Oggi, 12:062017-03-25 12:06:32
@laRegione

Gp Australia La prima pole del...

Gp Australia La prima pole della stagione è di Hamilton. Dietro a lui Vettel e Bottas. Le Sauber sono 15esime e 16edicesime.

Gp Australia La prima pole della stagione è di Hamilton. Dietro a lui Vettel e Bottas. Le Sauber sono 15esime e 16edicesime.

Oggi, 09:052017-03-25 09:05:00
Marzio Mellini @laRegione

La convocazione quale opportunità

Dove eravamo rimasti? Sono trascorsi più di quattro mesi dall’ultimo confronto ufficiale della Nazionale rossocrociata, che l’ormai lontano 13 novembre scorso si regalò un inverno...

Dove eravamo rimasti? Sono trascorsi più di quattro mesi dall’ultimo confronto ufficiale della Nazionale rossocrociata, che l’ormai lontano 13 novembre scorso si regalò un inverno al caldo, per gli effetti rilassanti di una classifica rassicurante, con il 2-0 rifilato alle Far Oer. Quattro partite, quattro vittorie, con tanto di primato nel gruppo B, davanti al Portogallo, battuto a Basilea all’esordio nella campagna mondiale, tenuto a debita distanza a suon di successi.
Fin qui, il riassunto dei capitoli precedenti. La storia, però, continua. La primavera richiama tutti all’ordine, incombe la ripresa delle ostilità. Nel calcio, e nelle realtà instabili dei club, quattro mesi sono un’eternità, pur se inseriti nella medesima stagione. Le certezze di fine 2016 sono i dubbi di inizio 2017. Sono infatti molti i rossocrociati alle prese con la precarietà nel proprio campionato, in lotta con una concorrenza agguerrita e qualificata che a volte domano, altre volte soffrono. Per Dzemaili che a Bologna sta vivendo un momento magico, c’è Shaqiri che con lo Stoke non brilla. Seferovic stenta, i centrali titolari Schär e Djourou in Bundesliga reclamano spazio ma stanno in panchina. e non sono i soli...
Alla luce di difficoltà oggettive, per quanto sormontabili in una partita unica, la Nazionale diventa un’opportunità: per ribadire di essere un giocatore fondamentale, da parte di chi è protagonista anche nel proprio club, o per dimostrare di meritare maggiore considerazione da parte di chi, invece, è confinato tra le riserve e non vede la luce.
La serenità che Petkovic ha saputo introdurre in seno al gruppo, uno dei punti di forza della sua gestione, è la base sulla quale costruire una settimana di convivenza che al suo compimento, oggi contro la Lettonia, sfoci in una vittoria. Un successo al quale tutti, nessuno escluso, è chiamato a dare il proprio contributo. Che giochi regolarmente o no. Unite, l’ottima forma di chi trascina e la “fame” di chi invece mastica amaro e non aspetta altro che l’opportunità di rifarsi un’immagine, sono un capitale ingente da investire per intero nell’unico obiettivo della settimana romanda: tutti assieme appassionatamente, per la vittoria.

Oggi, 08:442017-03-25 08:44:31
@laRegione

Che fare stasera? Al Teatro di...

Che fare stasera? Al Teatro di Locarno alle 20.30 si può vedere Stefano Accorsi in “Giocando con Orlando” (alle 18 c'è pure l'incontro con il pubblico). Oppure domani, sempre alle 20.30, al Cinema Teatro di Chiasso.

Che fare stasera? Al Teatro di Locarno alle 20.30 si può vedere Stefano Accorsi in “Giocando con Orlando” (alle 18 c'è pure l'incontro con il pubblico). Oppure domani, sempre alle 20.30, al Cinema Teatro di Chiasso.

Oggi, 08:352017-03-25 08:35:55
Matteo Caratti @laRegione

La linea Burkhalter

Come leggere la strategia adottata da Berna nei confronti della Turchia, Paese prossimo ad una delicata scadenza elettorale? Un cruciale appuntamento alle urne per chiedere ai cittadini se vogliono...

