laRegione
meteorologia-senza-gli-aerei-osservazioni-in-calo
Tecnologia
07.05.2020 - 20:290

Meteorologia, senza gli aerei osservazioni in calo

L'emergenza Covid ha messo in ginocchio l'aviazione. Difficile senza questi mezzi il monitoraggio atmosferico e climatico

Gli aerei di linea commerciali contribuiscono al programma di osservazione "Aircraft Meteorological Data Relay" dell'Organizzazione meteorologica mondiale (Omm) che si dice oggi preoccupata per l'impatto della pandemia COVID-19 sulla quantità e qualità delle osservazioni e previsioni meteorologiche, nonché sul monitoraggio atmosferico e climatico.

"Le misure meteorologiche prese dagli aeromobili sono crollate in media del 75-80% rispetto al normale, ma con variazioni regionali molto ampie; nell'emisfero meridionale, la perdita è vicina al 90%. Anche le osservazioni meteorologiche in superficie sono in declino, specialmente in Africa e in alcune parti dell'America centrale e meridionale, dove molte stazioni sono manuali anziché automatiche", afferma l'Omm.

Il sistema di osservazione globale dell'Omm fornisce osservazioni sullo stato dell'atmosfera e della superficie dell'oceano da strumenti terrestri, marini e spaziali. Questi dati vengono utilizzati per la preparazione di analisi meteorologiche, previsioni, avvisi e allerta.

"I servizi meteorologici e idrologici nazionali continuano a svolgere le loro funzioni essenziali 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, ma si trovano ad affrontare sfide sempre più gravi a causa della pandemia di coronavirus, soprattutto nei paesi in via di sviluppo", afferma il segretario generale dell'Omm Petteri Taalas. "Mentre ci avviciniamo alla stagione degli uragani nell'Atlantico, la pandemia Covid-19 rappresenta un'ulteriore sfida", aggiunge Taalas.

L'Omm sottolinea che grandi parti del sistema di osservazione sono parzialmente o completamente automatizzate e continuano a funzionare, ma che se la pandemia si prolungherà, la mancanza di manutenzione sarà motivo di preoccupazione.

Inoltre gli aerei di linea commerciali contribuiscono al sistema di osservazione "Aircraft Meteorological Data Relay" (AMDAR), che utilizza sensori di bordo, computer e sistemi di comunicazione e che produce oltre 800'000 osservazioni al giorno della temperatura dell'aria, della velocità e della direzione del vento, insieme ad altre informazioni. Alcuni paesi hanno lanciato radio-sonde per mitigare la perdita dei dati provenienti dagli aerei.
 
 

© Regiopress, All rights reserved