Curiosità
23.08.2018 - 14:460

Rischio di infarto elevato anche per gli utilizzatori di E-cig

Uno studio statunitense mette il luce la poca differenza con le sigarette 'classiche'

L'uso quotidiano di sigarette elettroniche può quasi raddoppiare le probabilità di un attacco di cuore. Ad ampliare la letteratura scientifica in materia è uno studio condotto da ricercatori della Università della California a San Francisco che ha esaminato i dati di 70'000 persone. È inoltre emerso che il contemporaneo uso di E-cig e sigarette convenzionali sembra essere più pericoloso rispetto all'utilizzo di entrambi i prodotti singolarmente e aumenta il rischio di infarto cinque volte rispetto alle persone che non usano nessuno dei due.

L'analisi ha coinvolto 69'452 persone a cui è stato chiesto se avessero mai usato sigarette elettroniche o tradizionali e se avessero mai avuto un infarto. Tra i 35'352 consumatori ed ex consumatori di sigarette elettroniche, 333 (3,6%) ha avuto un attacco cardiaco, con la percentuale più alta (6%) tra coloro che utilizzavano e-cig o sigarette ogni giorno. Nell'analisi, circa il 66% di chi 'svapava' fumava anche tabacco. Per coloro che hanno usato entrambi i prodotti ogni giorno, le probabilità di avere avuto un attacco di cuore sono state 4,6 volte quelle di chi non aveva mai usato nessuno dei due.

Ma non mancano buone notizie. "Il rischio di infarto inizia a diminuire immediatamente dopo aver smesso di fumare e i nostri risultati suggeriscono che lo stesso è vero quando smettono di usare le sigarette elettroniche", ha detto Stanton Glantz, direttore del Centro UCSF per la ricerca e l'educazione sul controllo del tabacco. Pubblicato nell'American Journal of Preventive Medicine, lo studio è stato presentato alla riunione 2018 della Society for Research on Nicotine and Tobacco. 

Tags
sigarette
infarto
sigarette elettroniche
e-cig
rischio
rischio infarto
attacco
studio
© Regiopress, All rights reserved