Vecchia o nuova? L’ultima Clio conserva look e proporzioni già apprezzati, sviluppando ulteriormente diversi dettagli estetici
Auto e moto
01.01.2020 - 09:500

Renault Clio

La rinnovata compatta francese si affida alla tradizione solo nel design: l’abitacolo cresce per stile ed accoglienza e le tecnologie di bordo sono di ultima generazione

La nuova Clio giunge alla quinta evoluzione con un progetto tutto nuovo, che ora impiega il pianale modulare CMF-B, ma conserva volutamente un look direttamente ispirato a quello, di successo, del modello precedente; l’evoluzione profonda la troviamo unicamente nell’abitacolo. La nuova vettura ha dimensioni appena inferiori in lunghezza (-12 mm) e proporzioni vicine alle precedenti, ma si notano il cofano motore vitalizzato da piacevoli nervature, il frontale con luci diurne a “C”, mentre in coda è più raffinato il gioco tra le nervature di carrozzeria ed il volume dei gruppi ottici. Per un’impressione che, sull’allestimento di punta Initiale Paris della “nostra” 1.3 TCe 130 EDC, riesce a trasmettere anche un bel senso di ricercatezza, sottolineando la crescita di “appeal” del modello. Con prestazioni “intelligenti” per questa unità benzina turbo a iniezione diretta, di cubatura compatta ma dal cuore ben apprezzabile. Il quattro cilindri eroga qui un picco di 130 cv con una coppia massima interessante sia nel valore – 240 Nm – ma in special modo per il regime al quale viene espressa, già a 1’600 giri a tutto vantaggio dell’elasticità di marcia. Di serie, inoltre, il cambio automatico a doppia frizione con sette rapporti.

A bordo della nuova Clio si “vive” molto bene ed è proprio l’ambiente di bordo che fa segnare l’evoluzione più importante e distintiva: l’arredo cresce nella qualità di materiali e finiture, offrendo un’accoglienza più piacevole; seguendo le tendenze più recenti, la plancia lineare include poi un cruscotto digitale molto raccolto per svilupparsi prevalentemente in piano, includendo le sottili bocchette di aerazione nella zona di giunzione dove c’è spazio anche per inserti in tinta a contrasto; otto le tinte tra cui scegliere per l’illuminazione ambientale interna. Altrettanto originali la consolle centrale rialzata e ampiamente sviluppata, con ampie zone portaoggetti, nonché l’immancabile schermo centrale multifunzione, sviluppato verticalmente come da tradizione Renault.

Il sistema Easy Link è di nuova generazione ed include interfacce smartphone complete e connessione di rete 4G con navigazione TomTom ad aggiornamento in tempo reale e ricerca indirizzi Google. Subito sotto sono sempre presenti i comandi separati della climatizzazione automatica (solo monozona), per maggior chiarezza d’uso; sempre a pulsanti convenzionali sono affidati numerosi altri comandi secondari. Buona l’ergonomia anteriore, con poltrone confortevoli e posizione di guida ben personalizzabile, mentre dietro lo spazio, specie per le gambe, va calibrato con il posizionamento non del tutto arretrato dei sedili in prima fila; la stessa accessibilità posteriore è discreta, data la linea discendente del tetto che impone qualche attenzione in più con la testa. Soddisfacente invece il bagagliaio, con cubatura di base portata a 391 litri.

Altrettanto consistente il livello tecnologico offerto dalla Clio in tema di aiuti alla guida, con tutti gli ausili a disposizione inclusivi del regolatore di velocità adattivo completo di funzionalità stop&go (arresto e ripartenza automatica in coda) e della correzione attiva di traiettoria per restare in corsia; c’è anche il parcheggio totalmente assistito, che funziona in ogni configurazione di sosta. La guida “manuale” viene per ultima nella nostra prova ma non è per questo da trascurare: la Clio 1.3 TCe 130 EDC è agile in città, piacevole tra le curve dove sfoggia una confidenza diretta con tenuta elevata e buona rapidità nei cambi di direzione insieme a movimenti contenuti del corpo vettura, nonché rilassante grazie al cambio automatico ben calibrato in ogni situazione di marcia. Il brio consistente della piccola unità benzina, dall’erogazione molto rotonda, è sempre ben presente e non richiede pressoché mai un’eccessiva insistenza con l’acceleratore, consentendo in ogni caso una solida accelerazione. E i consumi? Nessuna brutta sorpresa, anzi: nel nostro test su ciclo misto la francese si è rivelata piacevolmente parca, con medie attorno ai 6 l/100 km. Infine il comfort acustico, piuttosto curato – il motore, già di suo silenzioso, è pressoché del tutto isolato ad andatura costante – seppur con fruscii aerodinamici distinguibili.

Scheda tecnica

Modello Renault Clio
Versione 1.3 TCe 130 EDC Initiale Paris
Motore 4 cilindri, 1,3 litri benzina turbo
Potenza, coppia 130 cv, 240 Nm
Trazione anteriore
Cambio doppia frizione a sette rapporti
Massa a vuoto 1’323 kg
0-100 km/h 9,0 secondi
Velocità massima 210 km/h
Consumo medio 5,5 l/100 km (omologato)
Prezzo 29’700 Chf
La compri se… vuoi una compatta maneggevole, tecnologica e dotata di guida e prestazioni ben adatte anche al viaggio
© Regiopress, All rights reserved