Come leggere la strategia adottata da Berna nei confronti della Turchia, Paese prossimo ad una delicata scadenza elettorale? Un cruciale appuntamento alle urne per chiedere ai cittadini se vogliono accettare una riforma costituzionale che accorda al presidente Erdogan un potere senza precedenti. Potere che si sommerebbe a quello già accresciuto di cui egli dispone e che, dopo il fallito colpo di Stato di luglio, gli ha permesso di imprigionare migliaia di persone: semplici cittadini, funzionari e magistrati senza dover badare al rispetto dei diritti fondamentali dell’Uomo.
Da quanto è emerso, il capo della diplomazia elvetica, Didier Burkhalter, si è sin qui mosso bene, facendosi abilmente guidare da un’unica bussola: quella del rispetto dello Stato di diritto. Un punto fermo al quale ne ha aggiunto un secondo, dettato dal buon senso e dalla tradizione elvetica: mantenere aperta il più possibile la via bilaterale del dialogo. Così – questa la posizione elvetica – se su suolo svizzero vengono indette manifestazioni politiche in vista del voto turco, possono tenersi, ma solo nel pieno rispetto dei nostri diritti fondamentali, sicurezza compresa.
Allo stesso tempo, è altrettanto importante che, se agenti inviati dal regime turco hanno commesso atti illegali nel nostro Paese – recandosi ad esempio all’università di Zurigo a filmare di nascosto partecipanti a conferenze di oppositori al regime o simpatizzanti del genocidio armeno – il dossier che scotta venga passato nelle mani della magistratura federale e venga ufficialmente aperto un procedimento penale per spionaggio politico. Senza sconti.
Seguendo la strategia del dialogo (che mette però tutti i puntini sulle ‘i’ della parola diritto), questi nodi sono, dunque, stati affrontati nel colloquio a quattr’occhi avvenuto giovedì fra Didier Burkhalter e il suo omologo turco Mevlüt Cavusoglu. Un incontro bilaterale schietto che è anche servito al nostro capo della diplomazia per avvisare il collega che Berna intendeva per l’appunto far rispettare sul suo territorio le leggi e che il governo aveva autorizzato la magistratura federale ad avviare un’inchiesta penale. Allo stesso tempo all’ospite è stata data la possibilità di raggiungere l’ambasciata turca per svolgere anche attività politica in vista del voto. Un atteggiamento di apertura /fermezza, quindi, diverso da quello assunto in queste settimane da altri Paesi europei pure confrontati con questa delicata campagna elettorale turca. Sta ora ai favorevoli e agli oppositori al regime di Ankara dimostrare, da qui al 16 aprile giorno del voto sul referendum, di sapersi comportare secondo le regole elvetiche.
Speriamo infine che il nostro governo, dopo aver dato il nulla osta alla procura federale, nei mesi a venire non si metta di traverso, quando magari altri interessi potrebbero tornare preminenti. Perché allora avremmo a che fare con diritti fondamentali a geometria variabile a seconda degli interessi di bottega del momento. Affaire (turco) à suivre.

Oggi, 06:502017-03-25 06:50:00
Daniele Neri

'Ci siamo rimasti male, ma è questa la strada giusta’

Non sarà «la fine del mondo», per dirla con Dario Bürgler. Tuttavia, è indubbio che la sconfitta di giovedì complica le cose ai bianconeri. «È vero, ci...

Non sarà «la fine del mondo», per dirla con Dario Bürgler. Tuttavia, è indubbio che la sconfitta di giovedì complica le cose ai bianconeri. «È vero, ci siamo rimasti molto male. Perché è chiaro, è stata una grande opportunità buttata al vento – dice l’attaccante svittese, che con i suoi tre gol è il terzo miglior realizzatore bianconero in questi playoff, dietro a Fazzini e Vauclair (4 reti) –. Non tutto è girato a nostro favore giovedì, ma adesso guardiamo avanti e i nostri pensieri sono subito rivolti alla sfida di stasera a Berna. Ben coscienti che l’ultima volta non abbiamo fatto tutto quello che l’allenatore ci aveva richiesto prima della partita, ma al tempo stesso pure consapevoli di essere sulla strada giusta». È stato un bel Lugano, quello di gara 2, ma a volte la bellezza non...

