Con il nuovo propulsore la Civic non perde le sue qualità dinamiche ma incrementa notevolmente l’efficienza
Auto e moto
12.03.2018 - 10:140

Honda Civic 1.6 i-DTEC

La gamma della media giapponese guadagna la motorizzazione a gasolio, sempre di 1.6 litri ma aggiornata in profondità: ancora più raffinata nel funzionamento e piacevole da condurre. Ottimi acco­glienza e comfort di marcia.

Il motore che non c’era, ma che completa organicamente la gamma Civic aggiungendo con autorevolezza l’unità a gasolio adatta a percorrenze annuali medio-alte, ha i connotati del 1.6 i-DTEC da 120 cv: “numeri” soltanto in apparenza simili a quelli dell’unità già conosciuta, poiché questo motore è stato rivisto, modificato ed attualizzato in profondità per arrivare ad offrire prestazioni e funzionamento di qualità ulteriormente affinata.
Gli interventi interessano praticamente tutti gli elementi costruttivi, inclusi blocco motore in alluminio (irrigidito), albero motore e testate; gli stessi pistoni passano all’originale costruzione in acciaio fucinato in luogo della comune lega leggera per ridurre le perdite di raffreddamento, mentre la scorrevolezza nei cilindri è incrementata mediante un nuovo trattamento delle superfici di attrito.
Il notevole lavoro eseguito dagli ingegneri giapponesi è stato finalizzato pressoché interamente all’incremento dell’efficienza complessiva di funzionamento, come sottolineano i dati dichiarati dalla Casa per la vettura: equipaggiata del nuovo 1.6 i-DTEC, la Civic riesce infatti ad accontentarsi di appena 3,4 litri/100 km di gasolio su ciclo misto, con emissioni CO2 limitate a 91 g/km. Inoltre è stato adottato un inedito sistema convertitore di NOx, montato sul collettore di scarico (NSC), che si aggiunge al catalizzatore standard. Le prestazioni restano in linea con quelle dell’unità precedente, assicurando ad ogni modo alla vettura brillantezza e “respiro” di ampia portata; la potenza si attesta su 120 cavalli, la coppia massima di 300 Nm è raggiunta a 2000 giri.
Oltre all’economia di esercizio, la motorizzazione turbodiesel si traduce in apprezzabile piacere di guida. Il funzionamento del propulsore colpisce per silenziosità e, in movimento, per dolcezza e fluidità nell’erogazione, per un insieme dall’impressione particolarmente raffinata.
Si può scegliere di scalare il meno possibile, contando comunque su valide capacità di riprendere dai regimi più bassi, ma anche la conduzione brillante trova pieno supporto grazie alla reattività di erogazione e ad uno scatto efficace, con passaggio 0-100 km/h ottenuto in 9,8 secondi. L’unico cambio disponibile è un manuale a sei rapporti, gradevole da comandare grazie anche ai movimenti ridotti della leva.
La Civic, di suo, aggiunge ottime doti di telaio, che si traducono in maneggevolezza e rapidità nei cambi di direzione con pochi e precisi impulsi attraverso il volante; il tutto, con una notevole stabilità sul veloce.
Gli ammortizzatori regolabili permettono una certa sportività d’azione oppure un molleggio soffice, interessante su strade un po’ trascurate, mentre la silenziosità risulta apprezzabile a tutte le andature. Abitacolo invariato rispetto alle altre motorizzazioni: moderno, arioso ed accogliente.

Scheda Tecnica

Motore 4 cilindri in linea, turbodiesel
1.6 litri
Potenza 120 cv
Trazione anteriore
Cambio manuale 6 rapporti
Consumi: da 3,4 l/100 km
Prezzo: 30’700 Chf
Ideale per chi viaggia parecchio durante l’anno, grazie a consumi ridotti ma anche alla notevole fluidità di erogazione
Tags
civic
motore
1.6 i-dtec
i-dtec
funzionamento
km
erogazione
gasolio
litri
unità
© Regiopress, All rights reserved