La V60 Cross Country sfoggia un design più suggestivo, con assetto rialzato e protezioni perimetrali aggiuntive
Auto e moto
31.12.2019 - 15:000

Volvo V60 Cross Country

L’allestimento rialzato avvicina la wagon svedese ‘premium’ al mondo Suv/crossove.

Congiunzione ideale tra auto convenzionali e mondo Suv/crossover, la variante Cross Country aggiunge alla Volvo V60 qualche centimetro in più in lunghezza e larghezza, guadagnato dai fascioni paracolpi specifici e dai passaruota allargati con protezioni aggiuntive, che si sommano all’assetto ben rialzato da terra: 75 mm in più rispetto allo standard del modello, per una “luce” utile che arriva fino a 210 mm, consentendo di affrontare con agio ben superiore i terreni accidentati. Grandi anche le ruote standard, da 19”. A muovere la D4 AWD provvede il consueto quattro cilindri turbodiesel di due litri, accreditato di una buona potenza (190 cv) e di una coppia altrettanto ben sviluppata, con picco di 400 Nm costante tra 1’750 e 2’500 giri; la trasmissione è automatica a otto rapporti, mentre la trazione integrale AWD è accompagnata dalla specifica modalità di marcia per i fondi naturali, attivabile a bassa andatura insieme agli altri programmi standard tra cui anche quello sportivo. Un po’ elevato il peso: sulla bilancia leggiamo 1’927 kg.

L’elegante Cross Country conserva il carattere dinamico della versione standard, aggiungendovi tuttavia alcune peculiarità: in primo luogo per la posizione di guida, un po’ più rialzata quel tanto che basta da risultare più panoramica, allargando la visuale sullo spazio tutt’attorno; poi, per la risposta più dolce e lievemente ammorbidita delle sospensioni, che tolgono qualcosina alla rapidità nei cambi di direzione – poca cosa, per la verità – offrendo però al contempo una maggior dolcezza d’insieme, combinata ad un rimarchevole senso di isolamento. Che sarebbe davvero perfetto se non fosse per dei lievi, seppur avvertibili tremolii percepibili nel passare sulle asperità in modalità Comfort; questi spariscono adottando la taratura sportiva, che tuttavia a sua volta toglie l’effetto “cuscino”, riportando l’auto ad un comportamento più diretto.
In ogni caso apprezzabile tra le curve in successione per il maggior controllo del corpo vettura, anche nell’ottica del comfort dei passeggeri più sensibili alla guida in montagna. In generale la V60 CC si conferma in ogni caso un’eccellente viaggiatrice, combinando relax ed accoglienza di livello superiore con la rimarchevole silenziosità di bordo. La guida è docile, equilibrata e precisa: basta sempre poco sterzo per seguire traiettorie e cambiare direzione, anche grazie ai movimenti ben ridotti e controllati della carrozzeria.

Spicca anche la maneggevolezza, superiore alle aspettative per il favorevole raggio di sterzata, che fa apprezzare l’auto in modo particolare in manovra e nello stretto. Erogazione elastica ma anche vivace per il D4 Volvo, appena un velo meno rotondo rispetto alle più raffinate unità di pari caratteristiche, ma in ogni caso pregevole per spinta e prontezza; sufficiente ad impartire all’auto uno scatto deciso con un consumo effettivo più che accettabile, 7,5 l/100 km in media registrati nel corso del test su percorsi variegati. Come sulle altre auto del segmento, un ampio ruolo è assicurato agli assistenti attivi alla guida, e nel caso di Volvo il regolatore di velocità adattivo con controllo dinamico della sterzata (Pilot Assist) offre un funzionamento raffinato e affidabile, seppur limitato ad andature fino a 130 km orari.

A bordo della vettura si ritrova la consueta, pregiata atmosfera di ricercatezza ed accoglienza, anche per merito dei numerosi componenti aggiuntivi di allestimento presenti sull’auto di test. Alle poltrone anteriori particolarmente ampie e confortevoli si combina un divano largo e ottimamente distanziato dalla fila anteriore, con il corredo di una climatizzazione capillare anche in questa zona dell’auto. Ampio e ben sfruttabile il vano di carico, con valida cubatura (529/1’441 litri) suddivisibile tramite divisorio ribaltabile e vano supplementare sotto il ripiano principale, seppur ben poco regolare nella profondità. A centro plancia spicca come sempre il grande schermo verticale a sfioramento, che centralizza tutti i comandi e i servizi multimediali includendo gli stessi controlli della climatizzazione: in questo modo, però, le relative regolazioni risultano un po’ meno dirette ed intuitive, oltre a richiedere qualche passaggio in più rispetto ai comandi convenzionali.

Scheda Tecnica

Modello Volvo V60
Versione Cross Country D4 AWD Geartronic
Motore 4 cilindri, 2,0 litri turbodiesel
Potenza, coppia 190 cv, 400 Nm
Trazione integrale
Cambio automatico a otto rapporti
Massa a vuoto 1’927 kg
0-100 km/h 8,2 secondi
Velocità massima 210 km/h
Consumo medio 5,4-5,1 l/100 km (omologato)
Prezzo 63’600 Chf
La compri se… ti seduce il concetto di elegante, ricercata station wagon da viaggio con versatilità allargata ai fondi disomogenei.
© Regiopress, All rights reserved