Oggi, 06:402017-03-25 06:40:00
Paolo Ascierto @laRegione

'L'indotto Rsi? Importante. Ma serve comunque un segnale politico'

Ci sono parole, opinioni e critiche. E poi ci sono i numeri. Quelli sull’indotto economico della Rsi forniti dall’istituto Bak Basel parlano...

Ci sono parole, opinioni e critiche. E poi ci sono i numeri. Quelli sull’indotto economico della Rsi forniti dall’istituto Bak Basel parlano chiaro: l’azienda genera 213 milioni di franchi l’anno e garantisce 1’600 posti di lavoro a sud del Gottardo. E non tutti a Comano: ogni due posti al suo interno, la radiotelevisione ne crea uno sul territorio. «Quando si beneficia degli introiti del canone obbligatorio – chiosa il consigliere nazionale leghista Lorenzo Quadri, in prima linea a sostenere l’iniziativa popolare ‘No Billag’ per abolire quel canone – è facile creare indotto. Sarebbe uno scandalo il contrario».
Intanto però, cifre alla mano, un Ticino senza Rsi sarebbe un Ticino con meno lavoro e meno soldi.
«Quello del datore di lavoro è uno dei punti di forza...

Oggi, 06:392017-03-25 06:39:59
@laRegione

Che fare stasera? Per chi rico...

Che fare stasera? Per chi ricorda ancora che è un comico, al Palacongressi a Lugano c'è “Grillo vs Grillo”. Cioè Beppe Grillo torna allo spettacolo, portando in scena le sue due anime: il comico e il blogger-politico.

Che fare stasera? Per chi ricorda ancora che è un comico, al Palacongressi a Lugano c'è “Grillo vs Grillo”. Cioè Beppe Grillo torna allo spettacolo, portando in scena le sue due anime: il comico e il blogger-politico. 

Oggi, 06:302017-03-25 06:30:00
Giacomo Rizza @laRegione

'Ambrì, non è il momento di panicare'

Dopo quella con Gordie Dwyer e il Cda al gran completo, al termine del confronto di giovedì sera è nata una discussione pure tra i giocatori. E a detta di Adam Hall, il...

Dopo quella con Gordie Dwyer e il Cda al gran completo, al termine del confronto di giovedì sera è nata una discussione pure tra i giocatori. E a detta di Adam Hall, il colloquio è stato costruttivo. «Non posso svelare quello che ci siamo detti, perché sono cose private – spiega il trentaseienne attaccante statunitense, che nel finale di gara 2 ha pure perso un po’ i nervi, colpendo John Fritsche con due bastonate gratuite che gli costano una doppia penalità minore –. Posso però confermare che la squadra è turbata: non solo per ciò che sta capitando in queste ore, ma in generale per l’andamento di tutta la regular season. Credo che restare compatti sia il fattore più importante di fronte alle avversità: bisogna avere fiducia reciproca nei compagni. E vi assicuro che tra giocatori e staff tecnico c’è grande unità. Ognuno deve fare la propria parte per permettere all’Ambrì di uscire da questa situazione, che non piace a nessuno. Non dobbiamo smettere di lottare. Vogliamo finalmente avere successo».

Oggi, 06:202017-03-25 06:20:00
Dino Stevanovic @laRegione

Lugano, droni sulla città... Se i test sono i notturni

Troppo rumore, troppa luce e troppo tardi la sera. Queste in estrema sintesi le critiche rivolte da un cittadino ai droni testati per il trasporto di...

Troppo rumore, troppa luce e troppo tardi la sera. Queste in estrema sintesi le critiche rivolte da un cittadino ai droni testati per il trasporto di campioni di laboratorio tra gli ospedali Civico e Italiano di Lugano. «Più volte siamo stati disturbati. Abbiamo sentito molto rumore e anche i flash continui erano disturbanti». La Posta, in collaborazione con l’Ente Ospedaliero Cantonale (Eoc) e la Matternet – la ditta che li produce – ha annunciato una decina di giorni fa dei test, una prima svizzera, fra le due strutture ospedaliere. L’iniziativa verrà presentata ufficialmente il 31 marzo, ma nell’attesa in città non mancano le polemiche. Settimana scorsa ne è nata un’interrogazione (prima firmataria Sara Beretta Piccoli) che chiedeva lumi in merito alla sicurezza dei voli. E ora,...

