Tecnologia
21.02.2019 - 12:060
Aggiornamento 14:34

Sunrise lancia la tecnologia 5G in Svizzera

Servirà gran parte del territorio entro fine marzo, ma non Ticino e Grigioni. Una prima assoluta che permette di allinearsi a Cina, Corea del Sud, Giappone e Usa

Sunrise intende coprire 150 località svizzere con la moderna tecnologia 5G entro fine marzo. Il numero due elvetico delle telecomunicazioni vuole in questo modo ridurre il divario digitale tra agglomerati urbani e regioni rurali.

In un comunicato odierno, l'azienda afferma di essere un pioniere in Svizzera per quanto riguarda questa nuova rete mobile, grazie alla sua strategia "5G for People". A partire da metà marzo, un centinaio di clienti privati e commerciali selezionati potranno beneficiare di una connessione con velocità fino a 1 gigabit per secondo, senza essere collegati alla fibra ottica.

Una prima assoluta nella Confederazione, che, si legge nella nota, permette alla Svizzera di allinearsi ad altri Paesi come Cina, Corea del Sud, Giappone e Stati Uniti. Queste nazioni sono state le prime a lanciare il 5G, l'ultimissima tecnologia di telefonia mobile.

Grazie all'iniziativa, sottolinea Sunrise, clienti aziendali e piccole e medie imprese (Pmi)nelle zone suburbane e rurali potranno entrare nell'era digitale. Più tardi, durante l'anno in corso, l'operatore, oltre alla fibra ottica, metterà a disposizione Internet a banda ultralarga, TV e telefonia fuori dalle città attraverso il 5G. Gli utenti non dovranno preoccuparsi della tecnologia, in quanto riceveranno automaticamente "la migliore offerta disponibile", afferma Olaf Swantee, Ceo di Sunrise, citato nella nota.

Interpellato dall'agenzia finanziaria Awp, il manager di passaporto olandese e svizzero ha dichiarato che nelle grandi città, come Zurigo, Basilea e Ginevra, il passaggio al 5G richiederà più tempo. Questo perché c'è poca capacità libera sulle antenne: un loro uso più intensivo è vietato dalla legge. La società si è imposta una regola interna: fornire la copertura con la nuova rete mobile di un grosso centro solo quando è possibile approvvigionare almeno l'80% della popolazione.

Esclusi Ticino e Grigioni

Sunrise servirà gran parte del territorio elvetico con il 5G, ma non Ticino e Grigioni. Tra le 150 località coperte dalla prima fase vi sono centri urbani come le zurighesi Dietikon (27mila abitanti), Bülach (20'725) e Opfikon (19'864), ma pure frazioni come Autafond - che fa parte di Belfaux (FR) - con 74 abitanti e piccoli comuni di circa 300 abitanti come Auboranges ed Ecublens, entrambi nel canton Friburgo.

In Svizzera, precisa la nota, solo circa il 30% di famiglie e PMI potrebbe beneficiare di un collegamento in fibra ottica nel proprio domicilio o in ufficio. Il restante 70% deve accontentarsi di soluzioni ibride (fibra ottica e rame) o di connessioni DSL obsolete. Una rete 5G colma tali lacune.

Un paio di settimane fa, la Commissione federale delle comunicazioni (ComCom) ha attribuito a Swisscom, Salt e Sunrise le nuove frequenze di telefonia mobile 5G per 15 anni. La prima sborserà 195,6 milioni, la seconda 94,5 milioni e la terza 89,2 milioni. Il quarto operatore ad aver avanzato la propria candidatura, la britannica Dense Air controllata dal gruppo americano Airspan, ha deciso di rinunciare all'asta.

Potrebbe interessarti anche
Tags
sunrise
5g
svizzera
tecnologia
fibra
fibra ottica
nota
telefonia
ticino
rete
© Regiopress, All rights reserved