Forse un po’ conformista, ma decisamente molto più prestazionale dell’antenata
Auto e moto
03.07.2019 - 09:200

BMW M850i xDrive

Il mito ritorna, in una veste forse un po’ più conformista, ma certamente molto più prestazionale di una volta. Tanto che la futura M8 potrebbe non essere così necessaria...

Dici Serie 8 e la mente va, inevitabilmente, alla BMW 850i, un’icona degli anni 90, una supercar travestita da elegante coupé. Ma il primo impatto con la BMW M850i xDrive potrebbe essere una delusione per chi desiderava una discendente altrettanto carismatica: se da un lato ritrovi con piacere le linee muscolose di una vera BMW moderna, dall’altro il family feeling ne ha un po’ ucciso la magia. Tuttavia, alla prima curva è chiaro che, sotto quel vestito un po’ conformista, si nasconde una vettura decisamente molto più prestazionale dell’antenata.
In abitacolo, BMW condensa bene comfort, lusso e praticità e, una volta abbracciato dal sedile, seduto molto in basso, avvicini lo sterzo al petto e hai la conferma che a Monaco di Baviera sanno che cosa significa guidare; regna il digitale, ma non si rinuncia ad alcuni comandi analogici e questo fa solo piacere a chi ama gli “anacronismi”. Rifiniture impeccabili, materiali di prima qualità, nero lucido ovunque come da tendenza attuale completano un ambiente molto piacevole da abitare.
Sotto al cofano, il V8 di 4.4 litri N63 ottimizzato con un albero più robusto, nuove teste, turbo più grandi e 530 cv; la coppia di 750 Nm si ottiene ad appena 1800 giri/min, un interessante biglietto da visita da divoratrice di rettilinei. Il collaudato Steptronic ad otto marce è stato rivisto per l’occasione e dispone anche di launch control, per un’accelerazione da supercar di 3.7”. La velocità massima autolimitata è di 250 km/h.
Non è una piuma la M850i xDrive: 1900 kg, nonostante l’uso di una notevole quantità di materiali compositi, con tanto di carbonio per il tetto e alluminio per le sospensioni. Ma hai la conferma della bontà di un progetto quando, una volta al volante, scopri che almeno 300 kg sembrano essere svaniti come per magia. Paragonata alla recente sorella BMW Z4 M40i, la grossa coupé dà l’impressione di celare il suo peso perfino meglio.
La M850i danza fra le curve con grande precisione, un rollio quasi inesistente e un mordente costante anche quando si esagera con l’ingresso nei tornanti più stretti. Dalle curve si esce con grande leggerezza ed efficacia, tanta è la trazione disponibile nonostante la mostruosa spinta del V8 sovralimentato e l’elettronica non è mai troppo invasiva. La nuova coupé è giusto forse un po’ meno propensa di altri prodotti BMW a trasferire la spinta al posteriore per chiudere la curva con l’acceleratore; inoltre, per ottenere davvero il massimo nella guida dinamica, appare indispensabile adottare le modalità più sportive, così da ridurre un molleggio troppo marcato quando l’asfalto e le condizioni permettono di premere a fondo il pedale del gas.
Notevole il carattere quasi da aspirato di questo otto cilindri, sempre fluido e sveglio; la potenza appare inoltre assolutamente adeguata; il feedback allo sterzo non è da primato, ma è in linea con i migliori prodotti della categoria ed è tipicamente BMW nella precisione e nella velocità; anche questo aiuta a rendere la vettura relativamente leggera, coesa, compatta nonostante le generose dimensioni e la voglia di guidare aumenta e la strada verso casa si allunga...
È tanto riuscita e veloce, la M850i, che viene da chiedersi se la futura M8 sia davvero necessaria; la M850i xDrive è una granturismo bella, veloce e coinvolgente, ma sa essere notevolmente confortevole e silenziosa quando serve e spingerla oltre rischia forse di portarla inutilmente verso una sportività non necessaria. Scoprire che in autostrada l’abitacolo può essere estremamente silenzioso, al punto che il mormorio del V8 quasi scompare, è un dettaglio fondamentale per una vera granturismo, che fra l’altro consente di apprezzare ancora meglio l’eccelsa qualità dell’impianto Harmann Kardon.
La BMW M850i xDrive è una perla in un settore piuttosto ristretto: antagoniste come Lexus LC500 (divertente e pura, ma decisamente molto meno potente), Mercedes-AMG S63 S (più lussuosa, ma non altrettanto invitante a livello dinamico) o Bentley Continental GT (idem come sopra, per non parlare del prezzo) non sembrano essere complete quanto lei. A una cifra di 160’300 CHF, probabilmente non troverete una granturismo migliore.

Scheda Tecnica

Modello BMW Serie 8
Versione M850i xDrive
Motore V8 benzina biturbo
Potenza, coppia 530 Cv, 750 Nm
Trazione integrale
Cambio Steptronic 8 rapporti
Massa a vuoto 1’890 kg
0-100 km/h 3,7 secondi
Velocità massima 250 km/h (autolimitata)
Consumo medio 9,8 l/100 km (omologato)
Prezzo 190’690 CHF
La compri se… cerchi una granturismo completa, capace di prestazioni da supercar e un comfort da SUV, a un prezzo ragionevole
Potrebbe interessarti anche
Tags
m850i
m850i xdrive
bmw
km
bmw m850i
bmw m850i xdrive
granturismo
v8
prezzo
velocità
© Regiopress, All rights reserved