laRegione
con-lo-smartwatch-contro-gli-incubi-ma-da-solo-non-basta
(Depositphotos)
Curiosità
09.11.2020 - 15:500
Aggiornamento : 17:12

Con lo smartwatch contro gli incubi (ma da solo non basta)

Un'app permette di far vibrare l'orologio quando si stanno facendo brutti sogni. Servirà a trattare soprattutto il disturbo da stress post-traumatico

Un’applicazione può trasformare lo smartwatch in uno strumento utile a contrastare i problemi del sonno legati agli incubi. Lo afferma la Food and Drug Administration (Fda), l’ente governativo statunitense per la regolamentazione di farmaci e alimenti, che ha approvato la vendita di "NightWare". Si tratta di una app per l’Apple Watch sviluppata per combattere gli incubi collegati con diversi disturbi, tra cui principalmente quello da stress post-traumatico. L’applicazione potrà essere usata solo da adulti sopra i 22 anni, e soltanto dietro prescrizione medica. La società sviluppatrice evidenzia che la app non rappresenta una soluzione al problema, ma che è parte di un trattamento più ampio e comprensivo anche di medicinali. Nel dettaglio, per funzionare la app sfrutta i sensori di movimento e di frequenza cardiaca dell’apple Watch. Tali dati vengono inviati a un server centrale, che attraverso un algoritmo stila un profilo personalizzato del sonno dell’utente. Il software quindi desume quando questi sta avendo un incubo e, per interromperlo, fa vibrare lo smartwatch.

© Regiopress, All rights reserved