Ambrì
0
Zurigo
1
pausa
(0-1)
Bienne
2
Davos
1
1. tempo
(2-1)
Friborgo
3
Langnau
1
pausa
(3-1)
Zugo
2
Lakers
1
pausa
(2-1)
Ambrì
LNA
0 - 1
pausa
0-1
Zurigo
0-1
 
 
10'
0-1 NOREAU
NOREAU 0-1 10'
Ultimo aggiornamento: 17.11.2018 20:19
Bienne
LNA
2 - 1
1. tempo
2-1
Davos
2-1
1-0 RIAT
5'
 
 
2-0 SALMELA
13'
 
 
 
 
16'
2-1 EGLI
5' 1-0 RIAT
13' 2-0 SALMELA
EGLI 2-1 16'
Ultimo aggiornamento: 17.11.2018 20:19
Friborgo
LNA
3 - 1
pausa
3-1
Langnau
3-1
1-0 SLATER
5'
 
 
 
 
9'
1-1 RUEGSEGGER
2-1 SPRUNGER
15'
 
 
3-1 ROSSI
16'
 
 
5' 1-0 SLATER
RUEGSEGGER 1-1 9'
15' 2-1 SPRUNGER
16' 3-1 ROSSI
Ultimo aggiornamento: 17.11.2018 20:19
Zugo
LNA
2 - 1
pausa
2-1
Lakers
2-1
1-0 SURI
8'
 
 
 
 
18'
1-1 WELLMAN
2-1 MARTSCHINI
19'
 
 
8' 1-0 SURI
WELLMAN 1-1 18'
19' 2-1 MARTSCHINI
Ultimo aggiornamento: 17.11.2018 20:19
Tecnologia
23.05.2018 - 17:270

Partono i primi test per i taxi volanti

A svilupparli, la start-up californiana Joby Aviation

Lontani da fotografi e telecamere, sono cominciati nel nord della California i primi test per i taxi volanti che promettono di rivoluzionare il trasporto pubblico nelle nostre città: elettrici e silenziosi, saranno a decollo verticale, porteranno a bordo fino a quattro passeggeri e copriranno oltre 200 chilometri con una sola carica. A svilupparli è la startup californiana Joby Aviation, che ha presentato i progressi fatti nei test con le tecnologie di National Instruments in occasione di NI Week, il grande evento che ogni anno riunisce migliaia di ingegneri ed esperti da tutto il mondo ad Austin, in Texas. "Il nostro obiettivo è disegnare, costruire e gestire un veicolo volante per il trasporto pubblico che sia efficiente, sicuro e affidabile", spiega Santiago Morales, ingegnere capo di integrazione di sistemi e test alla Joby Aviation. "Questo è il momento ideale per realizzarlo, perché abbiamo tutte le tecnologie necessarie: batterie elettriche ad alta densità, motori elettrici compatti ad alta coppia, manifattura additiva e materiali compositi leggeri". Il prototipo realizzato da Joby è ancora segreto e in continua evoluzione: "l'ultima versione punta a ospitare quattro passeggeri per coprire più di 200 chilometri con una sola carica, e può decollare e atterrare verticalmente da qualsiasi superficie piana abbastanza ampia da garantire la sicurezza di manovra", precisa Morales. "Accurati test per rumorosità e vibrazioni permetteranno di avere un veicolo 100 volte più silenzioso di un elicottero in fase di decollo e atterraggio, e quasi del tutto silenzioso durante il volo". I tempi di sviluppo sono molto serrati, "e per questo è fondamentale che i sistemi di test siano estremamente flessibili, in modo da evolvere insieme al processo di design".(ANSA)

Tags
test
joby
primi test
taxi volanti
joby aviation
aviation
taxi
© Regiopress, All rights reserved