diritto-all-interruzione-di-gravidanza-in-svizzera-ieri-e-oggi
Iscriviti alla newsletter
Ogni giorno la redazione seleziona le notizie che compongono la nostra newsletters.
Per riceverla tramite email, iscriviti, l'invio è gratuito
ULTIME NOTIZIE Newsletter
Newsletter
6 ore

Verzasca: svuotato il bacino, c’è molto da fare

Si fa il punto a 50 anni dal varo della diga. Nel Mendrisiotto si hanno problemi con le strade e a livello cantonale si continua a parlare di livelli
Newsletter
1 gior

Livelli alle Medie, cala il sipario sulla proposta Bertoli

Il Gran Consiglio ticinese boccia la sperimentazione dopo lunga discussione. Nel calcio, invece, a Cornaredo ci si interroga sul nuovo presidente
Newsletter
2 gior

Morire allo stadio da Lima a Yaoundé, la storia che si ripete

La tragedia in Camerun, la crisi russo-ucraina, la sezione femminile al Penitenziario della Stampa, Melide videosorvegliata e Neil Young contro Spotify
Newsletter
3 gior

Ex funzionario Dss, sì del Gran Consiglio all’audit esterno

E poi l’ebrea tornata a Stabio, terra di salvezza, l’intervista al comandante di Treblinka divenuta pièce teatrale, e ‘storiacce’ di tennis e Casinò
Newsletter
4 gior

Il Centro giovani di Stabio cerca casa

Dal Comune momò, all’Africa delle donne firmato Soudani, alla revisione della Legge stranieri (appoggiata dal Cantone), passando per la Verzasca
Newsletter
6 gior

Gli spedizioneri ora sono ad armi pari

Sugli aiuti Covid, troppi paletti da Berna; mentre lunedì 1’009 delegati si riuniscono a Roma per scegliere il successore di Mattarella
Newsletter
1 sett

Scuola, sul superamento dei livelli dibattito sempre più acceso

Intanto, nel Locarnese ci sono margini di miglioramento per la tratta in bus tra Brissago e Locarno. Sanremo si avvicina, ed è Donatella Rettore Show
09.12.2021 - 05:300
Aggiornamento : 23:13

Diritto all’interruzione di gravidanza in Svizzera, ieri e oggi

In Svizzera la sua depenalizzazione compie appena 20 anni e su cui tutti si sentono in diritto di legiferare

a cura de laRegione

L’edizione cartacea di oggi apre con l’elezione (non schiacciante) del direttore del Dipartimento federale degli esteri Ignazio Cassis a presidente della Confederazione nel 2022. Dopo 24 anni, la carica torna a essere coperta da un ticinese per la quinta volta (penultimo Flavio Cotti, per ben due volte, nel 1991 e nel 1998).

Alla presidenza di Cassis è dedicato quindi il commento in prima pagina del giornalista Franco Zantonelli: ‘Al capezzale del Paese’.

Cristina Pinho per la pagina culturale si è dedicata a un approfondimento sul diritto all’aborto in Svizzera, che sta per compiere appena vent’anni. Un tema delicato, intimamente femminile su cui tutti si sentono legittimati a prendere parola e legiferare.

Una rete che unisca cinque parchi diversi della regione insubrica è il nocciolo di un progetto trasfrontaliero denominato ‘Insubriaparks’, in cui sono coinvolti nove attori diversi. In questa rete anche due aree verdi del Mendrisiotto: il parco Gole della Breggia e il parco del Penz. Dell’idea di unire forze e competenze per promuovere e gestire i “gioielli verdi” ne scrive Giacomo Agosta.

Lo scorso fine settimana a Locarno un ragazzo di 18 anni è stato picchiato con calci alla testa da un gruppo di incappucciati. I genitori hanno denunciato pubblicamente il grave fatto di violenza, che pare non essere un episodio isolato. Riproponiamo il loro racconto con le brevi considerazioni di Maurizio Tamagni, presidente della Fondazione omonima e papà di Damiano, ucciso in un pestaggio nel 2008, durante la Stranociada.

Chiudiamo questa newsletter con la classifica della Champions League, da cui è stato estromesso lo Young Boys, nonostante l’onorevole pareggio ottenuto contro il Manchester United. Stessa sorte per il Milan, che è stato escluso per mano – pardon – per piede del Liverpool.

Vi auguriamo una buona lettura e un buon giovedì.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved