gallo
SUPER LEAGUE
0 - 0
1. tempo
0-0
Lugano
0-0
Ultimo aggiornamento: 23.09.2018 16:12
Zurigo
SUPER LEAGUE
0 - 0
1. tempo
0-0
Lucerna
0-0
Ultimo aggiornamento: 23.09.2018 16:12
Mountain bike
05.09.2018 - 18:300
Aggiornamento 18:47

Schurter dà spettacolo e regala il primo oro alla Svizzera

Nella gara a squadre, prima prova dei Mondiali di Lenzerheide, i rossocrociati (tra cui anche il ticinese Filippo Colombo) si sono imposti davanti alla Germania

Sono iniziati nel migliore dei modi i Mondiali di Mountain bike di Lenzerheide per la Svizzera. Nella prova a squadre di cross-country, Filippo Colombo (U23), Alexandre Balmer (U19), Sina Frei (U23), Jolanda Neff e Nino Schurter hanno infatti conquistato la medaglia d'oro. Primo a scattare, il ticinese ha chiuso la sua frazione al quarto posto ma a soli 12 secondi dal rappresentante della selezione italiana, il più veloce del primo gruppo di atleti. L'atleta del Vc Monte Tamaro ha poi lasciato spazio a Balmer, bravo nel recuperare e lanciare la Frei al secondo rango provvisorio. La U23 ha però perso terreno (oltre un minuto) nei confronti dell'Australia, nel frattempo passata a condurre. Poco male, perché la Svizzera aveva tenuto i suoi due assi per ultimi: prima è toccato alla Neff, capace sì di recuperare sull'Australia ma a sua volta ripresa dalla rappresentante tedesca. Poi è stato il turno di Schurter, che ha subito staccato il collega germanico e ha logicamente sorpassato anche la U19 australiana, involandosi verso la vittoria (13” di margine sulla Germania, 34” sulla Danimarca).

Tags
schurter
svizzera
u23
oro
© Regiopress, All rights reserved