Oggi, 06:102017-03-25 06:10:00
Chiara Scapozza @laRegione

Plastica, riciclo o no?

Riciclo della plastica: sì o no? Bellinzona, l’ultimo Comune in ordine di tempo, ha optato per il sì. Ne abbiamo riferito mercoledì (vedi la ‘Regione’ a p. 8), annunciando che all’ecocentro di...

Riciclo della plastica: sì o no? Bellinzona, l’ultimo Comune in ordine di tempo, ha optato per il sì. Ne abbiamo riferito mercoledì (vedi la ‘Regione’ a p. 8), annunciando che all’ecocentro di Carasso (che servirà a breve l’intera Città aggregata) sarà possibile depositare i contenitori di plastica rigida per il loro riciclo (trattasi dei flaconi dei detersivi, degli shampoo, dei saponi, così come le bottiglie che contengono latte, olio, salse, ecc). Una volta posti negli appositi ‘press container’, se ne occuperà in seguito una ditta specializzata nel processo di granulazione e trafilatura a caldo. Processo che consente di rivendere il prodotto ad altri settori industriali per il riutilizzo.
Venendo a mancare l’apporto di plastiche dalla Grande Bellinzona, il termovalorizzatore di...

Oggi, 06:002017-03-25 06:00:00
Cristina Ferrari @laRegione

Recuperato il territorio, ma ora...

«La nostra attività in questi dieci anni ha subìto un’evoluzione». A raccontarci i mutamenti percepiti nella società e in un intero quartiere è Ugo Cancelli, fondatore e...

«La nostra attività in questi dieci anni ha subìto un’evoluzione». A raccontarci i mutamenti percepiti nella società e in un intero quartiere è Ugo Cancelli, fondatore e coordinatore di ‘Besso Pulita!’, l’associazione che da due lustri si è attivata per difendere una comunità di 5’500 abitanti dal degrado e dall’isolamento. «Se all’inizio ci siamo attivati per combattere lo spaccio di droga, recuperando il nostro territorio – evidenzia i mutamenti Cancelli – oggi che il fenomeno è divenuto più ‘invisibile’, vogliamo riguadagnare anche una nuova qualità di vita, curando per esempio il verde e le aree comuni». Recuperato, dunque, il territorio («ci sono stati momenti dove in una sola notte abbiamo contato 65 spacciatori») è tempo di ricostituire quel tessuto sociale andato perso: «È per...

Oggi, 05:552017-03-25 05:55:37
@laRegione

Buongiorno! Ecco la Prima pagi...

Buongiorno! Ecco la Prima pagina di oggi

Buongiorno! Ecco la Prima pagina di oggi

Oggi, 05:452017-03-25 05:45:20
@laRegione

Leone, ci vuol pazienza con il...

Leone, ci vuol pazienza con il partner...

Leone, ci vuol pazienza con il partner...

Oggi, 05:402017-03-25 05:40:22
@laRegione

La Vignetta di Lulo Tognola...

La Vignetta di Lulo Tognola

La Vignetta di Lulo Tognola

Ieri, 22:552017-03-24 22:55:23
Marino Molinaro @laRegione

Agno, incendio all'esterno di uno stabile commerciale

Un incendio è divampato oggi alle 21 all’esterno di uno stabile commerciale in via Campagna ad Agno. A prendere fuoco sarebbe stato del materiale di scarto...

Un incendio è divampato oggi alle 21 all’esterno di uno stabile commerciale in via Campagna ad Agno. A prendere fuoco sarebbe stato del materiale di scarto accatastato a ridosso dello stabile. Sul posto i pompieri di Lugano, che hanno subito provveduto a domare le fiamme prima che le stesse danneggiassero ulteriormente l'edificio, e la Polizia Cantonale per i rilievi del caso. Al momento non sono note le cause che hanno generato il rogo. Non si registrano feriti.