I ritocchi estetici sono limitati ma rendono più “pulita” e caratteristica la linea, razionale ma non priva di carattere
Auto e moto
25.02.2020 - 09:090

Smart EQ forfour

Con le quattro portiere offre tutta l’abitabilità e la versatilità di una citycar standard

Non ha il fascino della cuginetta fortwo a due porte né può vantare gli stessi ingombri lillipuziani, essendo più lunga di 70 cm e rientrando nella norma delle citycar a quattro/cinque posti: ma la forfour non per questo rinuncia alla maggiore razionalità d’insieme per ritagliarsi uno spazio “cadetto” all’interno della gamma Smart. L’auto è fresca di restyling, l’ultimo previsto prima di incontrare i modelli integralmente nuovi (se ne parla nel 2022) che con gli attuali conserveranno però un tratto comune forte: la propulsione unicamente elettrica. Questa soluzione, già conosciuta e rimasta invariata a livello tecnico, diviene dunque la sola disponibile già da ora, proiettando la marca nel novero dei produttori con modelli soltanto a batteria. La vettura si distingue per il rinnovato frontale con calandra notevolmente ampliata ed ora in tinta con il resto della carrozzeria, insieme all’opzione dei gruppi ottici full led. Versioni e allestimenti sono ristrutturati su tre livelli (passion, pulse, prime che adotta tra l’altro cerchi maggiorati da 16”) combinabili a quattro pacchetti di equipaggiamento.

Lunga un soffio meno dei “canonici” tre metri e mezzo, la forfour conserva un’eccellente maneggevolezza data dalla trazione posteriore: prive di organi meccanici aggiuntivi, le ruote anteriori offrono una sterzata più accentuata della media, con diametro di volta contenuto in appena 9 metri tra marciapiedi. Quanto basta per effettuare inversioni o manovre con notevole rapidità, complice tra l’altro lo sterzo piuttosto diretto. La maggior lunghezza data dalle due portiere aggiuntive posteriori toglie quella sensazione di poter parcheggiare ovunque che solitamente accompagna la fortwo a due posti, ma in compenso include tutta la maggior versatilità delle cinque aperture e dell’abitabilità per quattro persone, potendo mediare la gestione degli spazi a bordo con molta più libertà. Comode le portiere in seconda fila ampie e dotate di movimento che avvicina i novanta gradi per consentire la massima accessibilità; a bordo, divano e libertà di movimento sono adeguati anche per due adulti, quanto meno su percorrenze di breve-medio raggio. Il vano di carico è un po’ limitato dall’altezza del piano di appoggio sopra la media (inferiormente si trovano motore e trasmissione, la batteria è sul pianale), con un volume standard di 185 litri ampliabile fino a sfiorare il metro cubo (975 litri) abbattendo il divano posteriore; ripiegando in avanti lo schienale del passeggero davanti si riesce a poi a sistemare a bordo oggetti lunghi oltre due metri. Il cofano anteriore non cela alcun vano aggiuntivo, soltanto i serbatoi dei liquidi.

Anteriormente sistemazione e arredo sono pressoché equivalenti a quanto offerto dalla fortwo: spiccano l’originalità dell’arredo e la posizione piuttosto panoramica e ariosa, appena leggermente rialzata. La consolle centrale ridisegnata, con vano portaoggetti più ampio ed attrezzato, completa lo stile vivace dell’arredo, molto piacevole senza essere particolarmente ricercato nei materiali. Comoda la postura di guida, grazie al valido sostegno del sedile e al volante piuttosto verticale, dunque sempre ben accessibile nonostante la sua regolazione unicamente in altezza. Lo schermo del sistema multimediale con navigazione a centro plancia può essere da 7” o da 8”. Anche sulla Smart a quattro portiere il motore elettrico “fa bene”, rendendo la vettura scattante e brillante ad ogni pressione del gas: merito non solo degli 82 cv ma in special modo della coppia di 160 Nm subito disponibile, combinazione che contribuisce alla vivacità dell’auto specie fino ai 60-70 km/h da fermo. La forfour si muove con maneggevolezza superiore alla media nei percorsi urbani, ma offre anche una valida stabilità e lo spazio interno necessario per gli spostamenti extraurbani, a patto di rispettare l’autonomia che è soltanto discreta: quella realmente a disposizione dell’equipaggio è attorno ai 120-140 km ipotizzando un percorso misto di utilizzo. Ricarica rapida con caricatore interno da 22 kWh in 40’ (10-80%). Più che discreti assorbimento delle sospensioni e isolamento acustico, almeno fino ai 100-110 km/h, quando i fruscii aerodinamici si vanno progressivamente più presenti.

Scheda Tecnica

Modello Smart forfour
Versione EQ
Motore Elettrico
Potenza, coppia 82 cv, 160 Nm
Trazione Posteriore
Cambio Automatico monomarcia
Massa a vuoto 1’276 kg
0-100 km/h 12,7 secondi
Velocità massima 130 km/h
Consumo medio 19,7 kWh/100 km (omologato)
Prezzo da 27'400 CHF
La compri se… Vuoi una citycar elettrica compatta ma razionale, con tutta la praticità delle cinque aperture con abitabilità per quattro.
© Regiopress, All rights reserved