Zugo Academy
Ticino Rockets
19:45
 
Zugo Academy
LNB
0 - 0
19:45
Ticino Rockets
Ultimo aggiornamento: 19.09.2019 18:53
I picchi di calore si sono verificati a New Delhi, in Alaska, Parigi, Santiago del Cile, Australia e nel circolo polare artico (Ti-Press)
Curiosità
02.08.2019 - 12:280

Giugno e luglio sono stati i mesi più caldi della storia

'Questi fenomeni sono solo la punta dell'iceberg - ha detto il segretario generale dell'ONU Antonio Guterres -. Bisogna agire contro il cambiamento climatico'

Gli anni tra il 2015 e il 2019 possono essere considerati i più caldi mai registrati. In particolare quest'anno i picchi di calore si sono verificati a New Delhi, in Alaska, Parigi, Santiago del Cile, Australia e nel circolo polare artico.

''Questi fenomeni meteorologici sono solo la punta dell'iceberg - ha detto il segretario generale dell'ONU Antonio Guterres - per questo bisogna agire immediatamente contro il cambiamento climatico''.

Guterres ha ricordato di aver convocato per il 23 settembre un vertice sul clima che sarà preceduto, il 21, da un summit dei giovani sull'argomento al quale parteciperà anche Greta Thunberg.

Guterres ha di nuovo invitato gli Stati a presentarsi al vertice di settembre con ''piani concreti e ambiziosi''. ''Dobbiamo ridurre le emissioni di gas serra del 45% da qui al 2030 - ha ricordato - e arrivare a bandire il carbone nel 2050''.

Potrebbe interessarti anche
Tags
guterres
onu antonio
onu antonio guterres
bisogna agire
cambiamento climatico
onu
fenomeni
iceberg
punta
segretario generale
© Regiopress, All rights reserved