La Insignia di seconda generazione cattura l’attenzione per la sua lunghezza, nonché per le sue proporzioni fluide e attente all’aerodinamica
Auto e moto
14.10.2019 - 10:000

Insignia Sports Tourer

Il nuovo motore di 1.6 litri da 200 cv rappresenta una delle scelte più razionali e omogenee per la nuova Opel Insignia

Nel corso di questi due anni di servizio, la Insignia di seconda generazione ha confermato l’obiettivo del ‘premium’ accessibile, specie nella versatile versione station wagon, con un nuovo stile, -200 kg, telaio e sospensioni evoluti, dimensioni generose (4,99 metri di lunghezza per la Sports Tourer), una dotazione tecnologica completa – a partire dai fari con tecnologia IntelliLux.

Il nuovo linguaggio stilistico non ha rinunciato ad una efficace penetrazione aerodinamica, anche grazie all’altezza ridotta (appena 1,50 metri di sviluppo verticale). L’abitacolo offre razionalità ed intuitività nella disposizione dei comandi, spazio generoso, buoni materiali e finiture, integrazione smartphone completa (Android Auto e Apple CarPlay, servizio OnStar (attivo 24/7).

I sedili anteriori ‘premium’ firmati AGR aggiungono inoltre le piacevoli funzionalità di massaggio e ventilazione, oltre a quelle più consuete.

La cubatura del vano di carico è ampia, con un volume minimo di 560 litri ampliabile fino a 1’665 litri e profondità utile di 2 metri; il portellone è ad apertura/chiusura automatizzata tramite movimento del piede sotto il paraurti posteriore.

Il vertice di gamma della Sports Tourer resta la 2.0 Turbo AWD, ma ora arriva una bella novità sotto forma di un nuovo motore a benzina di 1.6 litri da 147 kW/200 cv che potrebbe rappresentare una delle proposte più coerenti con lo spirito della Insignia. Già disponibile anche per la Grand Sport, si può abbinare sia al cambio automatico a sei rapporti (purtroppo niente otto rapporti) che al manuale a sei marce, a partire da 40’400 CHF. Un rapporto prezzo/prestazioni molto interessante, considerate le prestazioni consistenti ed omogenee che abbiamo riscontrato: in rapporto alla natura, alle dimensioni e alla “filosofia” della Insignia, questo motore vi si sposa molto bene e sembra decisamente più coerente rispetto al meno potente 1.5 litri da 165 cv; non tanto per le prestazioni pure (circa 8” nello 0-100 km/h e 235 km/h di velocità massima), quanto per il carattere e la coppia di 280 Nm disponibile fra 1’650 e 4’500 giri/min e il perfetto matrimonio con il cambio automatico a sei rapporti, sempre fluido e preciso e sufficientemente veloce.

I nostri rilevamenti mostrano per il nuovo motore un consumo di circa 7,5 l/100 km nel ciclo combinato.

Le emissioni (138-143 g/km) sono tenute a bada da un filtro antiparticolato installato il più vicino possibile al motore stesso, il che consente un’ossidazione ottimale delle particelle accumulate e il rispetto della normativa Euro 6d-TEMP. Inoltre, di serie c’è l’assetto regolabile FlexRide, che permette un velocissimo adeguamento automatico alle condizioni di marcia e dispone delle modalità “Tour” – morbida e rilassante – e Sport, che riduce i movimenti del corpo vettura incrementando stabilità e precisione di traiettoria.

Scheda tecnica
 
Modello Opel Insignia Sports Tourer
Versione 1.6 Turbo Excellence
Motore 4 cilindri turbo benzina 1.6 litri
Potenza, coppia 200 cv, 280 Nm
Trazione anteriore 
Cambio automatico a 6 rapporti
Massa a vuoto 1’462 kg
0-100 km/h 7,7 secondi
Velocità massima 235 km/h
Consumo medio 6,7-6,3 l/100 km (omologato)
Prezzo 40’400 Chf
La compri se… stavi aspettando una Insignia a benzina dalle prestazioni decisamente più brillanti, ma senza esagerare
© Regiopress, All rights reserved